raid in Montenegro

località: rozaj
stato: montenegro (me)

Data inizio viaggio: martedì 1 gennaio 2008
Data fine viaggio: martedì 1 gennaio 2008

Giunto in Montenegro con la mia Fiat Tipo dalla Serbia quando ancora questi due Stati erano insieme nella Federazione di Yugoslavia. Situata sulla strada per il Kossovo, facevo una breve sosta nella cittadina montana di rozaj. Questa località si è presentta ai miei occhi molto squallida con sporcizia e miseria. Mi fermai soprattutto per telefonare a casa dall'ufficio postale che raggiunsi percorrendo una strada in discesa che andava verso il centro. Proseguivo quindi tra le montagne fino alla frontiera con il Kossovo (all'epoca del viaggio regione autonoma serba in seno alla Federazione di Yugoslavia). Per raggiungere il confine ci si inerpica su una strada di alta montagna dove in prossimità del valico trovo anche la neve. A rozaj un uomo con il tradizionale cappello kossovaro a guscio d'uovo e una ragazza, probabilmente sua figlia, mi avevano chiesto un passaggio per andare a Pec e glie l'ho dato. La strada montana che dovevo percorrere è considerata molto pericolosa per la presenza di banditi e con loro mi sentivo un po più al sicuro. Alcuni anni dopo tentavo di rientrare in Montenegro dalla frontiera croata nei pressi di Dubrovnik non riuscendovi in quanto quel confine era chiuso.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...