Gita alla Rocca dove l'arte si fa golosa: una giornata a Bazzano : ITALIA

Francesca Bertha : europa : italia : emilia romagna : bazzano
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio ITALIA ITALIA
Gita alla Rocca dove l'arte si fa golosa: una giornata a Bazzano

Bazzano

Alla Rocca
foto inserita il
01 Jun 2013 23:54
Alla Rocca
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Gita alla Rocca dove l'arte si fa golosa: una giornata a Bazzano

Località: Bazzano
Regione: Emilia Romagna
Stato: ITALIA (IT)
0

Data inizio viaggio: sabato 4 maggio 2013
Data fine viaggio: sabato 4 maggio 2013

Una contessa bella, temuta e potente si allontana lungo i corridoi del castello, scende una scalinata e scompare nel buio misterioso. Dopo alcuni minuti eccola ricomparire a cavallo, indossando una corazza d’oro, mentre esce dal portone della Rocca dei Bentivoglio, a Bazzano, a diversi chilometri da Monteveglio, da dove era partita. Come avrà fatto a superare la distanza tra i due castelli? Secondo la leggenda, la contessa Matilde di Canossa teneva la sua corazza d’oro, insieme ad alcuni scrigni ricolmi di oggetti preziosi, nella galleria sotterranea che un tempo avrebbe unito i due manieri.
La nostra passeggiata a Bazzano, città d’arte, inizia dalla centralissima piazza Garibaldi, dove nei pressi del Municipio scopriamo alcuni dei simboli del comune: il melograno, presente nello stemma, il Pozzo del Castellaccio e la statua della Giuditta. Si dice che i veri bazzanesi abbiano tutti bevuto l’acqua di questo pozzo, e tra loro sono in tanti a ricordare la storia della Giuditta. La scultura, ritraente una donna bella e procace, un tempo era ritenuta scandalosa e fu nascosta. Superati questi tabù, oggi la Giuditta è considerata simbolo del paese, festeggiata in primavera con una fiera enogastronomica.
Dalla piazza percorriamo un breve tratto a gradini, costeggiando la Cappella della Madonna del Rivellino e una Via Crucis con croci di legno scuro. A un tratto notiamo la trecentesca Torre dell’Orologio e giungiamo così nel piazzale davanti alla Chiesa di Santo Stefano, situata accanto alla Rocca dei Bentivoglio ed esistente già nel lontano 789.
L’antica Rocca, menzionata già intorno all’anno Mille, oggi ospita il Museo Crespellani ed è sede di rassegne d’arte e di spettacoli, ma nel corso dei secoli fu anche sede del Capitano della Montagna, così come teatro, caserma, scuola e carcere. Tra i rinchiusi, nel 1799 ci fu un personaggio illustre: Ugo Foscolo, catturato dagli ussari austriaci.
Dopo questa bella passeggiata, decidiamo anche noi di farci catturare, ma dai sapori autentici di questo territorio, fermandoci per cena presso il Ristorante “Da bòn”, situato sulla circonvallazione, a due passi dal centro. A darci il benvenuto è il signor Daniele Fornarola, il titolare che grazie alla famiglia Pallotti prosegue la tradizione del Ristorante Da Angela, gestito dal 1953 dalle signore Angela e Ivonne. Ci accomodiamo nella sala più ampia, ideale anche per feste e cerimonie, da cui si apre una piacevole vista sul torrente Samoggia. Iniziando a studiare il menù impariamo anche un po’ di bolognese: “As magna bèn... Da bòn!” significa “Si mangia bene... Davvero!” Il signor Daniele, che gestisce il locale con il prezioso aiuto di Federica e con il cuoco Salvatore Sibilli e alcuni collaboratori, ci consiglia di iniziare con un antipasto di carpaccio di filetto di chianina con fichi del Salento caramellati e scaglie di pecorino della Valsamoggia. Assaggiamo anche le buonissime tigelle e crescentine, servite con affettati della vicina valle Landa e con formaggi della Valsamoggia. Continuiamo con degli squisiti primi di pasta fresca tirata a mano da due sfogline: tortellini, tagliatelle e tortelloni. Il loro ripieno di ricotta di mucca e pecora proviene dai caseifici locali. Gustiamo anche i tortelloni con guanciale fragrante, pinoli e aceto balsamico di Modena, e i classici tortellini in brodo. Con lo stesso ripieno, ma non “legati”, vengono preparati anche i raviolini di carne, conditi con crema di formaggio di fossa del Rubicone, riduzione di Albana passito e melanzane croccanti. Annaffiamo queste bontà con degli ottimi vini della zona, in particolare della cantina Botti di Monte San Pietro. Assaggiamo tra l’altro il Pignoletto dei colli bolognesi e il Lambrusco di Castelvetro. Degustiamo anche qualche vino veneto, abruzzese e siciliano, tutti con un ottimo rapporto qualità prezzo.
Passiamo così al piatto forte del ristorante, la carne, scegliendo un’ottima Fiorentina di 800 grammi ai ferri, servita con fagioli cannellini conditi con sale e pepe, mentre alcuni di noi optano per l’agnello in crosta di pistacchi alla griglia. Nel frattempo ai tavoli accanto arrivano delle fumanti pizze cotte nel forno a legna, tra cui una molto sfiziosa, con funghi freschi, salsiccia e scaglie di grana. Scopriamo inoltre che ogni venerdì, su prenotazione, si mangia dell’ottimo pesce.
La nostra cena si conclude con gli irresistibili dolci fatti in casa tra cui la crema di mascarpone con scaglie di cioccolato, la mitica torta tenerina al cioccolato di Sora Bella (la sorella del titolare), servita con gelato alla crema Gran Bologna. Ci delizia anche la sorpresa dello chef: un flan dal cuore di cioccolato caldo, con gelato di crema.
Sarà un vero piacere ritornare qui anche durante la bella stagione, anche per altre cene nella veranda estiva. Senz’altro a chi ci chiederà com’è Bazzano, risponderemo: Bellissima, da bòn!

Testo: Francesca Bertha
Consulenza e fotografie di Bazzano: Valeria Balbiano

PER INFORMAZIONI:
www.comune.Bazzano.bo.it
Ristorante Da bòn
Via Circonvallazione Nord, 74 Bazzano (BO)
Tel.: 051/830896

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Alla Rocca

Veduta con la torre

La Torre dell'Orologio

Chiesa di Santo Stefano

La Rocca dei Bentivoglio

Presso il Ristorante Da bòn

A tavola presso il Ristorante Da bòn

Prelibatezze del Ristorante Da bòn

Prelibatezze del Ristorante Da bòn

Ampia scelta di vini al Ristorante Da bòn

Una delle squisite pizze del Ristorante Da bòn

Il titolare del Ristorante Da bòn

Alla Rocca

Veduta della Rocca dei Bentivoglio
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: Francesca Bertha

  • Francesca Bertha
  • Età 17849 giorni (48)
  • Milano

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>