SPIAGGE DA SOGNO : SEYCHELLES

girasole : africa : seychelles : praslin (grand anse), la digue (la passe), mahe' (beau vallon)
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio SEYCHELLES SEYCHELLES
SPIAGGE DA SOGNO

PRASLIN (Grand Anse), LA DIGUE (La Passe), MAHE' (Beau Vallon)

Isole del Parco Marino di St. Anne a Mahé
foto inserita il
06 Mar 2007 10:50
Isole del Parco Marino di St. Anne a Mahé
Pagine 1 2 3 4
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

SPIAGGE DA SOGNO

0

Data inizio viaggio: venerdì 9 febbraio 2007
Data fine viaggio: lunedì 26 febbraio 2007

Questa volta siamo partite in 4, io Cristina B, Cristina V. e Melissa. Come sempre il viaggio l'ho organizzato io nei mesi precedenti, ho trovato la tariffa aerea migliore sul web e poi sono andata al CTS ad acquistare i biglietti, (€ 675,00 volo intercontinentale con Air Qatar via Doha + € 30,00 di tesseramento CTS e circa € 70,00 x il volo interno Mahé Praslin compreso le tasse d'agenzia) infine ho prenotato i pernottamenti sulle varie isole tramite internet, ed ora eccoci qua... finalmente dopo tanti anni che ci volevamo andare.. alle Seychelles!!!

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

venerdì 9 febbraio 2007 . partenza...

Eccolo qua... finalmente è arrivato il giorno della partenza!! Alle 14 circa passa a prendermi da casa la Cri V. col padre x andare alla stazione di Forlì dove abbiamo appuntamento con le altre due, Me e Cri B. Alle 14.52 abbiamo il treno per Milano dove arriviamo dopo circa 3 ore. Da qui come al solito prendiamo il navetto x Malpensa e facciamo il check-in. Attenzione x chi volerà con la Qatar airways perchè pesano anche il bagaglio a mano!! Verso le 22.00 si decolla ... dopo neanche un'ora ci servono la cena. Il servizio è eccellente, il cibo buono e l'aeromobile nuovissimo. Sul sedile appena salite abbiamo trovato una bustina con tracolla contenente un paio di calzini, la mascherina x gli occhi il dentifricio con lo spazzolino e i tappi x le orecchie che non ho utilizzato in quanto non ho nemmeno provato a dormire tanto il volo era breve e tra i film e i giochi che si potevano fare sul proprio televisore il tempo è volato....
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

sabato 10 febbraio 2007 . Arrivo a Mahe' e trasferimento a Praslin

....dopo circa 5 ore di volo arriviamo a Doha, è mattino presto e non fa tanto caldo. L'aeroporto è nuovissimo e non ancora del tutto completato. Facciamo una sosta di un paio d'ore e poi ridecolliamo. Altre 5 ore circa di volo e arriviamo a Mahè. Sono circa le 14.15, siamo puntualissimi.. anzi forse anche in anticipo. Il volo x Praslin l'avevamo riservato per le 17.30 per non correre rischi nel caso di ritardi ma ora l'idea di aspettare così tanto qui ci atterrisce in quanto la sala d'attesa dei voli nazionali è fuori e fa un caldo pazzesco! Andiamo subito ad informarci se ci possono anticipare il volo e ci dicono di attendere... per fortuna verso le 16 ci chiamano, ci consegnano le carte d'imbarco che sono delle tessere di plastica riutilizzabili e ci fanno accomodare in una saletta. Diamo un'occhiata alla pista e li di fronte ci sono solo un paio di aerei molto molto piccoli... chissà qual'è il nostro?! Non facciamo nemmeno in tempo a formulare questo pensiero che vediamo passare un carrello con le nostre valigie e dirigersi proprio verso uno di questi. Poco dopo ci fanno uscire sulla pista e saliamo. Dietro suggerimento di alcuni amici che c'rano già stati io scelgo uno dei posti sulla sinistra in modo da poter vedere bene e scattare alcune foto al parco St. Anne dall'alto. Appena siamo tutti a bordo decolliamo... le isolette del parco st'anne dall'alto sono splendide e i colori del mare incredibili... fantastico!!! dopo circa 20 minuti siamo già sulla pista del piccolissimo aeroporto di Praslin. Passiamo il contro passaporti ed eccola qua.... il primo coco de mer che vedo stampato x sempre sul mio passaporto!! Recuperiamo le valigie... la mia è l'ultima e quasi quasi non ci speravo più....fa un caldo pazzesco e c'è molta umidità... appena usciamo prendiamo un taxi e ci facciamo portare all'albergo prenotato Casa De Maestro che si trova a pochi chilometri da li e infatti in un paio di minuti arriviamo (10 € di taxi ... se non era così caldo si poteva andare anche a piedi!).
A prima vista da fuori sembra molto carino, tenuto bene e con un gran bel parco davanti ma in giro non c'è nessuno .. nè turisti né dipendenti.. poi arriva un ragazzo che ci accompagna alla reception e ci registriamo .. sembra che non sappia niente della nostra prenotazione ma non ci sono problemi e ci accompagna alle nostre stanze.
Purtroppo ce ne assegna 2 al piano terra, avremmo preferito al secondo piano in modo da avere meno problemi con insetti e animaletti vari provenienti dal giardino, ma pazienza.
Appena entriamo in stanza l'impressione non è delle migliori in quanto pur essendo tutto molto pulito e ordinato, l'ambiente è un po' cupo e buio, l'arredamento è molto antiquato tipo mobili dei miei nonni e molto essenziale ma è solo una prima impressione perchè poi ci siamo trovate benissimo e alla fine ci è dispiaciuto un sacco andare via.
Provo a mandare un sms a casa ma non ci riesco così provo a chiamare ma si sente solo un gran rumore e non riusciamo a capirci .. così mi arrendo sperando che la situazione migliore nei prossimi giorni.. magari c'è un guasto o qualche interferenza visto che comunque da Mahè ero riuscita a mandare un sms senza problemi.
Dopo una doccia veloce e una sistemata decidiamo di uscire x una passeggiata e x la cena. Ci dirigiamo verso il paesino vediamo alcuni negozi di alimentari, un paio di banche e un distributore. Dopo poco ci avvicina un tipo che vuole cambiarci i soldi e anche se non ci ispira molta fiducia perchè sembra un po' fuori ne approfittiamo e cambiamo 100 euro in 4 a 11 dopo una breve contrattazione. Ora che abbiamo i soldi entriamo in un negozio di alimentari e acquistiamo una scheda telefonica ma anche con questa non riusciamo a chiamare... non so se siamo imbranate noi o se sono le cabine che hanno dei problemi... va bè...pazienza.. Anche il tipo del negozio ci chiede se vogliamo cambiare e ci offre il cambio a 12 così decidiamo che i prossimi soldi li cambieremo da lui.
Poco più tardi, dopo aver provato altre cabine in giro senza risultato ci mettiamo a cercare un posto dove mangiare. I ristoranti in zona non sono molti e mentre mediamo dove andare incontriamo una coppia di italiani che stanno andando a cena e ci consigliano di andare con loro al Britannia Restaurant e così facciamo. Il posto è carino, direi quasi di lusso rispetto all'altro ristorante che avevamo visto lungo la strada. Nel menù non c'è tantissima scelta, decidiamo di prendere del filetto di pesce con contorno ed è tutto ottimo.
Dopo cena siamo piuttosto stanche così scambiamo quattro chiacchiere con a coppia che ci aveva accompagnato poi torniamo al nostro hotel. Per fortuna abbiamo portato le pile perchè dove non ci sono i lampioni il buio è assoluto fortunatamente però c'è un largo marciapiede lungo tutto il tragitto quindi per lo meno non corriamo il rischio che ci investano. Appena rientrati in albergo ci sediamo un po' li fuori dove c'è un salottino e facciamo un po' il punto della situazione pensando a dove andare il giorno dopo e poi andiamo a letto perchè siamo veramente cotte.
In stanza ci sono ben 32° senza aria condizionata quindi accendiamo la pala sopra al letto ma è piuttosto caldo lo stesso. Per fortuna che a me il caldo non da fastidio!
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

domenica 11 febbraio 2007 . prenotazione traghetti e cotè d'or

Come sempre in vacanza ci svegliamo prestissimo e ci prepariamo subito x andare in esplorazione dell'isola. In giardino dove dovremmo fare colazione c'è un solo tavolo apparecchiato quindi presumiamo di essere le uniche ospiti dell'hotel...in giro però non c'è nessuno nemmeno del personale.. speriamo bene.... andiamo a sederci nella speranza che venga qualcuno e finalmente verso le 8 appare il ragazzo della sera prima. Ordiniamo uova e caffè e dopo un po' ci portano frutta fresca, pane tostato, marmellata una microscopica porzione di uova e una sottiletta a testa.
Non è molto abbondante ma ci accontentiamo dividendo le briciole coi nostri unici compagni di tavola...gli uccellini...
Dopo colazione chiediamo se ci possono prenotare l'ingresso ad Anse Georgette x il giorno dopo, chiediamo informazioni sulla fermata degli autobus e poi ci avviamo.
Prima sosta al jetty dove ci informiamo sul traghetto x La Digue e x il rientro a Mahè e prenotiamo sia x l'uno che x l'altro.
Riprendiamo l'autobus direzione Anse Volbert e scendiamo nei pressi della gelateria da Luca tanto decantata da altri viaggiatori. Anche qui come a Grande Anse non c'è un granchè di negozi, qualche alimentare e un paio di souvenir ma niente di chè, la spiaggia invece è molto bella ma non lo splendore di cui avevo sentito parlare, probabilmente a causa del fatto che in questi giorni è piena di alghe e l'acqua non è limpidissima. La sabbia comunque è di un bianco abbagliante.
Ci sistemiamo all'ombra di un albero nei pressi del diving Sagittarius Water Sport e davanti alla pizzeria Berjaya Praslin Beach Hotel.
Siamo rimaste li tutto il pomeriggio, a parte qualche passeggiata lungo la spiaggia, sdraiate all'ombra perchè il sole scottava da morire e non volevamo correre il rischio di scottarci . Nel parco li vicino inoltre c'era una specie di fiera di San Valentino e abbiamo passato il tempo ad osservare la gente vestita a festa, che passeggiava tra le tante bancarelle di cose da mangiare, cestini e bouquet di fiori e prodotti vari. Evidentemente per loro è una festa molto importante e sentita.
C'erano anche un sacco di bambine, una più bella dell'altra a cui ho scattato un sacco di foto. Osservandole ci siamo rese conto che sono molto più libere e indipendenti che dalle nostre parti infatti le vedevi andare in giro da sole o in piccoli gruppetti, senza l'ombra di un genitore che le tenesse d'occhio, anche se erano piuttosto piccole d'età, ... già da questo ci siamo rese conto che la vita qua sicuramente non deve essere pericolosa come da noi e che forse stanno molto meglio, anche perchè l'isola fondamentalmente non è molto grande e sicuramente ci si conoscerà un po' tutti. Beati loro...
A metà pomeriggio ci siamo stancate e abbiamo deciso di riprendere l'autobus per andare un po' nella spiaggia di fronte al nostro hotel.
Apro una parentesi a proposito degli autobus: quasi tutti, chi più chi meno, sono piuttosto scassati e in più gli autisti sono pazzi da legare.. noi ci siamo divertite un sacco a prenderli ma se ci pensi bene non so quanto siano sicuri perchè vanno a scheggia e le strade sono quasi sempre molto strette, dove finisce l'asfalto non c'è l'erba ma quasi sempre il vuoto o uno strapiombo sul mare o un canale ecc. come se non bastasse se fai il percorso interno ci sono anche moltissimi tornati e la strada ha una pendenza non indifferente. Però sono comodi per girare l'isola e vale la pena prenderli anche perchè sono usati soprattutto dai locali quindi hai modo anche di conoscere un po' di più la gente del posto.
Chiusa parentesi... torniamo alla nostra spiaggia.
Per raggiungere la spiaggia di Grande Anse dal nostro hotel basta attraversare la strada e percorrere un breve sentiero che attraversa una specie di foresta piena di alberi cocchi e una vegetazione molto fitta.
La spiaggia è deserta, non molto larga ma lunga e bellissima.
Al contrario di quello che mi avevano detto in molti non c'è nemmeno l'ombra di un'alga .. l'acqua è limpidissima ed immobile, sembra uno specchio ed è caldissima ovviamente non resistiamo e approfittando del fatto che il sole ormai non scotta più tanto ci facciamo un bel bagno.
Si sta troppo bene .. peccato che di ombra ce ne sia poca quindi è impensabile restare li tutto un giorno da mattina a sera.
Unica pecca i terribili sunflies...
Però è davvero splendida.. rimaniamo fino al tramonto del sole che scende proprio da quella parte poi rientriamo in hotel per farci una doccia e cambiarci x cena.
Veniamo a sapere che x domani non è possibile andare a Georgette ma comunque ci assicura che prova a chiedere x il giorno dopo ancora. Chiediamo inoltre se per i giorni successivi è possibile avere la colazione almeno per le 7.30 perchè noi ci alziamo presto e vorremmo sfruttare al meglio la giornata partendo il prima possibile.
Questa sera x cena decidiamo di andare al Sunset Cafè ma purtroppo lo troviamo chiuso e quindi optiamo per un take away dopo distante. La scelta è un po' misera ma spendiamo una stupidaggine per una confezione con una montagna di riso, un po' di verdure e dei pezzi di pesce in salsa. Lo mangiamo nei tavolini li fuori e poi ci prendiamo un caffè nel bar a fianco. Torniamo all'hotel e ci sediamo nel "nostro" salotto approfittando del fatto che siamo ancora gli unici ospiti ci fermiamo li fuori a giocare a carte e a jenga fino a tardi facendo anche un po' troppa confusione.

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

lunedì 12 febbraio 2007 . La Valle de Mai e Anse Lazio

Stamattina abbiamo deciso di andare a vedere la famosa Valle de Mai. Prendiamo l'autobus che ferma davanti all'ingresso del parco e decidiamo di girarcela da sole senza guida. Prima ci cospargiamo abbondantemente di spray x le zanzare perchè ce ne sono veramente tante poi ci incamminiamo.
All'ingresso ci sono esposti subito dei coco de Mer e ci fermiamo un attimo a fotografarli poi proseguiamo cartina ala mano. La foresta è bellissima, il sole non filtra quindi anche se fa molto caldo almeno siamo all'ombra. Facciamo tutto il percorso che avevamo deciso fino ad un punto panoramico in cui ci fermiamo un attimo a riposare. La vista è bella ma limitata alla vallata ricoperta di foresta del mare e dei suoi splendidi colori non si vede granchè. Rimaniamo un attimo sedute poi ci avviamo verso l'uscita dove ci fermiamo un attimo x acquistare acqua e fare una sosta alla tolette poi ci accorgiamo che sta arrivando l'autobus e ci precipitiamo a prenderlo. Prossima sosta il capolinea ovvero Anse Lazio. In realtà l'autobus come già sapevamo ci lascia molto distanti dalla spiaggia e quindi partiamo consapevoli di ciò che ci attende... a dir la verità è peggio di quello che pensavamo perchè la strada ha delle salite che tirano da morire e molti pezzi sono anche al sole quindi dopo un po' siamo già distrutte. Finalmente dopo l'ennesima salita vediamo in lontananza il mare con dei colori indescrivibili, veramente bellissimi, meno male ... dopo tanta fatica almeno ne vale la pena.. scendiamo l'ultimo tratto e arriviamo su una splendida spiaggia con un paio di ristoranti e un sacco di turisti... peccato.. il mare ha dei colori stupendi...e ai lati ci sono degli agglomerati di rocce che rendono il paesaggio ancora più bello.
Ci sistemiamo in un angolino sotto ai rami di un albero ... abbiamo ancora paura di bruciarci.. il sole scotta veramente un casino! Che paradiso.... quasi non ci sembra vero di essere finalmente qua... restiamo un po' all'ombra a leggere e a chiacchierare poi andiamo a turni a fare una passeggiata fino in fondo alla spiaggia x scattare qualche foto.
Tornata sotto al mio alberello ad un certo punto vedo passare 2 ragazzi con qualcosa sulle spalle che non riuscivo bene a capire cos'era poi guardando meglio mi sono resa conto che erano un enorme quantità di pollipi appena pescati... non ne avevo mai visti così tanto in una volta sola nemmeno in pescheria!
La giornata passa in fretta e ad un certo punto arriva il momento di tornare indietro anche se l'idea di rifare tutta quella strada in salita a piedi non è che ci attira molto però ci avviamo... Arriviamo alla fermata del bus decisamente distrutte.. l'idea in origine era quella di proseguire x andare a veder un punto panoramico poco distante ma il bus tarda ad arrivare e alla fine troppo stanche decidiamo di tornare a casa...
Questa sera finalmente possiamo provare il Sunset Cafè.. il servizio è molto lento (c'è una signora molto seria e brontolona che serve ai tavoli con una flemma incredibile) ma alla fine il cibo è ottimo e si spende anche poco.
Fine serata nel "nostro" salotto come al solito a giocare e a pianificare la giornata di domani. Se non ci sono imprevisti domani finalmente si va a vedere la famosissima spiaggia di Anse Georgette!!!

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

martedì 13 febbraio 2007 . Anse Georgette

Dopo la solita colazione ci apprestiamo aprendere il bus in direzione opposta al solito verso il Lemuria Hotel dove si trova questa tanto decantata spiaggia di Anse Georgette...
Scendiamo proprio davanti alla strada che conduce al resort, dopo una bella passeggiata (tanto x cambiare ) arrivaiare al cancello e dopo aver verificato la nostra prenotazione ci fanno entrare... giriamo un po' intorno alla ricerca del sentiero che porta alla spiaggia e infine lo troviamo sulla destra di fianco al campo da golf, il sentiero è asfaltato ma ovviamente pieno di salite ripidissime e discese spesso x giunta al sole e dopo un po' siamo già sciolte ma continuiamo imperterrite e anche se sfinite finalmente dopo una quarantina di minuti arriviamo alla spiaggia.... non ci sono parole per descriverne la bellezza... non c'è paragone con Anse Lazio, questo è un piccolo paradiso terrestre. La spiaggia è a mezza luna racchiusa dalle rocce, la sabbia è bianchissima e l'acqua del mare, nonostante le onde piuttosto alte è di un azzurro-verde incredibile e limpidissima ... anche quando ci sei dentro ha dei colori fantastici, anche dove non tocchi e col mare mosso continui a vederti i piedi ... Come ho già detto non ci sono parole che possano descrivere tale meraviglia... e se lo dico io che di mari splendidi ne ho visti tantissimi (dai caraibi all'oceano indiano, dalla 'barriera australiana alle lagune polinesiane, ecc...).. credetemi pure!!!!
Oltretutto non c'è nessuno... troppo bello davvero!
Ci sistemiamo all'ombra di un albero come al solito perchè al sole non si resiste e ci godiamo questo angolo di paradiso...
Purtroppo durante il giorno arrivano altri turisti ma x fortuna pochi e si mettono dalla parte opposto rispetto a noi quindi non ci disturbano affatto.
Mentre siamo li arriva una barca e scendono tre uomini che raggiungono la spiaggia a nuoto poi si arrampicano lungo un sentiero su per la collina che delimita la spiaggia sul lato destro e ritornano solo dopo parecchio tempo. Chissà dove sono andati... Io penso che possa essere il sentiero di cui avevo sentito parlare che con 2 orette di camminata non facile dovrebbe portare ad anse Lazio...così, incuriosite io e Cri B. appena si allontanano decidiamo di provare a salire anche noi. Madonna che fatica .... come se non ci fosse bastata la camminata x arrivare alla spiaggia..... Oltretutto coi sandali si scivola da morire perchè il sentiero è ripidissimo ...in certi punti praticamente verticale, e sabbioso...ovviamente anche tutto sotto al sole ma noi non ci arrendiamo e arriviamo ...non vi dico in che condizioni ..in cima o quasi. La vista è splendida ...si vede tutta la spiaggia dall'alto ... che colori....troppo bello... Meli e Cri V. sono due puntini che ci salutano.... mamma mia se pensiamo che dobbiamo ridiscendere fin laggiù col rischio di scivolare rotolando x tutta la collina fra le rocce ...meglio proseguire... Appena troviamo un misero alberello proviamo a riposarci un attimo all'ombra .. ombra x modo di dire...poi proseguiamo ancora un po' ma ad un certo punto un'enorme ragnatela con un ragno delle palme incluso ci sbarra la strada e decidiamo di ritornare indietro a malincuore. Il panorama è davvero stupendo ..che mare...anche stavolta ne è valsa la pena faticare tanto!!!
Bene o male con molta fifa e qualche tratto fatto col sedere a terra riusciamo a tornare giù... Siamo distrutte e ci buttiam oin mare x rinfrescarci.....meraviglioso.....
Purtroppo la dura e lunga camminata intrappresa x arrivare alla spiaggia e la successiva ci hanno fatto consumare più acqua del previsto quindi durante al giorno ci razioniamo la poca acqua rimasta e soffriamo un po' la sete. Come se non bastasse ad un certo punto arrivano 2 golf cars da cui scaricano, per gli altri turisti presenti in spiaggia sicuramente ospiti del resort, ceste da pic-nic e frigoriferi portatili con bottiglie e calici in vetro e a noi non resta altro che guardarli a bocca asciutta da lontano mentre si scolano un sacco di roba!!!

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Isole del Parco Marino di St. Anne a Mahé

Anse Coco - La Digue

Anse Georgette - Praslin

Anse Georgette - Praslin

Anse Coco - La Digue

Anse Georgette - La Digue

Anse Lazio - Praslin

Anse Royale - Mahé

Anse Source D'Argent - La Digue

Pescatori di polipi - La Digue

Petite Anse - La Digue


atterrando a Praslin..

atterrando a Praslin...



aeroporto di Praslin


coté d'or - anse volbert

cotè d'or

cotè d'or

anse volbert

anse volbert

festa di San Valentino ad anse volbert

spiaggia di Grande Anse

tramonto a grand anse

coco de mar

vallee de Mai

Anse Lazio

raggiungendo a piedi Anse Lazio... che fatica!!!

anse lazio

anse lazio

anse lazio

anse lazio

anse lazio

anse lazio

anse georgette

anse georgette

panorama visto dal sentiero sopra ad anse georgette

...scorci di mare lungo il sentiero che va da anse georgette ad anse lazio

anse georgette

l'altra spiaggia del Lemuria

guardate quanti polipi ha pescato!!!

il lemuria

tramonto a grande anse praslin


Casa de Maestro hotel

casa de maestro

casa de maestro

la nostra stanza a Casa de Maestro

isola di Curieuse (national Park)

curieuse

curieuse

curieuse

curieuse

curieieuse

curieuse

curieuse

tartarughe giganti a curieuse

curieuse

isolotto di ST. Pierre

Anse Volbert

la Digue

la Digue

la digue

la digue

la digue

la digue

la digue

la digue

la digue

la digue

grande anse a La Digue

la digue grande anse

la digue grande anse

grand anse la digue

grand anse la digue

la digue grande anse

petite anse

la digue

grand anse la digue

petite anse la digue

anse coco

granchi a petite anse

anse coco

anse coco

anse coco

anse coco

anse coco

rovine ad anse coco

un taxi a la digue

jetty di la digue

escursione alle isole sorelle

grande soeur

grand souer

grand soeur

grand soeur



anse coco

anse coco

chez michelin


la digue

la digue


casinò di la digue

la ns stanza da chez michelin

la sala - chez michelin

la ns cucina - chez michelin

cat coco x mahè

il ns bungalow da chez michelin a la digue



port launay - mahe'

port launay

victoria

panorama dalla vecchia missione di Mahe
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: girasole

  • sabina montanari
  • Età 17212 giorni (47)
  • ravenna

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>