Praga...favola di Natale : REPUBBLICA CECA

iaronob : europa : repubblica ceca : praga : praga
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio REPUBBLICA CECA REPUBBLICA CECA
Praga...favola di Natale

PRAGA

Piazza città vecchia
foto inserita il
03 Apr 2009 21:05
Piazza città vecchia
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Praga...favola di Natale

Località: PRAGA
Regione: Praga
Stato: REPUBBLICA CECA (CZ)
2

Data inizio viaggio: mercoledì 24 dicembre 2008
Data fine viaggio: domenica 28 dicembre 2008

Quest’anno abbiamo deciso di non passare il Natale a Bologna, ma in una città diversa, e così ci siamo trovati anziché a casa seduti a tavola, in gita in barca sulla Moldava. Abbiamo scelto di non passare da un divano all’altro nei salotti dei vari parenti, ma di percorrere in lungo e in largo le strade e le piazze di PRAGA.
Nei giorni in cui a casa nostra è tutto chiuso, noi ci siamo sbizzarriti negli acquisti di regali sia per noi che per parenti e amici. A PRAGA infatti la vera festa di Natale è il 24 Dicembre; in questo giorno tutto si ferma mentre dal 25, i musei, i palazzi e le chiese sono tutti aperti.
Siamo arrivati il 24 pomeriggio con un volo da Bologna, della Czek airline e con un auto prenotata per 33 euro, siamo arrivati tutti e 6 all’hotel. L’hotel lo abbiamo scelto in periferia per risparmiare, ma comodissimo perché vicino alla fermata della metropolitana e a tante linee di tram, tutte collegate con il centro.
Il nostro arrivo non poteva essere dei migliori! raggiunto il centro della città vecchia, le luci, gli addobbi e l’atmosfera festosa ci hanno portato diritti nella favola del Natale, con la colonna sonora del concerto che si teneva nella piazza, dalle 21 alle 22.
Il 25, dopo un giro nella città vecchia con le tappe obbligate dell’Orologio astronomico allo scoccar dell’ ora, la chiesa di Tyn, la torre delle polveri e le stradine dei dintorni, siamo saliti a bordo del battello che ci ha portato lungo la Moldava. Così ci siamo trovati, anziché un piatto di fumanti tortellini, un buffet di piatti della tradizione natalizia ceca ed il più famoso, che è stato a detta di tutti anche il migliore, è la carpa fritta! Una squisitezza! Pensate che per due ore di tour con pranzo a buffet e musica, la spesa è stata di 28 euro ad adulto (per un pranzo di Natale....). Il pomeriggio lo abbiamo passato nella zona del ghetto ebraico tra sinagoghe e palazzi e anche qui la favola, o per meglio dire la leggenda, ha preso il sopravvento e ci ha portati in una PRAGA seicentesca che assieme alla nostra citta, Bologna, era a quell’epoca considerata la capitale della magia e dell’alchimia. Nell’imperdibile giro dell’antico cimitero ebraico, tutto sembra sospeso nel tempo, l’atmosfera è irreale e se ci si concentra sulle scritte incomprensibili o sui disegni e i simboli incisi sulle lapidi, la suggestione aumenta e ti aspetti da un momento all’altro che il GOLEM, creatura leggendaria nata dall’argilla per mano del rabbino Lowe e dei suoi discepoli, sia ancora lì a vegliare e proteggere le anime del ghetto.
Proseguendo il nostro giro abbiamo percorso le vie del centro entrando nei tanti negozi di souvenir e siamo giunti alla torre attraverso la quale si accede al Ponte Carlo. Non abbiamo però potuto gustarci appieno il ponte e i suoi gruppi scultorei poiché era in ristrutturazione per cui coperto per metà da impalcature e forse per questo mancavano anche gli artisti, che a detta di tutti lo popolano durante il giorno. La sera, girovagando tra i mercatini del centro, abbiamo cenato assaggiando le varie specialità natalizie offerte dalle bancarelle, prima fra tutte una specie di “braccialetto” di pasta dolce, avvolto attorno ad un bastone di metallo e cotto alla brace. Non ne conosciamo il nome, ma il sapore sì!
Il giorno di Santo Stefano lo abbiamo dedicato alla visita al castello, che non è solo un palazzo, ma un borgo vero e proprio. Col tram arriviamo oltre l’entrata del castello, al monastero di Strahovsky, da lì verso la piazza e il borgo fuori dalle mura e quindi al 1° dei tre cancelli del Castello, giusto in tempo per le 12.00, per assistere al cambio della guardia. Visitiamo la splendida cattedrale di San Vito simbolo essa stessa di PRAGA, la Torre polveriera, la pinacoteca e la chiesa romanica di San Giorgio. Poi si prosegue verso il caratteristico Vicolo d’Oro e qui si ritorna ad una dimensione fiebesca, con le casette piccole piccole, di una dimensione giusta per gli gnomi, i colori pastello e le stradine strette strette…e pensare che qui al n.22 ha vissuto anche Kafka! Prima dell’uscita dal Castello visitiamo la torre con le carceri e le sale di tortura ancora piene di strumenti infernali.
Finiamo la giornata con un giro nella Mala Strana lungo la via Nerudova alla ricerca delle insegne sopra i portoni, che una volta, mancando la numerazione civica, servivano per identificare le case.
L’ultimo giorno, lo dedichiamo al tranquillo girovagare tra il centro, le piazze e le vie dello shopping e non ci facciamo mancare nemmeno la sosta nel caffè stile liberty, con lampadari di oro e cristallo e camerieri in giacca bianca e poi…..si torna alla realtà!!!

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Piazza città vecchia

Torre delle polveri

Piazza

Chiesa di Tyn

Particolare Orologio astronomico

Ponte Carlo

Entrata ghetto ebraico

Ghetto

Cimitero ebraico

Dal Ponte Carlo

Il castello

Panorama dal castello

Cattedrale di San Vito

Vicolo d'oro

Casa danzante

Casa dei 3 violini
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: iaronob

  • Ilaria
  • Età 19774 giorni (54)
  • Bologna

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>