Garden Route: l'eterna primavera : SUD AFRICA

macgreg : africa : sud africa : mossel bay, plettenberg bay, tsitsikamma, port elizabeth
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio SUD AFRICA SUD AFRICA
Garden Route: l'eterna primavera

Mossel Bay, Plettenberg Bay, Tsitsikamma, Port Elizabeth

Spiaggia paradisiaca nella Robberg Peninsula
foto inserita il
04 Feb 2005 15:41
Spiaggia paradisiaca nella Robberg Peninsula
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Garden Route: l'eterna primavera

Località: Mossel Bay, Plettenberg Bay, Tsitsikamma, Port Elizabeth
Stato: SUD AFRICA (ZA)
0

Data inizio viaggio: lunedì 17 gennaio 2005
Data fine viaggio: domenica 23 gennaio 2005

Prende il nome di Garden Route il tratto di strada costiera che parte da Mossel Bay fino ad arrivare a Port Elizabeth (350 km), sebbene il tratto più caratteristico sia molto più breve. La Garden Route, una delle principali attrazioni del Sudafrica, viene dipinta come un strada che offre continuamente vedute panoramiche. In realtà la strada corre spesso lontano dal mare, e per avere gli scorci migliori bisogna abbandonare l’arteria principale per raggiungere le località più affascinanti.Sinceramente avevo un’idea diversa di questa zona, mi aspettavo una strada molto più panoramica." Ciò non toglie la bellezza della Garden Route, che permette di attraversare un tratto di foresta indigena sempre verde e circondata da fiori in ogni stagione a ridosso dell’Oceano Indiano, e di raggiungere località che offrono vedute impareggiabili, tra spiagge bianche, coste frastagliate, passi di montagna, lagune, laghi, cascate, il tutto protetto da efficienti parchi nazionali, quello di Wilderness e il più famoso Tsitsikamma NP. Ripeto, tutte queste meraviglie non sono visibili percorrendo esclusivamente la Garden Route, spesso sono necessarie deviazioni in auto o passeggiate che possono essere brevi ma anche più lunghe e faticose. Ci sono due modi per visitare la zona: con la propria auto, seguendo la strada, oppure utilizzando un treno a vapore che in una giornata compie una parte del percorso di andata e ritorno tra George e Knysna: l’Outeniqua Express. Per poter apprezzare i luoghi sono necessari almeno 4 giorni.

La mia guida e diario di viaggio sul Sudafrica: www.luoghidanonperdere.com

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

lunedì 17 gennaio 2005 .

Prende il nome di Garden Route il tratto di strada costiera che parte da Mossel Bay fino ad arrivare a Port Elizabeth (350 km), sebbene il tratto più caratteristico sia molto più breve.
La Garden Route, una delle principali attrazioni del Sud africa, viene dipinta come un strada che offre continuamente vedute panoramiche.
In realtà la strada corre spesso lontano dal mare, e per avere gli scorci migliori bisogna abbandonare l'arteria principale per raggiungere le località più affascinanti.
Sinceramente avevo un'idea diversa di questa zona, mi aspettavo una strada molto più panoramica.

Ciò non toglie la bellezza della Garden Route, che permette di attraversare un tratto di foresta indigena sempre verde e circondata da fiori in ogni stagione a ridosso dell'Oceano Indiano, e di raggiungere località che offrono vedute impareggiabili, tra spiagge bianche, coste frastagliate, passi di montagna, lagune, laghi, cascate, il tutto protetto da efficienti parchi nazionali, quello di Wilderness e il più famoso Tsitsikamma NP. Ripeto, tutte queste meraviglie non sono visibili percorrendo esclusivamente la Garden Route, spesso sono necessarie deviazioni in auto o passeggiate che possono essere brevi ma anche più lunghe e faticose.

Ci sono due modi per visitare la zona: con la propria auto, seguendo la strada, oppure utilizzando un treno a vapore che in una giornata compie una parte del percorso di andata e ritorno tra George e Knysna: l'Outeniqua Express.
Per poter apprezzare i luoghi sono necessari almeno 4 giorni.

In realtà, la porta d'ingresso per la Garden Route può essere considerata la cittadina di Outdshoorn, a circa 80 km nell'entroterra, in una zona desertica e rocciosa.
Qui sembra di essere nel Far West, i ristoranti sembrano dei Saloon, ma al posto dei cavalli, le fattorie sono famose per ospitare...gli struzzi.
Molto sono le fattorie che si possono visitare per conoscere da vicino questi curiosi animali: il breve tour permette di capire quali sono i prodotti che si possono ottenere con l'allevamento di struzzi, si può passeggiare sulle uova per capire la loro resistenza, dar loro da mangiare, si può addirittura cavalcare uno struzzo ed assistere ad una gara.
Da Outdshoorn si valicano le montagne Outeniqua attraverso un passo montano spettacolare, per giungere fino all'Oceano Indiano, dove si incontra il PN Wilderness, istituito a difesa del delicato ecosistema della zona, con lagune che terminano nel mare, laghi e spiagge bianchissime, paradiso per gli appassionati di birdwatching.
Proseguendo si incontra Knysna, località famosa per l'allevamento delle ostriche nella sua caratteristica laguna, separata dal mare da due enormi picchi rocciosi chiamati "The Heads". Una strada tortuosa permette di salire fino alla loro cima e di ammirare un panorama splendido.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

martedì 18 gennaio 2005 .

Proseguendo si raggiunge Plettenberg Bay, gioiello della costa, paragonabile come fama alla nostra Portofino o alla Costa Smeralda. E' qui che abbiamo deciso di trascorrere 3 giorni semi-oziosi, in uno splendido B&B a pochi metri dal mare (Cottagie Pie, tripla con colazione circa € 100,00 con camere e servizio da hotel extra lusso).
Plett, come viene chiamata, è davvero incredibile: il centro si trova su una collinetta a picco sul mare, e ai suoi piedi si trovano 3 spiagge fantastiche, due delle quali lunghe oltre 3 km. In spiaggia praticamente ci si trova quasi da soli per tutto il giorno. Il mare non è limpidissimo per via delle grandi onde, ma è comunque pulitissimo e incontaminato e l'ambiente è grandioso.
La spiaggia si presta a lunghe passeggiate tra le conchiglie, e permette di scoprire ambienti ancora vergini, dove i fiori terminano a ridosso della sabbia, i gabbiani sulla spiaggia superano di gran lunga il numero degli ombrelloni, e le onde trasportano continuamente le lumachine di mare che si affrettano a tornare in acqua. Spesso, scrutando l'orizzonte, si vedono i delfini saltare nell'oceano.

La baia di Plett è dominata dalla Robberg Peninsula, un promontorio che si allunga nel mare per 2 km. E' una tappa obbligata per le balene, che in inverno compiono il loro lungo viaggio migratorio.

Percorsi circolari permettono di fare un trekking indimenticabile. La passeggiata inizia dal parcheggio, quindi sale in montagna dove si domina tutta la Robberg Beach e ci si trova a picco sul mare. Le foche sembrano chiamarti, la vista è impareggiabile. Si valica quindi la montagna e ci si trova nel mezzo di dune bianche che arrivano fino al mare, dove una striscia di sabbia separa due mari. Ci si può concedere un bagno nelle acque che in questo punto sono freddine, ma resterà una nuotata indimenticabile e solitaria, accompagnata solo dal verso dei gabbiani. (durata ore 2.30).

Nelle vicinanze di Plett è d'obbligo una visita a Monkeylands, un parco istituito per l'inserimento delle scimmie nel loro ambiente naturale. Con un safari a piedi del mezzo della fitta foresta, è possibile ammirare un gran numero di primati, alcuni curiosissimi che ti accompagnano nella camminata.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

sabato 22 gennaio 2005 .

Ultima tappa della Garden Route, procedendo verso est, è il P.N. Tsitsikamma, che protegge quasi 60 km di costa e di montagne interamente coperte da foresta che arriva fino al mare.
Il mare in questo tratto è grandioso, non ci sono spiagge ma scogli, le onde si infrangono sui massi e creano spruzzi alti fino a 10 metri. Gli chalet del parco completamente in legno (100 euro chalet familiare per 5 persone), sono situati a pochi metri dal mare, e regalano un intenso momento a contatto con la natura e dell'immenso frastuono dell'oceano.
La sera si può cenare con un brai (carni cotte alla griglia, cena tipica sudafricana) direttamente sulla propria terrazza davanti all'oceano con il proprio barbecue a disposizione.
Numerosi sono i sentieri da percorrere in questa zona: il più accessibile è il Mounth Trail, di un'ora (a/r), che attraversa la foresta fino a raggiungere un ponte sospeso dove il fiume Storm River incontra il mare.

Da qui parte anche il percorso trekking più famoso del Sud africa: l'Otter Trail, un sentiero della durata di 5 giorni, da prenotare un anno prima, che permette di coprire quasi 50 km di costa.

La mattina seguente sveglia all'alba (ore 5, abbandonato anche dalla moglie ritiratasi per pigrizia), per percorrere il primo tratto dell'Otter Trail che raggiunge una cascata che si tuffa direttamente nel mare.
A quest'ora i colori dell'alba sono eccezionali nonostante il tempo nuvoloso, l'assenza di altre persone rende il percorso elettrizzante e rilassante: pochi momenti indimenticabili, tu e la natura, un incontro che andrebbe riscoperto più frequentemente.

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Spiaggia paradisiaca nella Robberg Peninsula

Outdshoorn, fattoria di struzzi

Outdshoorn, fattoria di struzzi

Knysna

Knysna

Plettenberg Bay

Plettenberg Bay, Robberg Beach

Plettenberg Bay, Robberg Peninsula

Monkeylands

Monkeylands

Monkeylands

Tsitsikamma NP, il ponte sospeso

Tsitsikamma NP

Tsitsikamma NP

Tsitsikamma NP

Tsitsikamma NP

Tsitsikamma NP, l'Otter Trail

Tsitsikamma NP, cascata lungo l'Otter Trail
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: macgreg

  • ALBERTO GREGORI
  • Età 16446 giorni (45)
  • CASTIGLIONE D'ADDA

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>