SPLENDIDO PARADISO

Modifica Viaggio        

località: capo verde, isola di sal
stato: capo verde (cv)

Data inizio viaggio: sabato 9 febbraio 2002
Data fine viaggio: venerdì 15 febbraio 2002

Una settimana nell'isola di Sal.

Splendido paradiso.

sabato 9 febbraio 2002

Partiamo la mattina dall'aeroporto di Ciampino. Dobbiamo fare scalo a Bologna per poi prendere il volo diretto fino a Capo verde, più precisamente nell'isola di Sal, (l'unica con aeroporto internazionale). E' la prima volta che parto in pieno inverno e sono molto affascinato dall'Africa, quindi io e la mia fedele compagna Giusy siamo molto eccitanti e desiderosi di una bella settimana di completo relax. I voli sono ottimi ed arriviamo puntuali prima a Bologna e poi a Sal, ma prima di arrivare dall'alto cominciamo ad osservare queste splendide isole, che sembrano delle rocce buttate quasi per caso nel mezzo dell'oceano...... Arriviamo all'aeroporto, e l'organizzazione è pessima, file su file, burocrazia su burocrazia, ma ragazzi siamo in Africa...che si pretende?? E' caldo ma un leggero vento soffia su di noi e ciò rende l'atmosfera molto piacevole. Arriviamo alla dogana e...prima sorpresa.....il poliziotto ci toglie i passaporti e ci dice che dovremmo tornare il giorno dopo a prenderli. Non capisco il motivo, provo a chiedere...per fortuna lì c'è una guida italiana che si chiama Massimo che mi aiuta e mi dice di non preoccuparmi e che il giorno dopo sarebbe andato lui a ritirarlo. Okay!! Uscendo dall'aeroporto (che pensate è stato costruito da Mussolini), prendiamo un autobus che ci porta verso il paese di S. Maria, dove c'è la spiaggia più bella dell'isola. Il paesaggio è incredibile....sembra di essere sulla luna, tutto arido, con dune a destra e a sinistra, nessuna casa, nessun albero...sembra di essere in un altro pianeta!! Rimaniamo incantati dalla bellezza selvaggia e struggente di questo posto. Arriviamo a Santa Maria e pronotiamo in un hotel chiamato Belo Horizonte....(solo pernottamento e colazione)...mai..mai la pensione completa negli hotel, sono dell'idea che bisogna scoprire la cucina del luogo, i loro ristorantini....e non mangiare in queste mense aziendali. Arrivati al nostro bungalow..proprio sulla spiaggia....usciamo e fa freddino...(almeno tira vento), d'altronde sono quasi le 18:00 ora locale. La spiaggia è struggente...chilometri e chilometri di sabbia bianca.....con un mare cristallino che accarezza i suoi fianchi...provate ad immaginare....dietro di voi il deserto, in mezzo la spiaggia, e davanti un mare blu......Da rimanere a bocca aperta!! Andiamo nel nostro bungalow, sono carini e abbastanza spaziosi...ci facciamo una doccia e andiamo a mangiare, la prima sera (eravamo stanchissimi) decidiamo di mangiare nel ristorante dell'hotel.....così e così.....

Splendido paradiso.

domenica 10 febbraio 2002

Oggi è una giornata di completo relax. Ci godiamo il mare, la spiaggia di S. Maria, bellissima come sempre, facciamo delle passeggiate lunghissime (non dimenticate la crema solare), fa caldissimo....io e Giusy decidiamo di andare a piedi lungo la spiaggia..arriviamo in una zona dove praticamente non c'è nessuno.....ci sdraiamo....siamo Adamo ed Eva?? Un ragazzo di colore intanto sfreccia con il suo surf affrontando le onde......
Ovviamente a pranzo decidiamo di mangiare solamente frutta, ci sono delle banane piccolissime e dolcissime che sono uno spettacolo!! Non conviene abbuffarsi durante il giorno, dobbiamo stare a mollo tutto il tempo!!!!!
Arriva la sera, torniamo nel nostro bungalow e......aprendo la porta.......ahhhhhhhhhhh!! Uno scarafaggio rosso di dimensioni quasi umane sta comodo comodo sul muro....che facciamo?? Chiamo la reception e loro si mettono a ridere e mi dicono di non preoccuparmi..che in questa zona è normale....quei tipi di scarafaggi sono innocui e portano addirittura fortuna!! Chiedo allora un terzo letto per far riposare anche il nostro ospite!!! Loro sbottano a ridere......torniamo nella stanza, ci facciamo una doccia ed usciamo......Capo verde è l'arcipelago della musica, in ogni angolo dell'isola si ascolta musica, e proprio delle dolci melodie ci accolgono dovunque, tutti ballano, ti sorridono, e le donne sono stupende!! Purtroppo anche i ragazzi hanno dei fisici eccezionali......andiamo in un piccolo ristorante della zona...e come antipasto chiedo il pesce spada...SLURP!! Poi pesce a volontà...soprattutto tonno, dato che qui sono famosi quelli con le pinne gialle!!! Mangiamo tanto spendendo poco e poi incontriamo una coppia di Firenze e decidiamo di andare a bere qualcosa insieme....in un bar con dei tavolini all'aperto coperti da capanne.....bello....ci facciamo travolgere dall'entusiamo della gente....e balliamo per la strada con i Capoverdiani........gente semplice e molto ospitale!!!

Splendido paradiso

lunedì 11 febbraio 2002

E' giornata di escursione....assolutamente imperdibile...semplicemente fantastica!! Affittiamo un pick up con 4 italiani, 2 delle marche di nome Nila e Raffaele, e 2 sardi di nome Angelo e Agnese e partiamo alla scoperta dell'isola, che ci attende in tutta la sua straordinaria e struggente bellezza. Mettiamo i foulard sul volto come dei banditi, dato che sfrecciando nel deserto la sabbia arriva dritta in bocca e negli occhi e cominciamo ad assaporare l'isola. Dopo esserci fermati ad una baia, arriviamo ad Espargos, la capitale di Sal, le case sono fatiscenti, colorate, la gente con dignita ti sorride e ti saluta....nessuno....nessuno chiede l'elemosina qui!!! Il popolo Capoverdiano è molto orgoglioso....faccio amicizia con tre donne che vendono banane....faccio una foto con loro...mi guardano e ridono, ridono a crepapelle...deve essere veramente buffo per i loro occhi!!! Nella città scopriamo addirittura un De tudo um pouco (un tutto mille), andiamo a dare un'occhiata!! Dopo la visita di Espargos, ripartiamo...ancora sabbia sul viso....tantissime le risate....fu una giornata splendida......peccato poi che queste amicizie si perdano...ma forse è la vita!!! Andiamo verso il Monte Leono, l'unica montagna dell'isola...completamente arida, sembra una piramide e poi ci fermiamo a vedere una grotta.....un buco spaventoso con il mare sotto.....semplicemente superbo!! Foto di rito...e si riparte, verso la PISCINA DI BURACONA, il posto più bello dell'isola.....per arrivarci si affrontano strade impervie.....i vostri sederini balleranno e salteranno non poco....e poi si arriva di fronte a questa meraviglia, una piscina naturale, chiusa da scogli, ma immaginate....ogni pochi minuti..il mare viene risucchiato per poi essere schizzato in alto....come un geyser...uno spettacolo indimenticabile!! La guida ci dice che è meglio non fare il bagno...ma poi lui si butta....allora? Che si fa? Lo seguo...sono un pò Braveheart in questi casi....sembra di essere nella vasca da bagno, l'acqua è di una leggerezza unica...la guida mi dice che abbiamo circa 60 secondi per uscire fuori prima di essere risucchiati...allora via!! Ci arrampichiamo su di uno scoglio e siamo salvi....HO FATTO IL BAGNO NELLA PISCINA DI BURRACONA!!! Bellissime sono anche le costa di questa zona, scogliere che cadono a picco sul mare.....con un pò di tristezza lasciamo questo posto.....e ripartiamo, passiamo per la parte povera di Espargos, case senza tetto, polvere dappertutto...dei bambini ci guardano e ci sorridono...ovviamente ricambiamo...ogni bambino europeo dovrebbe fare una vacanza in Africa!!! Andiamo alle Salinas, ovvero la fabbrica del sale, e poi ci tuffiamo nel lago più salato del mondo, ancora più del Mar Morto.....ovviamente non si affonda...è praticamente impossibile...sembra di stare in poltrona!!!L'unico problema è il sale che ti rimane appiccicato sulla pelle, non dimenticate di portare almento 5 litri di acqua per sciacquarvi dopo. Andiamo in un piccolo ristorante della zona, molto bello, sul mare, e da buoni italiani mangiamo spaghetti al pesce.....dopo si va alla spiaggia delle conchiglie, e qui parte Giusy, il suo passatempo migliore? Trovare conchiglie....sulla spiaggia, non coralli, ma solo conchiglie...è ora di tornare!!! Mestamente sul nostro pick up torniamo al nostro chalet....diamo appuntamento ai nostri amici per uscire dopo. La sera andiamo al Funanà, un locale stupendo....si mangia, si beve e soprattutto si balla, musica locale, fatta di tamburi, balli in maschera...veramente eccezionale!!! Siamo stanchi è ora di andare a nanna...che giornata!! Più passa il tempo e più ci chiediamo.....ma perchè non ci fermiamo a vivere qui???

Splendido paradiso

martedì 12 febbraio 2002

Dopo la giornata piena di ieri decidiamo di riposarci lungo e largo la fantastica spiaggia di S. Maria, bagni, sole, sole e bagni!!!
A pranzo ci vediamo con l'allegra brigata dell'escursione e andiamo da Maria, un locale del posto, gestito da una donna capoverdiana.....celebri sono le sue aragoste!!! E allora aragoste a volontà.....1 aragosta 5 euro.....anche se poi, sinceramente preferisco i gamberoni!!!
La sera torniamo al funanà....balli e balli!!!
Che bella vita!!

Splendido paradiso

mercoledì 13 febbraio 2002

La mattina ci alziamo e andiamo sulla spiaggia di S. Maria ma soprattutto ci andiamo a gustare i pescatori che tornano con le loro barchette e soprattutto quelli che si cimentano a pescare dal molo.....ragazzi...riportano dei pesci lunghi un metro.....tonni dalle pinne gialle....uno spettacolo nello spettacolo!!! Usanza particolare: le donne capoverdiane prendono i loro figli di circa 4/5 anni e li scaraventano contro le onde del mare...questo per abituarli da subito, d'altronde o si fa così o non si mangia!!! Dopo i soliti bagni di rito e la passeggiata rilassante e romantica, mi godo un gruppo di ragazzi di colore (i pescatori di prima) che cominciano a giocare a calcio, mi siedo con loro, sorseggio una birra e vado alla ricerca di nuovi talenti.....e ce ne sono molti!! Loro mi guardano con curiosità e quando sanno che sono italiano e che addirittura alleno una squadra giovanile di calcio, mi chiamano fratello bianco mister e mi chiedono di metterli bene in campo!!! Che esperienza unica!!! Ho provato anche a giocare con loro...ma fisicamente sono dei Goldrake!!!! La tattica di un italiano e la loro fisicità possono fare grandi cose....ci penserò in futuro!!! Nel pomeriggio giriamo dentro il villaggio di S. Maria e siamo fortunati c'è il loro carnevale, carri e maschere modeste, ma di una genuinità unica....tutti e dico proprio tutti ti sorridono....e vai con la musica!!! Si balla per le strade.....Dopo questa orgia di colori e musica, andiamo al mercatino locale...e li ci quasi spogliano..devi per forza comprare qualcosa, non puoi esimerti da questo obbligo!!! Un ragazzo che vende oggetti di legno, mi guarda e mi dice "TOTTI TOTTI TOTTI"!! Come si fa a non comprare da lui??? Un poeta........un altro mi guarda e mi dice: "Ciao, io sono il Garibaldi nero"!! Simpaticissimo.....ti senti con loro....ed è una sensazione bellissima!!! Capoverde ha qualcosa di fraterno.....

Splendido paradiso

giovedì 14 febbraio 2002

E' San Valentino...bisogna escogitare qualcosa...mi dicono che c'è un italiano di Udine di nome Paolo, che organizza escursioni con la sua barca a vela intorno all'isola...lo contatto e si parte!!! Paolo è una persona molto affascinante, è partito con la sua barca a vela per fare il giro del mondo, si è fermato a Capo verde perchè sempre a suo giudizio in questo arcipelago "ci sono i culi più belli del mondo"!! Come dargli torto??? Ci porta nella baia degli squali, è uno spettacolo stare sulla tua barca a vela e vedere le pinne di questi animali che ti girano intorno..."Volete fare il bagno"?? Ci chiede....è vero sono Braveheart ma non fino a questo punto-........parliamo con lui, ci racconta molto della sua vita, ci fa vedere l'itinerario che vorrebbe fare, mangiamo spaghetti, buonissimi....e beviamo un buon vino rosso!!! Che bel San Valentino!!! Torniamo in serata.....doccia e usciamo, c'è un concerto per strada, ci vediamo con il gruppetto di italiani...e poi si balla.....una serata divertentissima..anche perchè abbiamo preso in giro un gruppo di portoghesi per tutta la serata!!! Un pò di nazionalismo non guasta mai....

Splendido paradiso

venerdì 15 febbraio 2002

E' il nostro ultimo giorno, partiamo però di notte, allora abbiamo ancora un giorno da sftuttare, spiaggia di Santa Maria, bagni, il villaggio e i tanti amici da salutare.
Prima di andar via regaliamo maglie e magliette alle persone del posto, basta così poco per renderli felici!!
Ciò che rimane di Capo verde, non sono le bellezze naturali, ciò che rimane e credo rimanga per sempre sono gli occhi della gente...pieni di speranza...i loro sorrisi....veri..privi di ogni malignità....
Consiglio a tutti di andare in questo angolo di paradiso........e soprattutto consiglio di mescolarsi con la gente locale, senza timori reverenziali, senza pensare di essere superiori.....
NOI SAREMO RICCHI MATERIALMENTE MA LORO SONO RICCHI SPIRITUALMENTE!!
Avere o essere??

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali

blog comments powered by Disqus