Capodanno a FRancoforte : GERMANIA

blanchine : europa : germania : francoforte, wiesbaden, magonza
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio GERMANIA GERMANIA
Capodanno a FRancoforte

Francoforte, Wiesbaden, Magonza

Magonza
foto inserita il
12 Jan 2008 19:42
Magonza
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Capodanno a FRancoforte

Località: Francoforte, Wiesbaden, Magonza
Stato: GERMANIA (DE)
0

Data inizio viaggio: domenica 30 dicembre 2007
Data fine viaggio: mercoledì 2 gennaio 2008

Un capodanno diverso sulle rive del Meno

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

domenica 30 dicembre 2007 .

Il 30.12.07 dall’aeroporto di Alghero alle ore 9.20 con la compagnia di volo Ryanair partiamo alla volta di Frankfurt Am Main, come al solito il volo è in orario e appena arrivati all’aeroporto di Hahn ci dirigiamo verso la Hertz per ritirare l’auto prenotata (e già pagata) da tempo, ci viene assegnata una Ford Focus C- max munita, come richiesto di navigatore satellitare, l’auto è nuovissima (solo 10 KM) noi siamo i primi a guidarla….
Programmiamo il navigatore con destinazione HOTEL VICTORIA (http://www.victoriahotel.de/)
E ci godiamo il paesaggio lungo la strada (circa 120Km.) paesini formati da casette coi tetti neri spioventi e chiese con campanili in stile gotico attirano la nostra attenzione….
Ben presto il paesaggio lascia il posto alla periferia di Francoforte, riconosciamo l’hotel Radisson per la sua forma particolare e subito giungiamo a destinazione.
.
L’hotel (prenotato dal sito affidabilissimo http://www.booking.com/ ) è piccolo ma carino la stanza tripla è molto grande con tre ampie finestre che si affacciano sull’incrocio fra la Elbestrasse e la Kaiserstrasse.
Dopo aver poggiato i bagagli, preso gli ombrelli (perché non si sa mai) andiamo alla scoperta della città….. Ci aspettavamo una temperatura sensibilmente più bassa, in effetti il freddo che temevamo tanto non è così esagerato ……ci fermiamo per un panino in uno dei tanti fast food il panino è piccantissimo ma la fame ha la meglio!!
Ci dirigiamo verso lo ZEIL il grande viale centro della Francoforte commerciale attorniato dai grattacieli e pieno di negozi e centri commerciali, peccato che sia domenica ed è tutto chiuso tranne qualche negozietto di souvenirs, dopo aver consultato la pianta della città presa in albergo decidiamo di andare a visitare il centro storico, durante il tragitto peraltro molto breve passando per la via fahrgasse e successivamente scorgiamo il RISTORANTE SARDEGNA (http://ristorante-sardegna.de/)…. Ci sentiamo a casa….. è doverosa la foto… e annotiamo l’indirizzo!!!!!
Arriviamo al RÖMERBERG, caratteristica e bellissima piazzetta del centro storico con il municipio (RÖMER) facciamo qualche foto e visitiamo la KAISERDOM, poco distante dalla piazza si possono vedere i resti di un antico bagno romano, dall’altro lato vediamo il lungo fiume e i vari ponti che lo attraversano.
Sono appena le 16.00 e già inizia ad imbrunire decidiamo sempre lungo lo Zeil di salire all’ultimo piano di un centro commerciale, con tanto di multisala, dove in un bar con terrazza panoramica ordiniamo una cioccolata calda, scelta che si rivela un po’ deludente, dato che la cioccolata non è come ce l’aspettavamo ma è solo acqua calda con un po’ di cacao alla modica cifra di 2,60€!!!!
Torniamo all’albergo per prendere l’auto e facciamo un giro dall’altra parte del fiume, per renderci conto di cosa offre il resto della città. Ci sono molte case e palazzi con appartamenti grandi, la città è ordinata, pulita….. per cena decidiamo di fare una visitina al Ristorante Sardegna, è vero che sarebbe meglio gustare i piatti tipici ma d’altra parte vediamo che in tutti i menu scritti in tedesco, per noi incomprensibile, sono gli italiani a farla da padroni con pizza, carpaccio, prosciutto di Parma, fiorentina, spaghetti, mozzarella, lasagne.ecc…..
Dopo cena il freddo si è fatto più intenso e oramai stanchi torniamo all’albergo, parcheggiamo a 2 isolati di distanza dove il parcheggio è gratuito (quasi in tutta la città il parcheggio è a pagamento 2€ l’ora) il portiere molto gentile ci dà delle utili informazioni in inglese per l’indomani, il 31 ultimo giorno dell’anno, i negozi chiuderanno alle 14.00 e la notte ci saranno dei fuochi d’artificio verso il RÖMERBERG sul ponte vicino.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

lunedì 31 dicembre 2007 .

Il 31/12/07 ci alziamo per tempo, consumiamo la colazione e usciamo a fare un giretto a piedi, andiamo a curiosare alla stazione centrale, e facciamo alcune foto con lo sfondo dei grattacieli, il contrasto tra l’antico e il moderno è sorprendente!!!
La macchina spargisale lavora già da un po’ quando alle ore 9.30 aprono i negozi, noi siamo già pronti sullo Zeil per curiosare, non c’è niente che ci colpisca in maniera particolare anche se i negozi sono tanti, un salto da Kaufhof (grande centro commerciale) è doveroso.
Presto arrivano le 14.00 e tutti i negozi chiudono non ci resta che andare a pranzo, non trovando locali tipici aperti ci attrae MAREDO, cucina tipica spagnola, ottimo pranzo!!
Dopo pranzo altra passeggiata fra i grattacieli ma la temperatura che si fa più bassa (3°) ci costringe a entrare in un bar per un caffè (espresso che non è espresso ma lungo) o per una cioccolata (che ancora è acqua calda con cacao). Tra una cosa e l’altra passa il tempo passa e prima di andare a cena saliamo sulla MAINTOWER, grattacielo di 200 metri d’altezza, dove dalla piattaforma posta al 55° piano, si gode una spettacolare panoramica di Francoforte. Quindi si rientra in albergo per una rinfrescata ( o meglio riscaldata!!!) e per coprirsi un po’ di più per affrontare il freddo gelido della notte.
Gia dalle ore 22.00 si cominciano a sentire i primi spari di petardi che salutano il vecchio anno.
Mi meraviglia vedere un razzo che sfreccia davanti la finestra della nostra camera, sembrava un tantino troppo grande … mah…
Usciamo alle 22.45 ed i botti si fanno sempre più numerosi, ci dirigiamo verso il RÖMERBERG, ma arrivati in prossimità della piazza vediamo delle vere e proprie postazioni dalle quali alcune persone lanciano veri e propri fuochi d’artificio, sembra un teatro di guerra!!! Tutto ciò desta in noi una certa meraviglia perché ci aspettavamo dei fuochi d’artificio organizzati ma mentre andiamo lentamente avanti tra la folla, con i razzi che sfrecciano sulle nostre teste, ci rendiamo conto che lì la tradizione vuole che ognuno faccia “i suoi fuochi d’artificio”, nel tentativo di raggiungere il ponte vediamo notiamo ancora numerosi ragazzi, uomini e donne con in mano un mazzo di megarazzi fissati ad un bastoncino di legno pronti ad essere lanciati.
Ci fermiamo a ridosso di un muro e man mano che ci avviciniamo alla mezzanotte gli spari si fanno sempre più numerosi, lo spettacolo pirotecnico è bellissimo, ma non nego di aver avuto un po’ di paura, la gente aumentava sul ponte dove tutti si accalcavano senza però dimenticare di sparare i propri razzi.
Sembrava di essere in Iraq, tutt’intorno c’era un fumo e un odore di zolfo fortissimo mentre la gente continuava ad andare verso il fiume coi razzi in mano…… non eravamo gli unici ad essere sorpresi ed anche un po’ spaventati…
Alcuni avevano anche una bottiglia di spumante per brindare, ma non c’è stato alcun conto alla rovescia e nessun grido di auguri solo mortaretti, razzi e fuochi d’artificio bellissimi.
A mezzanotte ci facciamo gli auguri, aspettiamo un po’ e dopo di che verso le 00.45 decidiamo di andare via, gli ultimi reduci continuano a sparare le ultime munizioni, attraversiamo la piazza guardinghi e ci chiediamo come mai venga permesso tutto questo senza una minima presenza di controlli, ma non importa……
La notte è ancora lunga prima di andare a dormire BUON 2008!!!
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

martedì 1 gennaio 2008 .

Il 01/01/2008 ovviamente ci svegliamo un po’ più tardi e dopo una buona colazione andiamo a fare una passeggiata lungo il fiume, visitando anche il quartiere di Sachsenhausen, ovunque ci sono i “resti” della notte passata, squadre di netturbini puliscono le strade dai miliardi di petardi e razzi sparati, lo spettacolo non è dei migliori ma siamo sicuri che tra poco tutto sarà lindo e pulito.
In questo primo giorno del 2008 la temperatura si abbassata ancora, le mani nonostante i guanti sono ghiacciate, decidiamo quindi di prendere un the bollente in un bar caratteristico nel RÖMERBERG dove ci viene chiesto se vogliamo the verde, bianco o nero(!!!), …….un semplice the al limone no eh, uno di noi opta per il the bianco ma attenzione: il the bianco si rivela una rilassante “camomilla”…. Tra una cosa e l’altra si fa ora di pranzo, non ci sono molti locali aperti quindi ritorniamo sulla cosiddetta “Fressgass dove troviamo un’altro ristorante “MAREDO” molto accogliente. Nel primo pomeriggio lasciamo Francoforte per fare una capatina a Wiesbaden, dista una 30ina di kilometri, il navigatore ci conduce vicino al centro storico a dir poco spettacolare, facciamo un giro veloce anche perché tutti i negozi sono chiusi, possiamo solo scattare qualche foto per goderci le bellissime facciate dei palazzi in stile gotico ed attraversare la splendida piazza. Riprendiamo l’ auto e ci dirigiamo verso MAINZ (Magonza) altra cittadina bellissima dall’altra parte del fiume Meno, rispetto Wiesbaden, anche questa con un bel centro storico ed una cattedrale ed un castello bellissimi.
Nonostante siano solo solamente le 17 circa si è fatto buio ed è ora di andare verso HAHN, dove abbiamo prenotato una camera in un albergo vicino l’aeroporto dato che il nostro volo parte alle 7.10 del mattino del 02/01/08.
Durante il viaggio vediamo la temperatura abbassarsi ulteriormente –2°!!! Il nostro fido navigatore ci porta proprio dinanzi all’Hotel Alexander (http://www.hotel-am-hahn.de/ ), l’alberghetto è carino nuovissimo a conduzione familiare, un signore molto simpatico ci accoglie e ci mostra la stanza bella pulita e spaziosa dotata di tutti i comfort, poggiamo i bagagli ed usciamo per andare a cenare in un ristorante poco distante, dove mangiamo velocemente una pizza, quindi si torna in albergo per una doccia e preparare le valigie, domani la sveglia è alle 5.30.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

mercoledì 2 gennaio 2008 .

02/01/08 non ci resta che restituire l’auto come da istruzioni ricevute e imbarcarci per fare ritorno nella nostra calda isola della Sardegna.

Portiamo con noi un ricordo di un Capodanno diverso dal solito veramente scoppiettante!!!!!!

Bianca

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Magonza

Romerberg

il Meno

L'antico e il moderno

Grattacieli

panorama

Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: blanchine

  • Bianca Maria Sechi
  • Età 17530 giorni (48)
  • Sassari

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>