PHUKET IN COPPIA : TAILANDIA

gigio&ceppi : asia : tailandia : phuket
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio TAILANDIA TAILANDIA
PHUKET IN COPPIA

Phuket

Karon Beach
foto inserita il
29 Mar 2011 17:53
Karon Beach
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

PHUKET IN COPPIA

Località: Phuket
Stato: TAILANDIA (TH)
1

Data inizio viaggio: lunedì 31 marzo 2008
Data fine viaggio: martedì 15 aprile 2008

Dopo tanti anni di vacanze ai Caraibi, ecco che finalmente decidiamo di spostare il nostro itinerario ad Est. E vogliamo farlo verso una località super turistica come la Thailandia facendo tappa fissa a Phuket. Il periodo prescelto, come tutte le volte, è fra marzo ed aprile, quando ormai si raggiunge la saturazione massima dell’inverno e del suo freddo.La reputazione classica di quest’isola a volte precede, ingiustamente, tutti gli altri aspetti che invece andrebbero decantati con maggior risonanza, ma a noi non interessavano le classiche leggende metropolitane, che poi non sono molto differenti da altri luoghi che abbiamo visitato. Quello che noi ricerchiamo sempre in un nostro viaggio è l'entrare in contatto con la gente del posto, capire il loro modo di vivere la vita, nel totale rispetto dei loro costumi ed usanze (...e vi garantiamo che la famosa Festa dell'Acqua, o Capodanno tailandese, nè è un esempio), ed è così che abbiamo fatto anche questa volta nonostante le sole due settimane.
Una cosa và detta e che conferma quello che si legge e si sente dire: quando sei in Thailandia, indifferente dove, sei veramente nella "Terra del sorriso".
Noi non ci riteniamo all'altezza per suggerire come trovare il volo piu' economico o la sistemazione migliore ma possiamo tranquillamente assicurare che un viaggio del genere ti lascia veramente qualcosa dentro, non ultima la voglia di ritornare per conoscere ancora meglio questa realtà , questo modo di affrontare la vita, con rispetto e dignità verso tutti e tutto e scoprire, anche su un’isola come Phuket, quegli angoli di paradiso, non contaminato dal turismo di massa, che ancora esistono.
Anche quì, se uno vuole vedere con occhi diversi, riesce a trovare la vera anima thailandese, fatta di cose semplici, cordialità, simpatia e….sorrisi.
Dopo queste piccole, ma doverose, considerazioni personali veniamo alle cose essenziali e, spero, utili per chi volesse andare a Phuket.
VOLO: la scelta del volo, dopo varie opzioni, è caduta sulla compagnia di bandiera Thailandese. Costo del biglietto in linea con gli altri vettori (circa 1000 Euro a testa con 3 trasferimenti) ma servizio, comodità e puntualità decisamente superiore e, considerate le quasi 11 ore di volo, non è poco. Cosa da non trascurare, sperando di non averne mai bisogno, il rimborso del biglietto fino all'ultimo centesimo anche per una disdetta il giorno stesso della partenza (previo semplice certificato medico).
ALLOGGIO: noi abbiamo escluso Patong per evitare di rimanere svegli fino alle 4 del mattino ed abbiamo optato per un'albergo, di gestione italiana, a Karon Beach trovato via internet (scelta eccellente come prezzo, qualità del servizio e simpatia di tutto lo staff).
SPOSTAMENTI: durante il giorno senza ombra di dubbio lo scooter. L'isola non è grande, tutte le spiagge sono raggiungibili tranquillamente.....attenzione solo alla guida a sinistra, bisogna un po' prendere la mano. Servizio non trascurabile è che il nostro albergo noleggiava anche motorini, per cui abbiamo evitato la classica trafila burocratica (è valida la nostra patente ed il casco è obbligatorio per il solo conducente). Girare con lo scooter ti permette di apprezzare angoli paesaggistici strepitosi, fare tappa in piccoli paesini o spiaggette nascoste, oppure, come è successo a noi, fermarti per far passare degli elefanti o per dar da mangiare un pezzo di pane a qualche scimmietta un po’ curiosa. Per gli spostamenti notturni meglio affidarsi ai numerosi tuk tuk, conoscono tutta l’isola, sono disponibili 24h su 24h e non costano molto.
SPIAGGE: dal punto di vista naturalistico sono tutte meravigliose, anche Patong nonostante sia indubbiamente la piu’ affollata. La nostra preferita è Ya Nui Beach, subito prima del pittoresco villaggio di pescatori di Rawai. La spiaggia non è grande, quindi poco frequentata, ed ad una certa ora del tardo pomeriggio puoi ritrovarti anche da solo. Una nota particolare merita anche Freedom Beach, una spiaggia di Phuket raggiungibile solo via mare con le loro tipiche imbarcazioni, ma ne vale veramente la pena.
Per le isole piu' conosciute non si ha che l'imbarazzo della scelta, ci sono uffici turistici che organizzano tour quotidianamente, l'importante è trattare sempre il prezzo. Una cosa, piacevolissima, che trovi in tutte le spiagge sono i gazebo dei famosi massaggi tailandesi…..un’autentico toccasana, ritrovi un benessere psico-fisico mai provato prima ed i suoi benefici sono duraturi nel tempo e si prolungano anche a vacanza finita.
DIVERTIMENTI: tutto quello che uno desidera in tutta l'isola....ma Patong è unica. Forse altre persone potranno smentirmi ma, personalmente, devo riconoscere che sia a Patong che in tante altre zone piu’ o meno turistiche dell’isola, abbiamo avuto l’impressione che la criminalità (o meglio microcriminalità) sia quasi inesistente. Questa sensazione risulta assolutamente piacevole per chi come noi, almeno in quella piccola parentesi che si chiama vacanza, desidera dimenticarsi dei vari problemi quotidiani e dello stress che ci accompagna per gran parte della vita.
CIBO: indubbiamente la cosa è soggettiva, la loro tipica cucina a qualcuno può piacere ad altri no. Per noi è straordinaria, in tutti i casi nessuno muore di fame, trovi dalla pizza, alla pasta, alla carne, al pesce (…e che pesce!!), alle verdure, di tutto e di piu'.
PREZZI: quasi irrisori (1 Euro= 48 Bath circa). La cosa buffa è che a volte ti ritrovi a trattare per centesimi.....e alla fine quando ti rendi conto lasci pure la mancia. In tutti i casi l’arte del trattare è una loro usanza e quindi, oltre all’aspetto a volte divertente, và rispettata.
A questo punto l’unica cosa che mi sento ancora d’aggiungere è quella di mettere in preventivo, almeno una volta nella vita, un viaggio in questa bellissima terra, accarezzata da un mare cristallino, abbracciata da una natura rigogliosa e stupenda ed animata da una popolazione unica che nonostante tutti i problemi che la possono assillare sà ancora accoglierti con un SORRISO. Buon viaggio a tutti.

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Karon Beach

Kata Beach

Ya Nui beach...la nostra preferita

Freedom beach

Tramonto a Karon

Kamala beach

Effetto sabbia

Coral Bay
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: gigio&ceppi

  • UGO BIASIOL
  • Età 19632 giorni (54)
  • RONCHI DEI LEGIONARI

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>