AVVENTURA A ZANZIBAR : TANZANIA

andy : africa : tanzania : zanzibar : coral reef
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio TANZANIA TANZANIA
AVVENTURA A ZANZIBAR

CORAL REEF

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

AVVENTURA A ZANZIBAR

Località: CORAL REEF
Regione: ZANZIBAR
Stato: TANZANIA (TZ)
0

Data inizio viaggio: sabato 11 novembre 2006
Data fine viaggio: domenica 26 novembre 2006

Partendo dal presupposto che la vacanza è soggettiva , per quanto mi riguarda non ho grosse pretese se non mare , sole , relax......
Per motivi di lavoro , posso fare vacanza solo nel mese di novembre ,di conseguenza le mie mete sono sempre calde.
Quest'anno avevamo scelto l'isola di Zanzibar .
Per la prima volta ho viaggiato con la compagnia NEOS che devo dire è la migliore finora ,aereo piccolo rispetto all'EUROFLY, ma il personale di bordo veramente,veramente cortese e gentile (passano ogni mezz'ora con una bottiglia d'acqua,rispetto all'EUROFLY che se chiedi un bicchiere di acqua ti rispondono che non sono camerieri...)
L'arrivo a Zanzibar di primo impatto, è stato tragico : appena fuori dall'aereo vieni investito da quest'aria umida e calda che quasi vorresti rientrare.
Poi il ritiro dei bagagli.......un'odissea. Un'ora e un quarto per individuare le valige di 350 persone perchè non c'è il rullo trasportatore e alla fine, dando la mancia ai ragazzi con il tuo nome ,voilà in due secondi ricevi i tuoi bagagli beli e pronti dietro un pannello di legno ,nascosti apposta.
Dopo tre quarti d'ora di strada serrata durante la quale ti si presenta uno scenario di vita mai visto, siamo arrivati a destinazione. il CORAL REEF resort.
Apparentemente tranquillo ,no lusso,giusto l'indispensabile,animazione veramente soft ,una bella spiaggia privata,il mare....quello che cercavo insomma. Subito doccia,costume ,crema protettiva e via in spiaggia (per fortuna avevo preso una camera vista mare,perchè le altre sono davvero molto lontane e, sotto il sole cocente sin dalle prime ore del mattino, non deve essere molto piacevole)
MA,perchè c'è un grosso ma, e non me ne vogliano tutti quelli che ho letto che si sono trovati benissimo, quasi subito mi sono dovuta ricredere.
Sostanzialmente si mangiava bene ma sono rimasta un pò contrariata quando a buffet ho trovato le lasagne!!!!!!
Un villaggio italiano..... Aiuto!!!!! Ho comunque ho dovuto sottostare visto che dovevo trascorrerci 2 settimane.
E qui cominciano le lamentele: pezzi di vetro nell'insalata....per carità può capitare ma un semplice "mi dispiace" da parte della direzione quando gli è stato comunicato sarebbe bastato ,invece di: è impossibile viene tutto super controllato......evidentemente no!!!!!!!
Così avevo il dente avvelenato .
Caratteristici sulla spiaggia sono il vero volto di Zanzbar: i beach boys ,la vera zanzibar e non i Masai che sono emigrati tanzaniani. E' vero , appena arrivati ti tartassano,ti inseguono ,cercano di venderti di tutto,ma solo perchè è l'unica forma di sostentamento che hanno.
Lì ho conosciuto il Tartaruga group: ragazzi fantastici ,divertenti ,ONESTI (e lo sottolineo)che ti propongono le escursioni più belle e veramente caratteristiche e che costano la metà di quelle che ti propone l'hotel.
Tutti i clienti che erano già lì ,ci hanno consigliato di fare le escursioni con loro,ma tutto fatto a bassavoce e poi ho capito perchè.Da premettere che quando sono arrivata il pacchetto di escursioni con l'hotel costava 70€(3 uscite)e le uscite in barca per la pesca d'altura ben 350€ da dividere. Visto che poi tutti i clienti facevano le escursioni con i beach boys,hanno abbassato il prezzo a 40€ la seconda settimana il che mi ha fatto pensare.......
Quindi è cominciata la guerra con i beach boys e i direttore ha chiamato la polizia per farli arrestare.Roba da pazzi : i ladri erano loro e volevano far arrestare gli altri che tra l'altro non ti obbligavano a uscire con loro ma eravamo noi a scegliere la convenienza e l'originalità. In più un bel giorno è arrivato un animatore dicendoci di non fare da tramite (i b.boys ci avevano chiesto di confermare l'orario di partenza ad altri clienti per l'escursione del giorno sucessivo) perchè avrebbero arrestato anche noi ........MA STIAMO SCHERZANDO??????
Nell'unica escursione che ho fatto co l'hotel 1) non ho visto il tramonto per il quale avevo PAGATO,2) al ritorno abbiamo avuto un quasi incidente frontale con un Dalladalla (tipico bus zanzibarino) nel quale siamo stati fortunati a non ribaltarci con il pulmino visto che alla nostra sinistra c'era un piccolo burrone...... E anche qui nessun "mi dispiace" da parte della direzione. In più a chiunque volesse comunqe andare al CORAL REEF, consiglioo di portarsi direttamente i dollari dall'italia,o di cambiare in scelini tanzaniani fuori dall'hotel,perchè anche in questo sono dei veri ladri: loro cambiano i dollari 1ad 1€ e per gli scellini si prendono 300 scellini di commissine(1€=1600scellini / 1$=1300 scellini loro li cambiano a 1300x1€,e 1100x1$) ladri........
In più sarete fortunati se nella vostra settimana di vacanza c'è il mare;io sono stata fortunata perchè la prima settimana al mattino avevo sia il sole che il mare , ma nella seconda era davvero angoscioso avere il sole africano caldissimo e poi percorrere 800m a piedi per poter fare il bagno.
I ragazzi che lavorano ,che secondo me sono la vera anima del villaggio, vengono enormemente sottopagati (a chi va bene sono 50$ al mese)e mi raccontavano che questo era dovuto all'imigrazione dei tanzaniani che rubano loro il lavoro perchè si accontentano del basso salario: invece di valorizzare il territorio!!!!
La cosa che mi è rimasta infatti nel cuore ,sono gli occhi dei bambini di Zanzibar che davvero per una semplice caramella farebbero di tutto,anche correre in contro ai pulmini in corsa dei turisti rischiando di cadere e farsi male!!!!!!La povertà delle famiglie che comunque sorridono e sembrano che la cosa non riguardi loro e ti rispondono HAKUNA MATATA .
Questa e la vera Zanzibar e non i villaggi di stile consumistico nel quale noi andiamo a fare vacanza e a mangiare cibo ITALIANO,quando fuori c'è chi veramente non ha niente da mangiare!!!!!!!!
In sostanza andate a Zanzibar se volete vivere la realtà africana ed emozioni mai provate,MA NON ANDATE AL CORAL REEF................................A nord dell'isola è decisamente più bello. c'è sempre il mare fresco(e non bollente come al CORAL REEF) il tramonto sul mare ,contatto con la gente locale ma soprattutto pochi italiani .
Quindi BUONA VACANZA!!!!!!!!!

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali

Loading...

Pensiero di nene83 pubblicato il 07/02/2008 16.14.28

Per rispondere ad andy.......e a tutte quelle persone che viaggiando, invece di rimanere in religioso silenzio davanti a un'alba, di inchinarsi in segno di rispetto difronte ad un saggio anziano masai, e di commuoversi allo sguardo interrogativo di un bambino, pensano di poter portare un pezzo di nevrotico occidente ovunque vanno dico:
i bagagli non li hai comodamente trovati sul nastro trasportatore e hai dovuto pagare per averli?sei in africa...e loro chiedono soldi per ogni cosa a noi ricchi muzungu....
hai trovato le lasagne?sei andata in un villaggio italiano, dove i locali fanno di tutto per accontentare chi, come te, nn sa godere delle particolarità del posto in cui va...
i beach boys sono l'anima di zanzibar...aaaaahhh
loro mia cara sono immigrati kenioti e rappresentano la vera mafia africana...e i turisti pietosi e ignoranti come te non fanno altro che alimentarla.
i masai sono la vera anima di zanzibar...immigrati tanzaniani....ma non siamo in tanzania?forse devi rivedere un pò di geografia..e ti assicuro che l'animatore ti stava facendo solo un servizio in quel momento.
ti parlo da persona che ha vissuto a zanzibar...e conosce la vera realtà locale...e proprio per questo ti do un consiglio...la prossima volta rimani a casa...o vai a farti un viaggio in una capitale europea!l'africa non fa per te...o tu non fai per lei......

Pensiero di ilale pubblicato il 06/05/2008 14.37.12

Ho letto alcuni commenti sul CORAL REEF di ZANZIBAR e devo essere necessariamente d'accordo con i commenti NEGATIVI. La mia è stata un'esperienza PESSIMA, e sconsiglio vivamente questo resort. In poche parole: 1. appena giunti si è tormentati dagli animatori per svolgere escursioni da loro organizzate e cercano di dissuadere dall'effettuare escursioni con i beach boys con racconti "da brivido", terrorizzando i clienti (gli animatori percepiscono delle percentuali). 2. se hai effettuato un'escursione con i beach boys, meglio non dirlo, ti tormenteranno ancora di più. 3. in generale il personale è incompetente. 4. sono stata derubata all'interno della stanza (tutti i soldi) avendo commesso l'errore di lasciare la chiave alla reception (che dovrebbe in teoria essere luogo sicuro) e non ho ricevuto nessuna assistenza, nessun supporto e tornata in Italia non rispondevano (i responsabili del villaggio) ai miei messaggi, insinuando addirittura un mio "imbroglio" (commenti ricevuti da una mia amica ancora presente nel villaggio dopo la mia partenza). Non pretendevo un risarcimento, ma almeno correttezza!!! Ribadisco: Le chiavi erano in reception!!! Una vacanza da Incubo! e la cosa peggiore è che si trattava di un villaggio italiano, ma della peggiore razza di Italiani!
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: andy

  • antonella anzelmi
  • Età 16020 giorni (44)
  • bari
  • quando pensi che il mondo ti sta crollando addosso, pensa che c'è chi sta peggiodi te

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>