Dalla Cappelletta al Quarto Stato: Un weekend a Volpedo : ITALIA

Francesca Bertha : europa : italia : piemonte : volpedo
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio ITALIA ITALIA
Dalla Cappelletta al Quarto Stato: Un weekend a Volpedo

Volpedo

Riproduzioni di opere del Pellizza in centro
foto inserita il
29 Jun 2011 17:01
Riproduzioni di opere del Pellizza in centro
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Dalla Cappelletta al Quarto Stato: Un weekend a Volpedo

Località: Volpedo
Regione: Piemonte
Stato: ITALIA (IT)
0

Data inizio viaggio: sabato 16 aprile 2011
Data fine viaggio: domenica 17 aprile 2011

Passeggiare tra i quadri di una mostra a cielo aperto, respirando il paesaggio che aveva ispirato l’artista e poter ammirare a ogni angolo le sue opere: Volpedo è uno dei rarissimi luoghi dove è possibile vivere un’esperienza del genere. Infatti, proprio qui nacque e lavorò con inarginabile passione e profondo amore per la propria terra il pittore Giuseppe Pellizza, che volle aggiungere alla propria firma la dicitura “da Volpedo” per legare indissolubilmente il suo nome al proprio paese.
Abbiamo scelto questo piccolo, ma celebre comune per un weekend all’insegna del relax attirati dalla fama del pittore, e abbiamo scoperto che il suo intuito d’artista gli aveva perfettamente fatto capire i motivi per cui è tuttora bello stare a Volpedo: si è immersi in una tranqillità che per chi arriva dalla metropoli frenetica è impagabile, lo sguardo può spaziare ovunque per delle verdi colline e campagne, in paese si scoprono monumenti e scorci carichi di storia, per non parlare della bontà della proposta enogastronomica del luogo. Volpedo infatti, è nota tra l’altro per le sue pesche dall’aroma intenso e autentico che maturano, grazie alle scelte oculate dei produttori delle varietà, per un arco di tempo particolarmente lungo.
Volendo fare le cose in grande, per il nostro weekend abbiamo scelto nientemeno che una vera Dimora, La Cappelletta, il cui nome non è affatto casuale: all’interno della Dimora si trova una vera cappelletta, tuttora consacrata. Dopo esserci sistemati nelle nostre camere, raffinate ed eleganti, andiamo a visitarla rimanendo a bocca aperta: la cappella, originaria del 1846 come tutta la struttura, è egregiamente ristrutturata nel rispetto dell’origine spezzina dei proprietari di una volta, e mantiene lo stile ligure, a fasce bianche e nere, caratteristica che nel Medioevo era simbolo di nobiltà.
Restando in ambito religioso, durante una delle nostre prime passeggiate andiamo a visitare la celebre Pieve Romanica di San Pietro, citata nei documenti sin dal X secolo. Al suo interno ci sono degli affreschi tardo quattrocenteschi che rivestono grande interesse, probabilmente opera dei fratelli Boxilio di Castelnuovo Scrivia. Tra le curiosità storiche di Volpedo, visitiamo anche la stele sepolcrale del I secolo, oggi incastonata in un muro laterale della canonica parrocchiale.
Ma senza dubbio il luogo più celebre di Volpedo resta la Piazzetta Quarto Stato, di fronte al Palazzo dei Malaspina, signori del luogo contro i quali s’indirizzavano le lotte sociali contadine di fine Ottocento. Proprio qui è ambientato un dipinto simbolo del XX secolo, realizzato nel 1901 dal Pellizza, da cui la piazza ha preso il nome. “Il Quarto Stato”, originariamente chiamato “Il cammino dei lavoratori”, raffigura uno sciopero, e nel quadro, in prima linea con i contadini che marciano verso la luce, è presente anche una donna con il bambino in braccio. Oggi la riproduzione del dipinto, collocata nella piazza, è chiaramente la più importante di quell’itinerario artistico che partendo idealmente dallo studio dell’artista, mette a confronto la Volpedo odierna con quella delle tele del pittore.
Passando dai piaceri dell’arte pittorica a quelli dell’arte culinaria, non facciamo fatica a scegliere il locale dove cenare: andiamo al Ristorante La Palmana, presso la Dimora dove soggiorniamo. Ci accomodiamo nell’ampia ed elegantissima sala dove si organizzano anche matrimoni ed altri eventi, e mentre alcuni di noi optano per i menù “Degustazione mare” e “Degustazione Piemontese”, il resto del gruppo sceglie i piatti “alla carta”. L’alta qualità del ristorante è garantita dal lavoro dello Chef Giuseppe Terno, insignito anche del prestigioso Premio Collegium Cocorum.
Iniziamo con un ricco antipasto tradizionale, con tartare di castrato piemontese a punta di coltello profumata al tartufo, gli affettati misti di salumi locali e i peccati di gola alla Piemontese. Proseguiamo con i tajarin ai bocconcini di selvaggina e capriolo, gli irrinunciabili agnolotti di brasato al burro e salvia e i malfatti alla piemontese con fonduta di formaggi naturali. Nella scelta dei secondi non possiamo che optare per due prelibatezze rinomate tra queste colline: la tagliata di filetto di fassone piemontese in crosta di aromi con rucola e toma e il filetto di fassone piemontese ai funghi porcini. Accompagniamo la nostra cena con degli ottimi vini selezionati tra etichette della zona e nazionali, e concludiamo questa giornata, passata all’insegna dei colori dell’arte, con il gusto dolce del bonnet e del castagnaccio all’antica. Alcune nostre amiche assaggiano un’armonia di sorbetti alle fragole e ai frutti di bosco. Gustiamo inoltre una selezione di formaggi con miele e confetture.
Torneremo nel paese del Pellizza anche durante la stagione delle pesche, gustose e profumatissime, i cui colori pastello ricordano un po’ i quadri dell’artista.

Francesca Bertha

PER INFORMAZIONI:
www.comune.Volpedo.al.it
www.pellizza.it
www.lacappelletta.com
Dimora La Cappelletta – Ristorante La Palmana
Via della Clementina, 11 Volpedo (AL)
0131/806204

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Riproduzioni di opere del Pellizza in centro

Riproduzioni di opere del Pellizza in centro

Nel centro storico di Volpedo

La Dimora La Cappelletta

La nostra stanza presso La Dimora

La Cappelletta all'interno della Dimora

La Pieve romanica

Piazza Quarto Stato

La Chiesa Parrocchiale

Ristorante La Palmana

Lo Chef Giuseppe Terno

Nelle sale del Ristorante La Palmana

Il dehor del Ristorante La Palmana

Atmosfere di Volpedo
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: Francesca Bertha

  • Francesca Bertha
  • Età 17851 giorni (48)
  • Milano

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>