L'africa dei contrasti : SUD AFRICA

macgreg : africa : sud africa : sun city, pilanesberg
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio SUD AFRICA SUD AFRICA
L'africa dei contrasti

Sun City, Pilanesberg

Pilanesberg
foto inserita il
10 Feb 2005 08:43
Pilanesberg
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

L'africa dei contrasti

Località: Sun City, Pilanesberg
Stato: SUD AFRICA (ZA)
0

Data inizio viaggio: martedì 25 gennaio 2005
Data fine viaggio: sabato 29 gennaio 2005

Il Sudafrica è uno dei luoghi più straordinari da visitare: città splendide come Cape Town, parchi naturali incontaminati come il Kruger, spiagge deserte lambite dall’oceano, paesaggi mozzafiato e fauna e flora uniche al mondo.
La mia guida e diario di viaggio sul Sud africa: www.luoghidanonperdere.com

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

martedì 25 gennaio 2005 . Sun City

Sun City si presenta come la Las Vegas sudafricana.
Un miraggio che sorge dal nulla nel mezzo della savana, una costruzione colossale, dominata dal Palace of the Lost City, la ricostruzione di un fantomatico palazzo perduto che si alza con le sue guglie e cupole color ocra, in stile Walt Disney, ora uno dei più lussuosi complessi alberghieri del mondo.
Ma la creazione non si limita all'hotel, ma anche di tutto il paesaggio circostante, dalla giungla, ai laghi, alle cascate che scendono dalla montagna.
E nel mezzo del complesso, tra slot-machine, ambienti grandiosi e lussuosi, spettacoli e scenografie maestose, è stato costruito uno dei parchi acquatici più incredibili (Valley of wave), raggiungibile attraversando il Ponte del Tempo circondato da giganteschi leoni ed elefanti in pietra, sotto ad un vulcano: una piscina enorme per rinfrescarsi dalle alte temperature, con sabbia artificiale di silice, palme, acqua trasparente: sembra davvero di essere al mare.....o forse lo siamo davvero. Ogni 2 minuti infatti parte un'onda gigantesca alta due metri che crea un effetto davvero straordinario. Gli acquascivoli partono da costruzioni simili a templi sparsi nella montagna, come il Tempio del Coraggio, uno scivolo "quasi" perpendicolare lungo circa 100 metri. Adrenalina.
Percorsi tra ponticelli e sentieri permettono di addentrarsi nella giungla artificiale, tra cascate e laghetti e splendide vedute di tutto il complesso.
Insomma, un luogo completamente finto: o lo si ama, o lo si odia....ma io vado matto per questi posti...
Una cosa importante ad ogni modo bisogna dirla: è uno dei pochissimi posti in Sudafrica dove i bianchi e i neri si divertono "insieme": infatti mai in tre settimane ho visto tanti neri in vacanza in un luogo principalmente frequentato da bianchi come qui a Sun City. Forse uno dei primi passi verso un'intesa razziale in questo Paese costernato nel passato da tanta violenza ed emarginazione.


caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

mercoledì 26 gennaio 2005 . Pilanesberg

Ma a pochi km in linea d'aria dall'Africa meno autentica di tutto il Continente, ecco la "vera africa", quella che chiunque sogna di poter ammirare prima della partenza.
Le montagne infatti separano questo ambiente tutto finzione dal Pilansberg NP, una delle più belle riserve faunistiche del mondo.
In un ambiente naturale, nel centro di un cratere di un vulcano spento, fatto di savane, montagne e magnifici paesaggi verdissimi, e soprattutto in una zona dove la malaria non rappresenta un problema (rarità per i parchi africani), il Pilanesberg si pone come valida alternativa al famosissimo Kruger per poter ammirare da vicino, e con un pò di fortuna, i famosi Big Five (leone, bufalo, ghepardo, elefante, rinoceronte).
Oltre 150 km di strade sterrate da percorrere con la propria auto oppure partecipando a safari su jeep guidate dai rangers, alla continua ricerca degli animali che siamo abituati a vedere negli spazi ristretti dei nostri zoo. Ma qui gli spazi sono immensi, qui gli ospiti siamo noi, che chiediamo di entrare per qualche giorno a contatto con i veri padroni di queste terre.
Gli avvistamenti non sono facili, le strade forse non percorrono nemmeno un terzo del parco, a volte si passa anche mezz'ora in auto senza avvistare nulla (nemmeno un'altra auto). Inizialmente si può rimanere anche delusi.
Ma gli incontri, lentamente, aumentano e diventano mozzafiato; prima un branco di zebre da lontano, poi da vicino fino ad attraversarti la strada. E poco dopo tre rinoceronti che passano lentamente nel bush, oppure una decina di giraffe che sembrano osservarti negli occhi dalla loro altezza. E poi un enorme e vecchio elefante intento al suo pasto, o i branchi di bufali che si avviano pigri al beveraggio, circondati da numerose gazzelle, impala, kudu al pascolo.
Nelle vicinanze delle pozze d'acqua sono state create terrazze panoramiche raggiungibili a piedi tramite sentieri sicuri: si lascia l'auto, si apre il cancellino (ricordarsi anche di chiuderlo per non correre il rischio di essere sbranati...) e si percorrono percorsi che sembrano gabbie fino ad arrivare a terrazze di legno sull'acqua, dove si possono ammirare ippopotami e coccodrilli.
Più difficile scorgere i leoni: la loro attività si svolge durante le ore fresche della giornata, per cui, sono d'obbligo le levatacce alle 5 del mattino.
Difficilissimo invece incontrare l'ultimo big five: il ghepardo.

Magici sono anche i pernottamenti all'interno della riserva: ad iniziare dai più economici ma semi-lussuosi resort come il Manyane (doppia in mezza pensione € 60 a persona), fino ad arrivare ai più lussuosi lodge, con servizio paragonabile alle riserve private del Kruger, come il Tshukudu oppure il Kwa Maritane.
Il Manyane rappresenta una valida soluzione per coloro che decidono di visitare autonomamente il parco con il proprio automezzo o partecipando a safari organizzati con le jeep (vivamente consigliato, € 20). Si tratta di bellissimi cottage sparsi nella savana, ambienti ben curati e ristorante eccellente dove la mezza pensione permette di ordinare a libera scelta dall'infinito e caratteristico menu a la carte. Piatto da non perdere: tris di spiedini di coccodrillo, struzzo e kudu.

I secondi invece sono caratterizzati da ambienti davvero lussuosi ed un servizio molto particolare: accettano al massimo una ventina di clienti, ed il prezzo (da € 160 a 230 a persona) comprende la pensione completa (tra cui la cena nel boma attorno al fuoco), due safari "personalizzati"e la passeggiata nel bush scortati da rangers armati.

Per finire, se proprio non siete riusciti ad avere un incontro ravvicinato con un leone, tornando verso Johannesburg si può sostare qualche ora al Lyon Park, una riserva privata di dimensioni contenute. Anche qui si accede con la propria vettura, e gli incontri con il re della foresta sono davvero probabili.
Forse meno autentici, ma vi posso assicurare che vedere un leone ed una leonessa con occhi inferociti puntare verso la propria auto, è un'esperienza davvero "indimenticabile".

C'è un altro parco malaria free che merita una visita in Sud africa: si tratta dell'Addo NP, situato a 70 km circa a nord di Port Elizabeth.
Qui siamo arrivati quasi per caso, ed il luogo si è invece rilevato favoloso.
E' una riserva che è stata creata nel 1931 per difendere i pochi esemplari di elefanti che erano rimasti. Da quel giorno, i pachidermi si sono moltiplicati fino a toccare attualmente oltre 400 esemplari, oltre a bufali, kudu, antilopi, rinoceronti, facoceri, ecc.

A differenza del Pilanesberg e del Kruger, in questo parco gli incontri con gli animali sono continui anche se di varietà limitata, viste le dimensioni contenute della riserva (si parla comunque di oltre 70 km di strade sterrate a disposizione...) in un ambiente selvaggio e molto suggestivo.
Può capitare come a noi (e penso non sia una rarità), di essere circondati da oltre 20 elefanti nel bel mezzo della strada, un incontro affascinante ed anche un poco adrenalinico, non conoscendo le reazioni di questi enormi animali che qui non sono di certo addomesticati.
Momenti indimenticabili.

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Pilanesberg

Sun City

Sun City

Sun City

Sun City

Sun City

Sun City

Pilanesberg NP

Pilanesberg NP

Pilanesberg NP

Pilanesberg NP

Pilanesberg NP

Pilanesberg NP

Lyon Park

Lyon Park

Lyon Park

Lyon Park

Addo NP

Addo NP

Addo NP

Addo NP

Addo NP
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: macgreg

  • ALBERTO GREGORI
  • Età 16382 giorni (45)
  • CASTIGLIONE D'ADDA

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>