Cinque giorni a Londra : REGNO UNITO

Nico87 : europa : regno unito : londra
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio REGNO UNITO REGNO UNITO
Cinque giorni a Londra

Londra

Big Ben
foto inserita il
24 Jun 2010 00:49
Big Ben
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Cinque giorni a Londra

Località: Londra
Stato: REGNO UNITO (GB)
1

Data inizio viaggio: mercoledì 5 agosto 2009
Data fine viaggio: martedì 11 agosto 2009

A marzo, seduti in un bar di Mantova a sorseggiare birra, io e un mio amico stavamo già parlando dei numerosi esami universitari che avrebbero inevitabilmente connotato la nostra estate e così abbiamo ritenuto "salutare" programmare una vacanza per prenderci una pausa dallo studio e dall'afa della pianura padana partendo alla scoperta di una città del nord Europa. Dopo aver scartato numerose mete la scelta è caduta su Londra e così mi sono messo alla ricerca di un volo sul sito della compagnia aerea Ryanair (partenza da Montichiari-Brescia e arrivo a Londra-Stansted, prezzo a/r 55€ circa) e un hotel tramite il sito internet Expedia.it (Alexandra Hotel, 3 stelle, pernottamento e prima colazione a 165€ a testa).
Dato che ad aprile volo e alloggio erano già stati prenotati mi son messo alla ricerca di una guida sulla città e a cerchiare in rosso le tappe immancabili del nostro soggiorno. L'estate è arrivata velocemente e nonostante il diffuso senso di terrore per l'influenza A e i nostri amici che ci sconsigliano di partire, finalmente il 5 agosto possiamo volare a Londra!!
La città è veramente bella e le nostre gambe macinano numerosi Km al giorno ma abbiamo ritenuto opportuno per muoverci velocemente nella capitale inglese, soprattutto durante i temporali, acquistare la Oyster card, una carta magnetica valida sia per la metro che per gli autobus (incluso quelli notturni); noi abbiamo scelto quella della durata di una settimana (permette viaggi illimitati sui mezzi pubblici) al costo di (circa) 25 sterline.
Siamo rimasti entrambi affascinati dalla città e in particolare dalla National Gallery; i musei sono tutti ad ingresso gratuito, ed è possibile (e raccomandabile) fare un offerta all'entrata. Veramente bella anche la cittadina di Oxford, raggiunta in treno.

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

mercoledì 5 agosto 2009 .

In questa caldissima giornata estiva siamo partiti nel primo pomeriggio dal piccolo aeroporto di Montichiari-Brescia alla volta di Londra. Arrivati all'aeroporto di Stansted abbiamo raggiunto grazie ad un treno il centro cittadino e da qui il nostro hotel, situato vicino alla stazione di Paddington. L'hotel è piccolo e carino, molto pulito, situato in una zona tranquillissima e ben fornito dai mezzi pubblici; infatti camminando per un paio di minuti si raggiunge la stazione di Paddington dalla quale oltre alla metro partono numerosi treni. Di fronte alla stazione sono situate anche le fermate degli autobus, compresi i notturni! Inoltre passeggiando per 10 minuti si può arrivare ad Hyde Park, o meglio in quel punto dei giardini dove si uniscono Hyde Park e Kensington gardens.
Dopo aver depositato i bagagli nella stanza attraversiamo Hyde Park per poi spostarci verso l'affollatissima Piccadilly Circus. In questa zona ceniamo e dopo una breve passeggiata decidiamo di tornare in hotel.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

giovedì 6 agosto 2009 .

Dopo una bella colazione a buffet nel nostro hotel usciamo e, accompagnati dal sole, ci dirigiamo alla cattedrale di Westminster. Dopo averla visitata (ingresso gratuito) andiamo verso Buckingham Palace e quindi pranziamo con un paio di panini (precedentemente acquistati) nel verde St. James's Park. Decidiamo inoltre, nonostante la lunga coda, di entrare nell'abbazia di Westminster. L'ingresso è piuttosto caro (15 sterline) ma la chiesa è veramente bella e vale veramente il costo del biglietto (nel quale è compresa anche un'audioguida in italiano). Usciti dall'abbazia andiamo a fotografare il Big Ben, il parlamento e il London Eye, dopodiché raggiungiamo Covent garden (passando per Trafalgar Square) dove numerosi artisti di strada si esibiscono incuranti delle prime gocce di pioggia. A causa del vero e proprio diluvio che si è scatenato ceniamo nel primo Mc Donald che troviamo (in effetti non dobbiamo fare molta strada, è possibile trovarne uno ogni 200m!!) e poi ce ne torniamo dritti dritti in hotel. Le foto notturne alla città sono rimandate al giorno seguente
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

venerdì 7 agosto 2009 .

Questa mattina il cielo è coperto ma dato che la pioggia non si fa vedere attraversiamo a piedi Kensington Gardens, raggiungiamo Kensington Palace e da qui l'Albert Memorial e il Royal Albert Hall. A causa dell'insistente pioggia che è iniziata ad abbattersi decidiamo di rifugiarci da Harrods, distante solo poche centinaia di metri da noi e sperando, fiduciosi, che il tempo migliori. Sfortunatamente non è così e pensiamo perciò di raggiungere con l'autobus la Tate Britain, uno degli innumerevoli musei londinesi. La collezione è vasta e mi piacerebbe ammirarla con calma ma poiché il tempo non ce lo consente, mi impongo di scegliere solo pochi artisti, anche perché non voglio annoiare il mio compagno di viaggio. Alla fine opto per i disegni di William Blake e i dipinti di William Turner, anche se poi non sarà così, perché quando entro in un museo è difficile tirarmi fuori, perciò con la finta scusa di non trovare le sale giuste ne approfitto per una rapida visita al grosso della collezione.
Usciti dal museo, grazie alle migliori condizioni climatiche, andiamo alla cattedrale di ST. Paul e dopo aver preso un "caffè" da Starbucks attraversiamo il Millennium Bridge ed entriamo alla Tate Modern. Le opere qui conservate non sono del genere che preferisco (tutta arte contemporanea) ma una visita veloce me la concedo. Prima di uscire, vinto dalla curiosità, trascino il mio amico all'ultimo piano del fabbricato (dove si trova un bar), dal quale si ha una splendida vista della cattedrale di St. Paul e degli edifici circostanti
Dopo aver cenato in un locale vicino a Piccadilly Circus andiamo a vedere e fotografare in notturna il Parlamento e il London Eye, quindi torniamo in hotel
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

sabato 8 agosto 2009 .

Dato il sole splendente prendiamo la metro e ci rechiamo a Regent's Park, dove passeggiamo tra numerosi scoiattoli fino all'ora di pranzo. Con calma raggiungiamo il British Museum, dove passiamo l'intero pomeriggio; ce ne andiamo solamente quando veniamo gentilmente "cacciati" alle 17e30 dal personale che vorrebbe andare a casa a riposare; ma noi, instancabili e ancora pieni di energia, decidiamo di andare a piedi dapprima a Saint Paul e poi, percorrendo una bellissima passeggiata lungo il Tamigi, al Tower Bridge, passando vicino al Globe Theatre.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

domenica 9 agosto 2009 .

Dopo aver bighellonato per il centro, comprato i vari regalini da portare a casa, scritto le ultime cartoline, ci dirigiamo verso la National Gallery, senza ombra di dubbio uno dei musei più belli che abbia mai visto. I capolavori ospitati sono numerosissimi: dalle opere di Constable a Raffaello, da Tiziano a Rubens. Anche da questo museo non vorrei andarmene ma sono costretto a dirigermi verso l'uscita dalla voce nell'altoparlante che continua a ripetere ai ritardatari che il museo sta per chiudere. Una volta fuori decidiamo di cenare all'Hard Rock Café; lo raggiungiamo a piedi nonostante il cielo plumbeo e dopo una fila che sembrava interminabile ci gustiamo un fantastico panino accompagnato da una bella birra fresca! Terminata la cena, per smaltire (almeno in parte) quanto mangiato, decidiamo di tornare in hotel a piedi
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

lunedì 10 agosto 2009 .

Nonostante la pioggia fine che ci dà il buongiorno e che caratterizzerà l'intera mattinata, decidiamo di prendere il treno da Paddington per farci una gita a Oxford (purtroppo non ricordo il prezzo del biglietto :-( ). Giriamo a piedi la città, ammirando la Radcliffe Camera, la Biblioteca Bodleiana e curiosando all'interno dei numerosi college. L'atmosfera è davvero particolare: il cielo grigio, la leggera pioggia, le mille guglie della città, le architetture gotiche, sembra quasi di essere tornati indietro nel tempo e di passeggiare per un piccolo paese in epoca medievale. Nel tardo pomeriggio torniamo a Londra e vaghiamo per la città fino a raggiungere Trafalgar Square dove possiamo ammirare le fontane illuminate da luci di ogni colore. Qui restiamo fin dopo la mezzanotte, gustandoci l'ultima notte in questa bellissima metropoli; infatti all'indomani, dopo che come ogni altra mattina avremo fatto colazione presso l'hotel, dovremo prendere il treno che ci condurrà all'aeroporto dal quale il nostro volo Ryanair ci riporterà a casa.

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Big Ben

Eccomi all'ingresso del British Museum!

Buckingham Palace

La cattedrale di St. Paul

Piccadilly Circus

Globe Theatre e Tate Modern

Tower Bridge

La National Gallery in Trafalgar Square

Oxford, il Ponte dei Sospiri
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: Nico87

  • Nicolò Marini
  • Età 11450 giorni (31)
  • Mantova

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>