Viaggio in Cechia : REPUBBLICA CECA

antonio : europa : repubblica ceca : boemia,moravia : cesky krumlov,karlovy vary,karlstejn,praga,kutna hora,olomouc,blansko,macocha,brno
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio REPUBBLICA CECA REPUBBLICA CECA
Viaggio in Cechia

Cesky Krumlov,Karlovy Vary,Karlstejn,Praga,Kutna Hora,Olomouc,Blansko,Macocha,Brno

Kutna Hora, Santa Barbara
foto inserita il
14 Feb 2008 11:28
Kutna Hora, Santa Barbara
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Viaggio in Cechia

Località: Cesky Krumlov, Karlovy Vary, Karlstejn, Praga, Kutna Hora, Olomouc, Blansko, Macocha, Brno
Regione: Boemia,Moravia
Stato: REPUBBLICA CECA (CZ)
0

Data inizio viaggio: lunedì 1 gennaio 2007
Data fine viaggio: lunedì 1 gennaio 2007

Ovviamente non ho inserito le date del viaggio in quanto non le ricordo. Erano comunque gli anni '90 quando ho effettuato un viaggio che prevedeva anche l'Austria. In quell'occasione ero con la mia Fiat Tipo. Giunsi in Cechia a tarda notte e dormii in uno spartano hotel, di quelli che si trovano solo negli ex paesi comunisti: grandi ambienti con lampadari di cristallo arazzi, poco personale ma rigorosamente in divisa polverosa e freddo nelle camere. Questo albergo reduce da un passato glorioso ma in decadenza era però ubicato in un caratteristico ambiente pedremontano circondato da alberi e lungo un fiume. Prima tappa a Cesky Krumlov, città medievale quasi intatta con tanto di mura e castello che la domina dall'alto di un colle. Quello che la rende unica è il fiume che qui forma un ansa rendendola quasi un isola. Strade di ciottolato a saliscendi si fanno varco tra caratteristici negozi di artigianato. Un posto da non perdere. Il fossato del castello ospita un paio di orsi. Puntando verso ovest si raggiunge Karlovy Vary, un vero gioiello architettonico di stile liberty. Queste erano le terme imperiali e il Grand'Hotel e i palazzi che si affacciano lungo il fiume lo ricordano. Purtroppo in epoca comunista è stato costruito qualche moderno edificio per ospitare la nomenclatura che proprio stona con il resto dell'ambiente. Karlovy Vary appare tutto a un tratto come un gioiello entro uno scrigno perchè lo si vede prima dall'alto di una scarpata che lo sovrasta.
Ritorno a est per visitare il famoso castello di Karlstejn che sovrasta una foresta dall'alto di una collina. E' il tipico castello medievale con tanto di ricostruzione di ambienti interni e merletti alle torri. Un pò troppo turistico ma inevitabile visto che siamo a due passi da Praga.
Praga, la Capitale è una delle più belle città d'Europa, Il ponte Carlo che collega le due sponde del fiume non è solo bello architettonicamente con le numerose statue gotiche ai parapetti ma è anche vivo grazie ai turisti di tutto il mondo, ai giovani hippy, a musicanti, giocolieri e cantastorie. Attraversandolo si è a Malastrana da dove si sale lla collina del Castello, in realtà una città nella città con palazzo reale, Cattedrale di San Vito (austera e gotica), storici palazzi il celeberrimo Vicolo d'oro con le sue basse case medioevali. Scendendo la collina del castello si osserva sulla destra la Basilica dedicata alla Madonna di Loreto mentre sulla sinistra si sale sulla panoramica verde collina di Petrin che domina la Città.
Sull'altra sponda della Moldava si percorrono importanti viali su cui si affacciano storici palazzi come l'Osservatorio Clementino ma soprattutto Starometke namesti, la piazza centrale dominata dallo scuro monumento al riformatore Jean Hus e circondata da variopinti palazzi che coprono la prospettiva alla bella Chiesa di Tyn sormontata da due alte torri. Sulla piazza fa bella mostra di se la chiesa barocca con cupola di San Nicola. Poco distante dalla Piazza il Municipio la cui torre ospita il celebre orologio astronomico-meccanico.
A pochi passi da qui il quartiere ebraico di Josefov con sinagoghe alcune delle quali trasformate in museo ma soprattutto con il cimitero, uno dei più interessanti luoghi nel suo genere. Un quadro poetico di vecchie tombe accatastate una su l'altra.
La storia recente di Praga è legata alla lunghissima Piazza San Venceslao, famosa per le contestazioni giovanili della "primavera"antisovietica.
A nord est della capitale ci sono alcune strane formazioni rocciose dette Skala che si possono percorrere attraverso stretti sentieri nel bosco. Si può anche fare a meno di andarci.
Più a sud merita invece una visita l'antica città mineraria di Kutna Hora con l'imponente Cattedrale gotica di Santa Barbara simbolo di un passato glorioso di cui resta il solo ricordo. Dalla Boemia trasferimento in Moravia e precisamente ad Olomouc per una breve sosta nella Piazza centrale dominata da una fontana.
Prima vera tappa morava a Blansko, punto di partenza per belle escursioni sulle montagne carsiche del "paradiso moravo". L'impressionante gola di Macocha si può vedere sia dall'alto dopo aver percorso un sentiero montano sia dall'interno durante la visita di una grotta. Un'ulteriore grotta si percorre in parte a piedi e in parte su una barca che solca un fiume sotterraneo.
In pochi km siamo a Brno, capoluogo della Moravia, sulla collina che sovrasta la città il tetro Spilberg ha ospitato nelle prigioni il risorgimentale Silvio Pellico. Il resto della città non mi ha però particolarmente affascinato. Da qui sono rientrato in Austria per raggiungere Vienna dove ho proseguito il mio viaggio.
Ho trovato la Repubblica ceca abbastanza interessante e comunque da visitare per la presenza di Praga, una delle città più belle d'Europa. Dal momento che si viene fin qui consiglio di vedere Karlovy Vary, città unica nel suo genere e Cesky Krumlov. Il resto di quello che si vede è bello ma non da meritare da solo un viaggio.
Oltre a questo itinerario sono stato altre due volte in Repubblica ceca: nel '90 a Praga dove sono giunto in treno da Berlino Est. Vi ho trascorso una giornata in attesa del treno per Budapest approfittandone per vedere Piazza San Venceslao. In quel periodo Praga che era la Capitale di un Paese più grande, la Cecoslovacchia, era una città triste e cupa.
Dopo il viaggio turistico oggetto della descrizione ho transitato dalla Repubblica ceca e precisamente da Cesky Tezin, per raggiungere con la mia Fiat Tipo i Paesi Baltici via Polonia.

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Kutna Hora, Santa Barbara

Cesky Krumlov
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: antonio

  • antonio
  • Età 19524 giorni (53)

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>