Finalmente Madrid : SPAGNA

Nico87 : europa : spagna : madrid
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio SPAGNA SPAGNA
Finalmente Madrid

Madrid

Il Km0, punto di riferimento per misurare tutte le strade di Spagna
foto inserita il
04 Jun 2012 23:35
Il Km0, punto di riferimento per misurare tutte le strade di Spagna
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Finalmente Madrid

Località: Madrid
Stato: SPAGNA (ES)
0

Data inizio viaggio: domenica 6 maggio 2012
Data fine viaggio: giovedì 10 maggio 2012

Era da un paio di anni che volevo andare a Madrid, soprattutto perché da studente universitario di Storia dell'arte ero molto curioso di vedere il Prado; tuttavia per impegni di studio (ad agosto, quando non ho esami, mi han detto che Madrid è molto calda), amici che preferivano vedere altre città e per motivi vari, le mete scelte sono sempre state altre.
Quest'anno invece, approfittando di un volo a 50€ di Ryanair (senza valigia, solo bagaglio a mano) con partenza da Bergamo, io ed un mio amico siamo riusciti a volare nella capitale spagnola.
Per la scelta dell'hotel mi sono affidato al solito booking.com, sito che non mi ha mai deluso, e lì ho scovato l'hotel Sterling: 3 stelle, 150€ a testa per 4 notti con colazione inclusa. Hotel promosso a pieni voti: ristrutturato di recente, pulito, situato in una zona tranquilla nonostante la vicinanza con la Gran Via; inoltre si trova a 2min da Plaza de España e ha 2 fermate della metro comode (la più vicina è Santo Domingo, che si trova sulla Gran Via, ma anche la fermata Noviciado non è molto distante).
Il centro città, dove si concentrano le "attrazioni" turistiche, è abbastanza piccolo e a mio parere si può girare tranquillamente a piedi, soprattutto in un mese come quello di maggio dove non fa né troppo freddo né troppo caldo. La metropolitana l'abbiamo comunque usata perché lo stadio Santiago Bernabeu, le torri Kio e la Plaza de Toros non sono proprio comode da raggiungere a piedi; la Metro è pulita, efficiente ed i treni girano fino alle 2 di notte.
La città mi è piaciuta molto: è ricca di bar/ristoranti sempre affollati, inoltre mi sembra adatta sia ai turisti più frettolosi, che in pochi giorni possono visitare gran parte della città, sia a quelli che hanno la possibilità di soggiornare per un periodo di tempo più lungo (i musei abbondano, inoltre da Madrid si possono velocemente raggiungere in treno altre città vicine). L'unica cosa che può dar fastidio o preoccupare qualcuno (non è stato comunque il nostro caso) è l'alto numero di barboni, che però non arrecano alcun tipo di disturbo ai passanti.
Il clima nei giorni in cui siamo stati a Madrid è stato fantastico: infatti a parte un giorno in cui è piovuto per un paio d'ore, per il resto del viaggio ci sono stati circa 24 gradi nelle ore più calde, quindi si poteva girare tranquillamente in maglietta a maniche corte.
Per concludere, non posso non consigliarvi di farci un salto!

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

domenica 6 maggio 2012 . Subito innamorato

Partenza alle 8e40 da Bergamo; volo Ryanair in perfetto orario e così, alle 10e50 atterriamo all'aeroporto di Barajas.
Dopo aver camminato per quasi 20min nello sterminato aeroporto, arriviamo alla fermata della metro (Aeroporto T1-T2-T3). Il biglietto per raggiungere il centro costa 4,50€ (poiché l'aeroporto è nella zona2); prima di farlo valutiamo anche se acquistare il carnet da 10 viaggi (12€) o l'abbonamento turistico da 5 giorni che permette viaggi illimitati sui mezzi pubblici (25€). Proprio allora arrivano due gentilissimi italiani che ci regalano il loro abbonamento da 5 giorni (stavano tornando in Italia e l'abbonamento valeva ancora 2 giorni); dopo averli ringraziati saliamo in metro (con questo abbonamento non è necessario fare il biglietto da 4,50€), direzione Nuevos Ministerios. Il viaggio dura una 20na di minuti e dopo aver fatto un cambio giungiamo in Plaza de España, da dove raggiungiamo l'hotel.
Depositati i bagagli iniziamo a vagare per Madrid, passando per Puerta del Sol, Plaza Mayor e Plaza de Santa Ana. Plaza Mayor è davvero splendida, secondo me una delle piazze più belle d'Europa; sono le 15 ed è affollata di turisti e di artisti di strada. Qualcosa di economico dove pranzare però non lo troviamo e quindi ci rimettiamo in cammino finché non troviamo una pizzeria al taglio e dato che sono quasi le 16 pranziamo con una fetta di pizza e una bibita (4€). Ci rimettiamo quindi in marcia e raggiungiamo il Museo del Prado. Decidiamo però di non entrare: vista la bella giornata di sole preferiamo stare all'aperto, tanto nei prossimi giorni di tempo per visitare il Museo ne avremo. Restiamo colpiti dal vicino Parco del Retiro, è davvero grande e verde! Dopo una foto al monumento ad Alfonso XII cerchiamo una metro: vogliamo infatti sfruttare l'abbonamento che ci è stato regalato per vedere le "attrazioni" più lontane. Ci rechiamo così alla Porta d'Europa, dove si trovano le torri Kio, le 2 torri inclinate di Madrid.
Prima di tornare in centro ci fermiamo anche allo Stadio Santiago Bernabeu (è sulla stessa linea della metro) ma lo ammiriamo soltanto dall'esterno; il mio amico non è infatti un appassionato di calcio e quindi voglio risparmiargli questa "sofferenza".
La metro ci riporta in Plaza de Cibeles; ci incamminiamo quindi verso il Metropolis, che è lì a 2 passi. Ci accorgiamo anche che in una viuzza lì vicino c'è uno Starbucks e decisiamo di entrare per bere un "caffé". Dopo aver ritrovato le forze, andiamo all'Hard Rock Café a cenare: come sempre prezzi alti ma porzioni molto abbondanti! Usciamo a mezzanotte e mezza e siccome la stanchezza si fa sentire decidiamo di prendere la metro per tornare verso l'hotel.
Incredibile: è bastato un pomeriggio per farmi innamorare di questa città!
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

lunedì 7 maggio 2012 . Alla scoperta della città

Quest'oggi ci dirigiamo verso Plaza de España; facciamo qualche foto alla fontana dedicata a Miguel de Cervantes e poi andiamo al Parque del Oeste per vedere il Tempio del Debod...davvero una delusione! Forse perché ha un'architettura molto semplice o forse perché era prosciugata la vasca d'acqua che lo circonda, in ogni caso non mi è piaciuto per niente. Da qui raggiungiamo il Palazzo Reale; gli giriamo tutto intorno, partendo dal Giardino di Sabatini (molto bello), per poi arrivare in Plaza de Oriente. Dopo aver visto la facciata del palazzo che da sul Piazzale dell'Armeria (e quell'obrobrio che gli sta di fronte, la Cattedrale dell'Almudena) cerchiamo di accedere al Campo del Moro, il giardino che si trova ad ovest del palazzo. Percorriamo buona parte del perimetro e finalmente troviamo l'ingresso. O meglio: l'unico ingresso e l'unica uscita, come recita il cartello appena dentro il parco. L'entrata si trova lungo il Paseo de la Virgen del Puerto, poco distante dalla Puerta de San Vicente. Dopo una breve passeggiata pranziamo al centro commerciale Principe Pio: al suo interno infatti oltre a numerosi negozi ci son parecchi ristoranti/fast food. Noi scegliamo i "100Montaditos", catena già provata a Valencia che offre 100 tipi di panini con prezzi variabili da 1 a 2€; noi optiamo per 1 menù a testa con 6 panini e una fresca birra media (il tutto a soli 7€!).
Una volta sazi decidiamo di prendere la metro e così facciamo una visita prima a Plaza de Toros e poi al Parco del Retiro. Volendo infatti andare al Museo Reina Sofia decidiamo di raggiungerlo passeggiando nel parco, occasione anche per ammirare il palazzo di cristallo e una delle poche statue al mondo dedicate a Lucifero!
Raggiungiamo il Museo poco dopo le 19 e fino alla chiusura (alle 21) si può entrare gratuitamente: ci fiondiamo subito nella sala che ospita "Guernica" di Picasso e la restante ora a disposizione la usiamo per visitare il resto del museo.
Usciti ci sediamo nella piazza antistante e osserviamo l'edificio illuminarsi piano piano. Ormai è ora di cena e così optiamo per un locale visto su internet: Casa Rua, dove con 2,50€ ci mangiamo un bel panino con calamari fritti. Prima di tornarcene in hotel facciamo un giro per vedere alcuni dei monumenti simbolo della città illuminati.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

martedì 8 maggio 2012 . San Lorenzo de El Escorial

La giornata l'abbiamo dedicata alla visita del monastero dell'Escorial.
Il biglietto del treno, fatto alla stazione di Atocha, è costato sui 7€ (andata e ritorno). Dopo un'ora di viaggio si arriva alla stazione di San Lorenzo de El Escorial. Da qui un autobus ogni mezz'ora circa porta al monastero ma noi abbiamo deciso di fare la strada a piedi (circa una 20na di minuti, tutta in leggera salita). Arrivati al monastero abbiamo fatto il biglietto (5€ anziché 10 visto che siamo studenti) che permette la visita del complesso. Alcune sale illustrano i metodi di costruzione dell'edificio, molte altre sono adibite a pinacoteca; si vedono poi la chiesa, alcune camere abitate dai sovrani, gli ambienti (austeri) che ospitavano i monaci e infine l'opulenza del Pantheon reale, luogo dove riposano molti regnanti di Spagna.
Finita la visita abbiamo pranzato nell'unico bar trovato aperto nel paese con alcune tapas.
Siamo poi andati alla ricerca dell'ingresso dei giardini del monastero. Infatti durante la mattinata non abbiamo visto nessuno passeggiare nei giardini ma ci sembrava strano che non fossero visitabili. Dopo una minuziosa ricerca abbiamo trovato l'ingresso, costituito da un basso arco all'estrema destra della facciata principale. La passeggiata è stata però guastata da alcune gocce di pioggia, così dopo aver scattato alcune foto siamo tornati alla stazione dei treni, per rientrare a Madrid.
Dato che il capolinea era la stazione di Atocha, una volta scesi siamo andati a vedere il giardino tropicale ospitato al suo interno; una specie di foresta tropicale nel bel mezzo di Madrid, con tanto di tartarughe! Veramente bello!
Dopo una cenetta veloce troviamo un bel locale dove passiamo un paio d'ore, prima di tornarcene in hotel a riposare.
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

mercoledì 9 maggio 2012 . Per musei

Ci svegliamo la mattina con l'intenzione di andare a visitare il Palazzo Reale; infatti avevamo letto che il mercoledì l'ingresso è gratuito per i cittadini dell'Unione Europea...ma evidentemente abbiamo letto male! E' vero che è gratuito ma solo al pomeriggio! Così decidiamo di tornare più tardi e nel frattempo di andare al Prado. Prima di raggiungere il museo siamo però curiosi di entrare a vedere la Cattedrale, per vedere se è brutta come all'esterno :)
Entrati restiamo piacevolmente sorpresi: non è poi così male! La decorazione "inusuale" delle volte e dell'abside secondi me ben si addice ad un edificio di così recente costruzione.
Usciti dalla chiesa ci dirigiamo al Prado dove riusciamo ad entrare gratuitamente, essendo studenti, dopo aver mostrato il libretto universitario (l'ingresso costerebbe 12€). Sarò sincero, non ho guardato quanto tempo abbiam passato all'interno, ma almeno tre ore le abbiamo fatte. Su molti siti internet viene descritto come un museo immenso e spesso consigliano di scegliere prima di entrare i dipinti che si voglion vedere. Secondo me non è vero. Ci son musei moooolto più vasti! E anche se avete poco tempo a disposizione non posso non consigliarvi di andare a visitarlo. Ci sono dei grandissimi capolavori sia di pittori italiani (Mantegna, Tiziano, Tintoretto, Giulio Romano...) che fiamminghi, per non parlare poi della sezione dedicata agli artisti spagnoli. Sono davvero tante le sale che ospitano dipinti di Velazquez e di Goya!
Usciti dal Prado pranziamo velocemente con un panino acquistato al supermercato in precedenza e ci dirigiamo poi al Palazzo Reale.
Con la scusa dell'ingresso gratuito c'è una lunga coda ma dato che di tempo ne abbiamo parecchio decidiamo di affrontarla. E alla fine non aspettiamo molto, infatti dopo nemmeno 20min siamo all'interno. Del palazzo si posson vedere la Farmacia, alcuni saloni (con affreschi di Tiepolo e Mengs) e l'Armeria Reale. Devo dire che non mi è piaciuto molto...tenete però conto che io non sono un amante di palazzi 700eschi e 800eschi. La parte che ho preferito è senza dubbio l'armeria reale: oltre a moltissime armature da parata, spade e fucili si posson vedere anche le bardature dei cavalli e le corazze da parata dei giovani principi!
Usciti dal palazzo decidiamo di rilassarci con birra e un paio di tapas. Inoltre, dato che il sole stava per tramontare e che ci trovavamo vicino al tempio del Debod decidiamo di dargli una seconda possibilità, e di andare a vederlo al tramonto.
E questa è stata un'altra bella sorpresa della giornata. Con l'acqua nelle vasche e illuminato dalla calda luce del tramonto era davvero uno spettacolo.
Soddisfatti della giornata trascorsa, decidiamo di concluderla in bellezza andando a cenare ai "100Montaditos" (ce n'è uno sulla Gran Via, a poca distanza da Plaza de España) e scopriamo con sorpresa che il mercoledì tutto costa 1€! Così con 8€ a testa ci prendiamo 7 panini e una birra media. Una vera scorpacciata!
Dopo un giretto a piedi per la città, per goderci l'ultima notte a Madrid, torniamo in hotel
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

giovedì 10 maggio 2012 . Fine del viaggio

Ultimo giorno. Ormai gran parte della città l'abbiam vista ma non abbiamo comprato niente per amici e famiglia. Così bighelloniamo tra le piazze più importanti di Madrid (Plaza de España, Plaza Mayor, Puerta del Sol...) entrando in tutti i negozietti. Dopo aver pranzato da Burger King salutiamo il centro città e ci avviamo, a malincuore, verso l'aeroporto

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Il Km0, punto di riferimento per misurare tutte le strade di Spagna

L'incantevole Plaza Mayor

Il Prado e la chiesa di San Jeronimo el Real

Monumento ad Alfonso XII (nel Parco del Retiro)

Torri Kio

Santiago Bernabeu

Metropolis

Puerta del Sol

Plaza de España

Palazzo Reale visto dall'ingresso del Campo del Moro

100Montaditos <3

Plaza de Toros

Palazzo di Cristallo

Museo Reina Sofia

Escorial

Escorial

Foresta tropic...ooops, volevo dire Stazione di Atocha!

Esterno della Cattedrale
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: Nico87

  • Nicolò Marini
  • Età 11452 giorni (31)
  • Mantova

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>