Monaco e i castelli di Ludwig II

località: monaco
regione: baviera
stato: germania (de)

Data inizio viaggio: giovedì 13 agosto 2009
Data fine viaggio: sabato 22 agosto 2009

Quest’anno prendendo spunto da alcuni diari di viaggio su Turisti per Caso abbiamo pensato di sfruttare ancora una volta la disponibilità di mia sorella Cinzia e suo marito Andreas che vivono a Monaco di Baviera. Gli obiettivi di questa vacanza erano soprattutto riparmiare e visitare i dintorni di Monaco, in particolare i castelli di Ludwig II. Se volete vedere tutte le foto del mio viaggio potete visitare: www.lentoviaggiare.org.

Vorrei iniziare con alcuni consigli e raccomandazioni:

- nelle autostrade tedesche non ci sono limiti di velocità, ma in molti tratti vedrete i cartelli indicatori in questi casi cercate di rispettarli;
- Monaco è piena di piste ciclabili per chi viaggia in auto ricordate che è loro la precedenza; per chi invece girerà a piedi comminate sul lato del marciapiede destinato a voi; i tedeschi sono molto precisi in questo;
- se volete risparmiare sui pranzi e le cene vi consiglio di andare nei Biergarten che sono distribuiti in tutta la città; quelli meno turistici però non hanno la traduzione della lista in inglese. Esistono anche delle guide con gli indirizzi se siete interessati;
- la metropolitana di Monaco costa molto (2,30 euro a biglietto) vi consiglio di acquistare i biglietti cumulativi così da risparmiare.
13/08/09: arriviamo a Monaco sotto una pioggia battente andiamo a prendere le chiavi di casa nell’ufficio di Cinzia e corriamo a ripararci in casa. Passeremo anche la serata qui. Solitamente ci dicono che portiamo bel tempo, ma questa volta non è andata così.

14/08/09: oggi il tempo sembra più clemente acquistiamo l’abbonamento della metro valido per due persone per l’intera giornata. Dopo una passeggiata in centro di rito, andiamo alla Residenz. Munitevi di scarpe comodo e di molto tempo perchè è immensa. Le stanze sono molto belle ma sicuramente qeulla che lascia a bocca aperta è l’Antiquarium. L’audioguida spiega in modo esauriente tutti i contenuti delle stanze e della vita dei Wittelsbach.

15/08/09: essendo sabato Cinzia e Andreas ci fanno da guida e insieme andiamo a visitare il primo castello di Ludwig II: Linderhof. Sulla strada vediamo la cupola dell’Abbazia di Ettal, ma decidiamo di non fermarci. Linderhof è l’unico castello che Ludwig II è riuscito a completare; comunque le stanze sono poche ma molto curate e il giardino di ingresso e le fontane molto belle. All’interno del parco troverete una grotta artificiale, dedicata all’opera wagneriana Tanuhauser; un chiosco moresco e una casa marocchina. Intorno alle 18:00 decidiamo di andare a visiatre Oberammergau, piccola città ma una delle più conosciute; è famosa per le sue case dipinte e la rappresentazione che ogni anno a Pasqua viene svolta sulla passione di Cristo. Finita la passeggiata andiamo a cena in un paese vicino per gustare le specialità tipichebavaresi.

16/08/09: oggi siamo un po’ stanchi e fatichiamo a carburare, l’unico attivo è Andreas che ci fa ancora una volta da guida. Partiamo con destinazione Stanbergsee, ma per la strada facciamo una sosta e andiamo a visitare una minuscola chiesa su una collina da cui si gode un bellissimo panorama del lag. Riprendiamo l’auto e ci avviciniamo alla nostra destinazione ma è così affollato che non troviamo parcheggio, quindi proseguiamo per Staffelsee e anche in questo caso visitiamo una chiesetta su una piccola collina. Arrivati a Staffelsee Cinzia e Andreas decidono di fare una nuotata mentre io e Ale scattiamo foto a raffica del lago.

17/08/09: Ale vuole assolutamente visitare il Museo della BMW, ma abbiamo una brutta sorpresa: il museo il lunedì è chiuso. Ripieghiamo per un giro in Marienplatz e nelle sue vie laterali. Vediamo il bel carrillon muoversi a suon di musica. Non mi sono lasciata sfuggire un giro per i negozi del centro. Questa volta anche Ale era d’accordo

18/08/09: oggi dobbiamo “macinare” chilometri: destinazione Fussen e il famoso castello di Neuschwanstein. Lungo la strada vediamo il centro di Landsberg am Lech e decidiamo che per la prossima gita a Monaco la visiteremo sicuramente. Percorriamo un tratto della Romantik Strasse. Arrivati a Fussen ci accorgiamo che sarà una impresa non da poco; per acquistare i biglietti ci sono 40 minuti di coda e la prima visita in italiano è alle 16:55, decidiamo di seguire la guida in inglese. Facciamo i pigri e prendiamo l’autobus che ci lascerà a circa 16 minuti dal castello. Il paesaggio è spettacolare, si vede il lago Alpsee e il castello Hohenschwangau dei genitori di Ludwig II. neuschwantein è uno dei castelli incompiuti per mancanza di soldi; è così spettacolare che Disney si ispirò a lui per disegnare il castello della Bella addormentata nel bosco. La visita all’interno dura poco tempo proprio perchè le stanze finite sono solo 5.

19/08/09: l’ultimo castello di Ludwig II è situato su una delle due isole del Lago Chiemsee. Dista circa un’ora da Monaco. Una delle città da cui è possibile prendere i traghetti è Prien. L’isola Herreninsel (isola che sopita il castello) è la pià grande. Il castello, ispirato al palazzo di Versailles, venne abitato solo per nove giorni da Ludwig. E’ molto bello e anche le fontane del giardino. Vi consigliamo di passeggiare anche sul resto dell’isola perchè è molto piacevole. La seconda isola del lago è la Fraueninsel, all’interno c’è un monastero benedettino. E’ abitata soprattutto da pescatori ed è possibile acquistare pesce fresco presso i piccoli negozi.

20/08/09: oggi la giornata è dedicata ad Ale. Prima tappa museo della BMW. Il costo è un po’ alto 12,00 euro a persona ma per gli appassionati di auto è una tappa dovuta. Non dimenticatevi di oltrepassare il ponte e di andare al BMW Welt dove è possibile guardare da vicino i nuovi modelli di auto e moto. Dopo questo giro durato tutta la mattina abiamo fatto una bella passeggiata all’Olypiapark. La struttura è imponente e lascia a bocca aperta. Bellissimo il laghetto che c’è all’interno.

21/08/09: ultimo giorno, siamo un po’ fiacchi quindi come prima tappa decidiamo di andare a comprare un frullato di frutta al Viktualienmarkt, ma perdiamo troppo tempo a guardare le bancarelle e ci rendiamo conto che è ora di prendere la metropolitana e di raggiungere Cinzia e Andreas per pranzo. Nel pomeriggio il cielo si annuvola sempre di più ma decidiamo di camminare fino a quando non arriva sul serio la pioggia. Visitiamo la TheatinerKirche di fianco alla Residenz, subito dopo entriamo nel giardino e usciamo su Maximilianstrasse, famosa per i suoi negozi lussuosi. Raggiungiamo il ponte sull’Isar, la cupola della Annakirche ci attira e le andiamo più vicino. Facciamo appena in tempo a “salutare” il Deutsches Museum prima che la pioggia arrivi. Domani mattina è prevista la partenza, sappiamo che sarà solo un arrivederci.


Condividi questo articolo se ti è piaciuto...