Thailand is my passion : TAILANDIA

viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio TAILANDIA TAILANDIA
Thailand is my passion

Chang Mai, tempio
foto inserita il
20 Dec 2005 14:02
Chang Mai, tempio
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Thailand is my passion

Stato: TAILANDIA (TH)
0

Data inizio viaggio: mercoledì 18 agosto 2004
Data fine viaggio: sabato 11 settembre 2004

la thailanda ti colpisce, nel bene o nel male, io mi sono innamorato di tutto, delle donne, della cucina, dei colori, della gente, insomma in me ha lasciato il segno... ci torneo presto, promesso, ci tornerò molto presto...

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

mercoledì 18 agosto 2004 . Il NORD (18/08 al 25/08)

Parto da Fiumicino alle 13.30 del 18 agosto, da solo perché devo raggiungere i miei due amici che gia da 2 giorni sono arrivati a Bangkok... la compagnia aerea, Emirates è ottima, schermi al plasma su ogni sedile con giochi e film che usciranno nei nostri cinema solo dopo qualche mese, si mangia di brutto, e si beve anche di più, rosso e bianco, birra e digestivi sono distribuiti, con la formula “compreso nel prezzo” dalle belle Hostess arabe e non, insomma il viaggio passa, nonostante le interminabili 11 ore con il culo a 10000 metri di quota, e senza contare il doppio scalo di Malpensa e Dubai (aeroporto che per il lusso con il quale è progettato merita davvero di essere visto a fondo). arrivo a Bangkok alle 12.30 del 19 agosto... ce l’ho fatta!!

Non c’è tregua, appena sceso, convenevoli svolti, la partenza è immediata, prima tappa del viaggio, il Nord...
Solati subito da un tassista in combriccola con un agenzia di viaggio, paghiamo l'equivalente di 10 euro per trasporto fino alla stazione dei bus, cerchiamo quello che ci porterà, o meglio cosi crediamo a Kanchanabury (ci sarebbe venuto 2.70 euro se non avessimo dato retta al ladrone). Immediatamente in marcia, sceso il buio, impossibile la comunicazione con l’autista, nonché con le miriadi di persone caricate a forza e refrigerate, contro i tenta e passa gradi appesantiti da un umidità da capogiro, da un paio di ventilatori sgangherati… puzziamo come mucche al pascolo…sbagliamo a scendere e ci troviamo praticamente nel nulla, non mangiamo, e troviamo un “hotel” ribattezzato a breve “della morte”... 1 euro notte, comprensive di lucertole morte in bagno, se cosi si può chiamare un loculo di 1.5 x 1.5 metri, lettone matrimoniale per tre, finestra che da sul muro, alla Fantozzi, e aria condizionata, aria condizionata si, quella, in Thailandia non manca mai, come la tosse, i raffreddori, i mal di gola a cui ovviamente si è soggetti visto il continuo sbalzo di temperatura.

Ore 5 di mattina, la notte passata quasi insonne e con il timore di uno Psyco all’orientale, di buon ora ci rimettiamo in marcia, e raggiungiamo la prima meta, finalmente…il parco nazionale del Sayok, bellissimo, naturalissimo, incredibile, facciamo un giro in barca, sfruttiamo le acque sulfuree e termali del posto, bagno sotto una cascata, e troviamo per dormire un resort galleggiante sul fiume, senza elettricita, illuminato con lampade a petrolio, ma pulito e bellissimo. La notte il buio è quello vero, quello che da noi non vedremo mai, come non vedremo mai, grazie a Dio le enormi cucarace che infestano queste zone, per i non esperti, scarafaggioni davvero schifosi e capaci di arrampicarsi ovunque in combutta con l’oscurità... mangiamo, thailandese, ottimo e a soli 1.50 euro a testa... incredibile...

la mattina siamo di nuovo in viaggio, destinazione Ayuttaia da cui prendere il treno che ci porterà in nottata a Chang Mai, nel profondo nord. Ayuttaya è bellissima, il parco storico è incredibile, ma lo vediamo solo di sfuggita, non c'è tempo… facciamo i biglietti per la cuccetta e siamo gia sul treno... la notte passa in fretta, i letti sono comodi e puliti, lo scompartimento è comune, vediamo parecchie facce europee, ancora ci fanno piacere, presto impereremo ad amare di più i vispi occhi a mandorla…

A Chang Mai sostiamo nel resort Lanna House, centralissimo, gestito a parer nostro da un Trans locale, impariamo la prima lezione: qui i Trans sono nella maggior parte dei casi irriconoscibili, il rischio del vecchio wurstellone è sempre in agguato… il posto è comunque vicino al night bazar tipico della citta, un mercato notturno molto caratteristico, e la fortuna vuole che capitandoci di domenica troviamo anche durante il giorno il sunday market, altro mercatone assurdo, Lacoste a 2 euro, Nike Shox a 25, magliette, pantaloncini, parei, tutto ma proprio tutto, da impazzire...
Direttamente con l'hotel prenotiamo una gita di due giorni:elefanti, trekking, dormita in villaggio, rafting, tutto veramente incredibile, in particolare il trekking, davvero distruttivo, guadi di fiumi con l'acqua fino al collo, salti, crepacci, insomma, vero ma proprio vero... non avremmo mai creduto potesse essere cosi eccessivo, e ci spieghiamo solo poi perché il pagamento di 500 Bath (10 euri), mistero svelato, era un’assicurazione sulla vita, azz!!… Il villaggio in cui dormiamo la notte è in cima ad una montagna, allucinate per quanto è bella la vista e il luogo, siamo in piena giungla, siamo nel nulla, è la vera Thailandia...

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

mercoledì 25 agosto 2004 . SUD, isole, mare, divertimento (26/08- 11/09)

la festa finisce e con un pulman la notte successiva siamo di nuovo in viaggio verso Bangkok, arriviamo piu stanchi di prima e con un volo interno (80 euro, sconsigliatissimo se avessimo avuto piu tempo…) ci catapultiamo nell’isola di Ko Samui, unico vantaggio, vedere l'aereoporto locale, stile legno e paglia, praticamente caraibico, affascinante davvero...
troviamo un resort anch'esso centralissimo, OP-bungalow, per 3.50 euro a notte,affittiamo anche i motorini (2 x 3 euro al giorno) cosi che durante le giornate giriamo un pò di spiagge diverse, tutte quanto meno incredibili,anche se il nostro bungalow è a 10 metri dalla sabbia, e di sera ci cerchiamo ristorantini caratteristici direttamente sul mare, da gran signori, che qui pare siamo. La notte poi siamo liberi di girare evitando i tuk tuk. due i posti serali piu fichi, il reggae pub, difficile trovare di simile in italia, enorme locale con musica reggae dal vivo tutte le sere; e il Supersub che dista dal nostro resort 500 metri e comprende 6-7 locali dove si balla, si beve, e per chi vuole si fa altro, qui "l'altro", diviene talmente facile e anche gratuito da perdere la testa, ma occhio al solito piscione nascosto, il rischio c’è sempre…

3 giorni filano veloci, ripartiamo alla volta di Ko Pangan, il 30 ci sarà il full moon party,per i non addetti informatevi sul web, la festa piu assurda della mia vita, non che le due sere che precedono la festa siano da meno... 20 locali sulla spiaggia, musica per ogni gusto, gente che balla dentro e fuori, secchielli, e ripeto secchielli di rum, a 2 euro a capoccia, la follia vera, il massimo, e tutto la notte del full moon party è triplicato a partire dalla gente, quasi 60-70 mila persona e solo perche siamo in bassa stagione, da ogni parte dell'Asia, dell'Europa, dell'America... è l'apoteosi, è il top, è l'orgasmo puro...
la sistemazione per i 4 giorni è spettacolosa: Boom's cafè si chiama il resort, la proprietaria Nok è una mamma, cucina come nessuno prima ci aveva fatto mangiare, è ospitale, 2 bungalows a 3 metri dalla spiaggia a 3 euro a notte a testa, palme, cocchi freschi da spaccare e bere o mangiare, amache... insomma il relax quello vero, quello da cartolina... almeno fino alla notte...

doveva finire anche questo, ci rimettiamo in marcia, dobbiamo vedere per forza di cose la riccione thailandese, Puket, bella anche questa, strade lunghissime con mille localetti e bar, e donne, tante donne da svenire, non resisterete mai!!!!!!!!!
prenotiamo un tour di una giornata per visitare Phi Phi Island, la spiaggia di Di Caprio e del film the beach, tutto molto turistico, tutto molto più costoso della media, ma del resto andava fatto...

Alla fine ci spiace ripartire anche da qui, ma ci aspetta la penultima tappa, e anche il penultimo viaggiane distruttivo, ore 12, passate in pulman, con aria condizionata da togliere il fiato, bardati con due coperte addosso e lo stress misto odorato che peggiora e peggiora… Ultima isola, questa volta per nulla turistica, Ko Chang, il resort si chiama Cookies, sulla spiaggia, pulito, funzionale, carinissimo,. la spiaggia è bellissima, il mare anche, ma pieno di meduse, fare il bagno è un impresa, la notte è tutto calmo e quieto, un paio di pub, un posto dove suonano dal vivo, niente di piu, dopo le notti brave dei giorni scorsi ci sembra un mortorio, ma alla fin fine è stupefacente anche questo posto... Ci rimangono, da italiani medi, due sfide a beach soccer, per altro vinte con onore contro “rappresentativa” tailandese e messicana, tutto calcio nostrano, palla lunga e pedalare, che regalano un po d’orgoglio al nostro bel paese.

Torniamo a bangkok, D&D è il resort in Chosan road (si scriverà cosi???? non credo), centralissimo, 3 euro a notte, hotel con piscina, aria condizionata, frigo in camera, mercato sotto casa, visitiamo nella capitale anche il mercato di Pat Pong, dove troverete tutto ma proprio tutto e dove il contrattare sarà un arte, qui ogni vostro sogno in fatto d’abbigliamento sarà soddisfatto, qualsiasi oggetto, vestito, orologio e scarpa inavvicinabile come prezzo da noi diventa una banalità, ogni marca, ogni colore, ogni tessuto, i patiti dello shopping perderanno la testa, io che non lo sono, ho speso tutto…

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Chang Mai, tempio
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: ssgueo

  • simone Sgueo
  • Età 13592 giorni (37)
  • Roma
  • vivi e lascia vivere

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>