Pedalando sull'Isola di Krk : CROAZIA

mmenotti : europa : croazia : isola di krk
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio CROAZIA CROAZIA
Pedalando sull'Isola di Krk

Isola di Krk

Tra le pietre dell'isola
foto inserita il
26 Feb 2005 11:07
Tra le pietre dell'isola
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Pedalando sull'Isola di Krk

Località: Isola di Krk
Stato: CROAZIA (HR)
0

Data inizio viaggio: mercoledì 21 aprile 2004
Data fine viaggio: giovedì 22 aprile 2004

Siamo sei amici che, durante le feste di Pasqua dello scorso anno, abbiamo organizzato delle escursioni in biciletta sull'Isola di Krk (Veglia) in Croazia. Quest'isola è la più grande dell'Adriatico ed il nostro punto di partenza, e di alloggio, è stata la cittadina di Krk.
L'isola offre dei paesaggi tra loro molto contrastanti: si passa dalle coste brulle del nord, alle spiagge turistiche del sud, attaversando il verde dell'entroterra. Arrivare sull'isola è abbastanza agevole, caratteristico è il ponte che la lega alla terraferma.
Giunti al campeggio, situato su un'altura poco distante dal centro, piantate le tende e preparate le bicilette, smontate per il trasporto in macchina, saliamo in sella per affrontare il nostro primo itinerario.

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

mercoledì 21 aprile 2004 . Krk-Stara Baska-Krk

Questo itinerario ci permetterà di visitare la costa meridionale dell'isola, caraterizzata da piccole spiagge dalle acque cristalline. Fin dalla partenza la strada è ondulata ed offre al ciclista tratti di salita alternati a discese non molto ripide: i tratti pianeggianti non sono molti.
Lasciamo Krk alla nostre destra per dirigerci verso Punat, distante circa 6Km. Il clima non è molto favorevole ma, vista l'ora di pranzo, ci fermiamo per pranzare, seduti vicino al lungomare.
Solo un piccolo giro nella cittadina, per poi ripartire verso la meta della giornata: Stara Baska. Il tratto di strada che divide le due cittadine, lungo circa 7 Km, prima si addentra nell'isola, riscoprendo una rigogliosa vegetazione dove non mancano greggi di pecore molto diffuse nell'isola, poi, man mano che si avvicnina alla costa, presenta colline dall'aspetto brullo. Dalla sommità di una di essa, attraversata dalla strada principale che percorriamo, è possibili intravedere in lontanaza la cittadina ove siamo diretti. Sostando sul bordo della strada, intravediamo tante piccole spiagge che, data la limpidezza dell'acqua, saranno sicuramente molto frequentate nel periodo estivo. La bellezza di questi posti, per un attimo viene annientata dalla nostra preoccupazione nell'affrontare la lunga discesa che scende a Stara Baska... riusciremo a tornare indietro prima che faccia sera? Consultiamo la cartina, da dove crederemo di prendere un sentiero dal quale, una volta arrivati a Stara Baska, sarà possibile raggiungere la più turistica Baska posta più a nord: andiamo a cercare il sentiero che affronteremo con le nostre ruote grasse. Stara Baska è una cittadina piccola e, visto il periodo dell'anno, non molto animata. Troviamo il sentiero proposto dalla cartina ma visto l'impegno che questo richiede nell'affrontarlo e, soprattutto perchè ormai sono le cinque del pomeriggio, decidiamo di non proseguire e di tornare a Krk lungo la strada già percorsa. Il cielo si rasserena, tra le nuvole spuntano i raggi del sole ormai basso, offrendoci colori e contrasti nel paesaggio proprio quando stiamo pedalando su strade sterrate su un'altura: fantastico.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

giovedì 22 aprile 2004 . Krk-Malinska-Njivice-Vrbnik-Krk

Dopo una ricca colazione, necessaria sia per dimenticare la fredda notte trascorsa, sia per affrontare la lunga tappa che ci aspetta, partiamo per il giro che ci farà scoprire tutti i punti dell'isola. La prima parte del percorso, lungo strade oggi non molto trafficate, si snoda lungo
l'entroterra dell'isola. Appena possiamo, percorriamo strade secondarie che ci porteranno fino alla cittadina Malinska lontana circa 8 Km da Krk. Sarà forse l'ora mattutina o forse il giorno di festa, che nella cittadina si assapora un aria molto tranquilla e rilassata. Consiglio vivamente, a chi fosse munito di mountain bike, di affrontare il sentiero lungo la costa che porta da Malinska a Njivice. Si parte dalla passeggiata lungomare, dove la strada è asfaltata, per affondare le ruote in uno sterrato che si noda in una pineta bagnata, sulla sinistra, dalle onde del mare. E' un sentiero talmente bello a tal punto che incontriamo più persone di quente ce ne aspettassimo:i loro sguardi sembrano increduli nel vedere dei ciclisti lungo questo sentiero. Ma perchè? Ecco la risposta che arriva subito dopo il passaggio di un cancello in legno: la stada, fin'ora larga e sicura, lascia il posto ad un sentiero che ci obbliga a scendere e portare la bicicletta in spalla, ma non allarmatevi perchè si tratta di poche centinaia di metri (forse poco meno di un chilometro).
Il cicloturismo è anche questo. Dopo una breve visita alla cittadina di Njivice, riprendiamo a spingere sui pedali verso Silo: il rumore delle onde che fin'ora ci ha accompagnati, lascia il posto ad un silenzio quasi surreale che si trova nell'entroterra. Sensazione strana accentuata, ad un tratto, da una vista "lunare"; lasciamo l'asfalto della strada principale per salire su un'altura, percorrendo una strada sterrata, dove le distese di prati sono disseminate
di sassi. L'isola è di origine carsica ed il suo territorio è ricco di sassi che, per lasciare spazio all'agricoltura, vengono tolti dai terreni per costruirvi i recinti di muri a secco. Poche case e poco traffico, sono altri aspetti caratteristici di questo tratto d'itinerario. "Discesa del 10%" così segna il cartello che indica la pendenza della strada per raggiungere la cittadina di Vrbnik. Fin dal primo istante che l'abbiamo vista in lontananza ci è sembrata la cittadina più caratteristica fin'ora visitata: si erge su un promontorio le cui pareti sono lambite dalle onde dell mare. La bellezza del centro storico ci invita a pedalare tra le sue trette vie: arriviamo fino ad uno strapiombo sul mare dove si vede la terra ferma. E' giunta l'ora di tornare verso Krk che oggi visiteremo in biciletta. I tredici chilometri che affrontiamo in biciletta per raggiungerla sono contraddistinti da panorami e sensazioni già riscoperti lungo la strada precedentemente percorsa.

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Tra le pietre dell'isola

Lungo i sentieri delle pinete sul mare

Siamo arrivati dove la terra incontra l'acqua... e oltre?

Il gruppo
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: mmenotti

  • Michele Menotti
  • Età 14979 giorni (41)
  • Corno di Rosazzo (UD)

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>