1970 con gli amici : REPUBBLICA CECA

gioma : europa : repubblica ceca : germania, cecoslovacchia, austria, ungheria, yugoslavia. : monaco e dacau, praga, brno, vienna, budapest, rijeka, pola.
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio REPUBBLICA CECA REPUBBLICA CECA
1970 con gli amici

Monaco e Dacau, Praga, Brno, Vienna, Budapest, Rijeka, Pola.

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

1970 con gli amici

Località: Monaco e Dacau, Praga, Brno, Vienna, Budapest, Rijeka, Pola.
Regione: Germania, Cecoslovacchia, Austria, Ungheria, Yugoslavia.
Stato: REPUBBLICA CECA (CZ)
0

Data inizio viaggio: domenica 2 agosto 1970
Data fine viaggio: domenica 16 agosto 1970

Bella Monaco, Dacau ci rende muti. Niente a che vedere però con quanto avrei poi visto ad Auschwitz. Prosecuzione per Pilsen e Praga, dove ci sono ancora i soldati del Patto di Varsavia arrivati dopo la Primavera di Praga del 1968. I)l nostro campeggio si trova sulla riva della Moldava, i servizi sono su un vecchio bus. Negozi e ristoranti sono molto caratteristici come pure le vecchie birrerie, ma abbiamo un grosso problema ad ordinare il pasto in quanto i menu sono solo in cieko.Visitiamo con venerazione il luogo del martirio di Jan Palack in piazza S. Venceslao (Sveti Vaclavi). La città appare desolata, le persone timorose, stanno alla larga della onnipresente polizzia e da noi occidentali, dopo le 19 non c'è più nessuno per le strade. Ci dirigiamo verso Brno, visitiamo lo Spilberg dove furono incarcerati Silvio Pellico con molti altri eroi del risorgimanto. Entriamo in Austria e visitiamo Vienna, quindi in Ungheria con Budapest e il Lago Balaton e qui finalmente facciamo un pasto pantagruelico innaffiato dal tokai. Tutto molto bello e nuovo per noi provenienti da un piccolo paese della provincia di Brescia se non fosse che per ottenere i visti di ingresso in Cecoslovacchia e Ungheria abbiamo dovuto cambiare e spendere obbligatoriamente 7 US$ al giorno, che viaggiando noi in tenda, ci avanzavano sempre e dovevamo ingegnarci per spenderli, considerato che i negozi erano quasi sempre vuoti ad eccezione di quelli per i viveri più essenziali. Alle Corone cecoslovacche e ai Fiorini ungheresi del cambio obbligatorio si aggiungevano poi quelli che eravamo indotti a cambiare dai cambiavalute di frodo che offrivano il doppio e anche il triplo dal cambio ufficiale. Finalmente arriviamo in Yugoslavia a Rijeka, Opatija, Pola, Umago, Porec. Possiamo distenderci al sole dell'Adriatico per ritemprare le forze. Ad eccezione della Baviera, non c'erano autostrade negli altri paesi visitati, le strade erano anguste, con molte forze di polizzia e militari a presidiare. Scioccante è stato vedere lo schieramento di forze lungo le frontiere con l'occidente, frontiera che allora si chiamava "cortina di ferro" o ai passaggi di frontiera. Ricordo in particolare quelli dell'allora Cecoslovacchia con enormi plinti di cemento sormontati da pultrelle di ferro, dove facendo slalon, passava a fatica un'automobile. Infine le grotte di Postummia o Postoijna, bellissime e che avrei visitato poi molte volte in seguito.

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

domenica 2 agosto 1970 . Viaggio oltre la Cortina di Ferro e ritorno all'Occidente

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

domenica 2 agosto 1970 . Viaggio oltre la Cortina di Ferro e ritorno all'Occidente

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali

Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: gioma

  • giovanni duina
  • Età 27549 giorni (75)
  • concesio
  • ol a va o la spacca

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>