LIPSIA E DRESDA : GERMANIA

vinkor : europa : germania : sassonia : dresda, lipsia
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio GERMANIA GERMANIA
LIPSIA E DRESDA

Dresda, Lipsia

Palazzo comunale nella piazza del mercato
foto inserita il
16 Oct 2011 22:52
Palazzo comunale nella piazza del mercato
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

LIPSIA E DRESDA

Località: Dresda, Lipsia
Regione: Sassonia
Stato: GERMANIA (DE)
0

Data inizio viaggio: lunedì 29 agosto 2011
Data fine viaggio: mercoledì 31 agosto 2011

Da Praga proseguo in treno per Dresda, la capitale della Sassonia, città di circa 500 mila abitanti.
Il percorso in treno è rilassante con l'ottimo servizio prima ceco e poi tedesco, comodamente seduto ad ammirare il bel paesaggio verde lungo il fiume Elba mentre si incontrano varie cittadine dove scendono i pendolari che lavorano a Praga.
Dresda, capitale della Sassonia, era una città d'arte chiamata la Firenze sull'Elba, così ricca che tutti pensavano venisse risparmiata dai bombardamenti degli alleati durante la seconda guerra mondiale e invece inglesi e americani la rasero al suolo come tante altre città tedesche e italiane distrutte da questi salvatori che prima rasero al suolo le città nemiche e poi finanziarono la loro ricostruzione, cercando di guadagnare in entrambi i casi.
I tedeschi sono riusciti a ricostruirla così bene, seguendo le foto ante-guerra, che oggi è veramente difficile capire che questa città ha solo 60 anni e non le centinaia che dimostra nei suoi palazzi antichi, nelle sue chiese, il castello, i tanti musei al di quà dell'imponente fiume Elba attraversato da tanti ponti moderni oltre a quello antico e classico in pietra che è percorso dai tram cittadini per raggiungere l'altra parte cittadina, meno impressionante, meno antica, ma ricca di parchi e fontane, case dalle belle facciate restaurate, una bella zona pedonale, alcune chiese e palazzi monumentali con statue dedicate ai grandi imperatori prussiani.
Il centro storico di Dresda, fatto di palazzi di pietra scura, è composto dalla Hofkirche spettacolare con le sue statue di prelati che sono allineate sul tetto longitudinale mentre al suo fianco si trova il castello, in effetti un palazzone oggi sede di un museo ricchissimo, poi il teatro dell'opera, il prestigioso Semperoper una istituzione locale costruita dall'omonimo architetto e poi lo Zwinger.una fortezza barocca con una enorme facciata sulla piazza ed grande cortile interno con fontane, circondato nel lato sud da un fossato che lo separa da un bel parco verde.
Lo Zwinger è sede di ben sei musei fra cui una ricca pinacoteca con la Madonna Sistina di Raffaello ed un museo di porcellane e di una ricca collezione di vetro che ho visto solo da una finestra esterna perchè avevo già fatto una scorpacciata di musei.
Come la collezione straordinaria del re sassone che ho ammirato al museo del castello, la Grunes Gewolbe che include il famoso gioiello con il diamante verde più grande del mondo e le composizioni in oro e argento, alcune gigantesche e spettacolari (come quella della corte degli Atzechi ed un'altra egiziana), veri capolavori dell'arte orafa soprattutto di Dinglinger.
Ho ammirato poi oltre a ricche porcellane, quadri di artisti minori del Rinascimento italiano e tedesco, bicchieri, bottiglie e vassoi in vetro di artisti milanesi, armi da taglio, pistole e fucili di varie epoche e sono rimasto colpito soprattutto dalla stanza Turca all'ultimo piano del castello che contiene un'enorme tenda da campo ricamata in seta, costumi di guerrieri turchi e ricchi drappi per cavalli oltre a tappeti preziosi e tante scimitarre e armi di ogni tipo abbandonate dai turchi durante le guerre di aggressione all'Europa centrale, incluso l'assedio di Vienna del 1683 col lascito dei sacchi di caffè che venne introdotto in Europa a quel tempo e diede inizio ai famosi caffè austriaci.
C'era anche una bella mostra di quadri e disegni del grande pittore Kokoschka, artista che ho poi incontrato in altri musei e che mi ha colpito soprattutto per i panorami di Praga e Budapest, città che ho visitato nel corso di questo bel viaggio.
Ho poi visitato un'altra ala del castello in restauro con le pareti dei palazzi dipinti all'esterno ed ho salito circa un migliaio di scalini per raggiungere la vetta della torre dalla quale ho potuto ammirare il panorama del centro storico e scattare un sacco di foto.
Verso la metà della salita c'è un piccolo museo con una raccolta di monete antiche molto interessante.
Vicino al castello c'è una porta antica ed una galleria frequentata da artisti di strada, una parete enorme con i ritratti a colori di tutti i re e imperatori prussiani dal Medioevo all''800, una terrazza panoramica e pedonale che si affaccia sul fiume con una stradina sottostante molto frequentata con i bar e ristoranti alla moda mentre in fondo vi è un parco ed altri palazzi classici in pietra nera che ospitano importanti musei ed una sinagoga ebraica.
A sinistra si entra nella parte del centro storico più.... vivace nel senso che i palazzi sono di color pastello con l'enorme piazza della chiesa Frauenkirche e la statua prospiciente di Martin Lutero. Dentro la chiesa del 1730 ma ricostruita e inaugurata nel 2006 con alcune pietre originali scure incastrate nelle nuove che danno quell'effetto visivo originale, si rimane a bocca aperta perchè sembra di essere in un teatro in quanto oltre ad un altare prezioso ed originale molto alto, presenta tutto attorno una serie di tribune e loggioni decorati che si spingono fino alla cupola.
Insomma Dresda colpisce per la bellezza e originalità del suo centro storico che sembra sproporzionato rispetto a quanto vi è intorno e che si vede meglio dall'altra parte del fiume dove si puo' ammirare lo skyline in tutta la sua lunghezza e maestosità.
Vi è anche una grande piazza del mercato con tante bancarelle in legno che vendono prodotti di artigianato e generi alimentari in mezzo ad un luna park di sapore antico, per la gioia dei più piccoli.

Il secondo giorno ho preso un treno che in un paio d'ore mi ha portato a Lipsia.
La città ha la stessa grandezza di Dresda ed è in Sassonia.
La stazione centrale ferroviaria è molto grande e spettacolare con una facciata classica mentre all'interno ci sono un sacco di negozi che compongono un grande centro commerciale.
Subito di fronte si raggiunge la strada principale pedonale che porta al centro con una serie di palazzi dalle facciate fredde e grige che fanno pensare ad una città teutonica poco interessante, ma non è così perchè subito dopo si incontrano palazzi più belli con facciate barocche e architetture che fanno pensare a piccoli castelli.
Ci sono una chiesa antica, negozi eleganti, un altro centro commerciale che si estende anche nell’interrato e soprattutto la piazza del mercato col palazzo municipale di una bellezza particolare, lungo, giallo con un’architettura particolare con abbaini alti triangolari sul tetto.
Più in là un’altra chiesa che ospita la tomba del grande compositore Johann Sebastian Bach, nativo di Lipsia che gli ha dedicato anche una bella statua prospiciente, oltre alla casa natale trasformata in museo. C’è anche la casa di Mendelsohn ,un altro compositore di Lipsia.
Proseguendo si arriva ad un enorme palazzo con tante torri che sembra un castello e che ospita gli uffici amministrativi della città. Ma non finisce lì perchè dall’altra parte si incontra un’ altra struttura che sembra un palazzo reale e che invece è il palazzo di giustizia.
Tornando indietro si arriva in una piazza enorme che da un lato ospita il teatro moderno e dall’altra parte il vecchio municipio con la facciata protetta da una vetrata che protegge dipinti molto belli e antichi.
Davanti a questo palazzo si vede una bella fontana ed al suo lato destro la sede dell’università con chiesa annessa in corso di ristrutturazione.
Insomma una bella città, non spettacolare e artistica come Dresda, ma forse addirittura più vivace, con una sua decisa personalità che la rende degna di visita.
Lipsia ospita anche un museo molto importante in un edificio modernissimo che sembra un cubo di vetro. La pinacoteca, Museum der Bildenen Kuenste, è una delle più importanti della Germania con quadri di grandi pittori italiani,

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Palazzo comunale nella piazza del mercato

palazzo del centro

tomba di J.S.Bach nella chiesa Tomaskirche

palazzo università e chiesa in ricostruzione

palazzo del municipio nuovo

palazzo di giustizia

palazzo del centro con graffiti

centro commerciale alla stazione ferroviaria

la cattedrale Frauenkirche a Dresda

interno della Frauenkirche

ponte August sull'Elba

castello e chiesa storica di Dresda

monumento e parete con immagini dei re prussiani

lo Zwinger, fortezza barocca ora museo

Semperoper il famoso teatro di Dresda

castello di Mornitzburg

castelletto dei Fagiani fuori Dresda

castello di Dresda dalla torre

interno del museo del castello

palazzo all'interno del Parco cittadino
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: vinkor

  • gianni ghersinich
  • Età 21247 giorni (58)
  • milano

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>