Madrid capitale della Movida : SPAGNA

viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio SPAGNA SPAGNA
Madrid capitale della Movida

Palazzo di cristallo
foto inserita il
08 Aug 2005 20:30
Palazzo di cristallo
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Madrid capitale della Movida

Stato: SPAGNA (ES)
0

Data inizio viaggio: sabato 14 ottobre 2000
Data fine viaggio: sabato 21 ottobre 2000

Settimana di sole ed allegria nella Capitale della sangria!

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

sabato 14 ottobre 2000 . Madrid capitale della movida

Partenza da Torino volo Iberia diretto 350.000 lire,con me c'è Alessandro un mio caro amico-collega.
Dopo invani tentativi di prenotare una camera dall'Italia ci avventuriamo alla ricerca di una stanza.
Il problema è che in Spagna è festa nazionale(festa del Pilar) e molti si sono riversati sulla capitale.
Arrivati all'Aereoporto prendiamo la metrò e ci rechiamo verso il cento informazioni di Plaza Mayor.
Scendiamo a Puerta del Sol e notiamo un piccolo albergo su una via interna,l' Hotel Riesco.
Andiamo a chiedere e ci dicono che è tutto pieno,ma come gli spieghiamo che ci dobbiamo fermare una settimana,dopo un breve giro di telefonate ci recupera una stanza con 2 letti matrimoniali!!
Una vera fortuna 33.000 lire in B&B in pieno centro.
Gasatissimi usciamo ad ammirare la vita nelle vie più in della capitale e non possiamo non visitare la Plaza Mayor.
E' ora di cena,ci fermiamo in una tapas dove assaggeremo la vera trippa madrilena.Una bomba!
Il locale è molto tipico e suonano musica dal vivo.
Ci fermiamo in un discopub dove ci divertiremo un sacco e faremo conoscienza con el pueblo espanol!
Il mattino seguente iniziamo il vero tour della città Palazzo Reale,La Gran Via,e dolce sorpresa il parco del Retiro.
Questo parco ci ha conquistato con i suoi laghetti,il Palazzo di Cristallo e il relax che sa trasmettere tanto che ci verremo quasi tutti i giorni.
La sera,visto i consigli di Consuelo(la cameriera dell'Hotel) ci rechiamo nella zona vicino al Teatro Espanol dove ristorantini e pub sono la vera attrattiva e la gente del posto sembra apprezzare molto la vitalità del quartiere.
Ogni pub un cupito e a fine serata la testa gira che è un piacere.
Il mattino seguente tarda levata! Visitiamo il Mitico Stadio Bernabeu e veniamo tentati per vedere la partita di Champions delle merengues,ma sono rimasti solo i posti per le tribune e non vi dico i prezzi.
Maciniamo chilometri su chilometri senza rendercene conto arriviamo fino alla Plaza de Cibeles.
La sera andiamo a mangiare messicano e dopo ci rechiamo al solito discopub dove saranno di rientro dei tifosi del Real Madrid gasatissimi per la vittoria e cominciamo a discutere di calcio insieme ad altri tifosi dell'Atletico Madrid,non immaginerete nemmeno con che accanimento i tifosi dell'Atletico accusano il Real.Che risate!
Per parcondicio l'indomani andiamo a visitare lo stadio dell'atletico il Vicente Calderon e risaliamo fino a Puerta de Toledo.Puntatina al retiro ed al Paseo del Prado dove è situato il noto Museo del Prado(fila chilometrica)che decideremo di non visitare per assaporare in ogni suo aspetto la vita della capitale.
Spesso ci siamo ritrovati a fare merenda mangiando una bella fetta di torta!Molto apprezzata nelle colazioni madrilene,a farci un bocadillo nelle catene Pans & Company;ma il nostro appuntamento quotidiano era in un piccolo snack bar a bere una cervesa e gustando la patata brava,una delizia.Ovviamente non si può non notare il famoso e gustoso Jamon appeso sui soffitti di molti locali.
E' giovedì sera e si decide di andare al Joy Eslava una discoteca che mi hanno consigliato in Italia ed è situata ad un passo dal nostro Hotel.
La discoteca era in realtà un teatro,c'è bella gente,e verso le 3 assistiamo ad uno spettacolo di flamenco,favoloso!
Si riesce a dialogare molto con la gente e l'ambiente è molto particolare.
Il mattino seguente andiamo a Plaza de Toros dove tuttora si svolgono delle vere corride,siesta al retiro,camminata dalla stazione di Atocha fino a risalire a Plaza Mayor.
Come quasi tutte le città del mondo la zona vicino alla stazione è poco raccomandabile e piuttosto sporca.
Ultima sera al discopub dove salutiamo i nostri amici e ci prepariamo al rientro in Italia previsto per le 8.00 di mattina.
Che dire di questa città dove la ricchezza contrasta con i molti barboni accasati nei sottopassaggi; della sfrenata vita notturna e delle enormi vie che l'attraversano imponenti.
Solo una città così gloriosa poteva affascinarci e stupirci come neanche si potesse immaginare,ma soprattutto ci ha saputo regalare momenti di relax a grandi momenti di svago,quello che cercavamo da questa vacanza.

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Palazzo di cristallo

Plaza de Cibeles




Plaza de Toros
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: simon.j

  • SIMONE
  • Età 15158 giorni (42)
  • Torino
  • Viva la Movida!!

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>