Inizio primavera a Madrid : SPAGNA

martinailaria : europa : spagna : madrid
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio SPAGNA SPAGNA
Inizio primavera a Madrid

Madrid

Palazzo reale
foto inserita il
01 Jan 2010 09:04
Palazzo reale
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Inizio primavera a Madrid

Località: Madrid
Stato: SPAGNA (ES)
0

Data inizio viaggio: sabato 28 marzo 2009
Data fine viaggio: martedì 31 marzo 2009

Partecipanti: Gennaro, Giovanna con le piccole Martina e Ilaria, zio Paolo e zia Carla.

Sabato 28 marzo 2009

La nostra avventura madrilena non parte sotto i migliori auspici. Aeroporto di Napoli h 06.00: causa overbooking veniamo dirottati via Milano e arriviamo alle 14:30 con 3 ore di ritardo. Il volo Alitalia acquistato su internet ad un prezzo da far concorrenza alle compagnie low cost ( tutto compreso 390,00 Euro 4 adulti e 2 bambini), è comunque tranquillo.
L’aeroporto è collegato al centro città dalla metro (E 1,00 + 1,00 supplemento aeroporto) che con un solo cambio ci porta alla fermata “Tribunal” . L’albergo, proprio di fronte la fermata è l’ Aparthotel Tribunal, situato a 5 minuti a piedi dalla Gran Via. Prenotato su Internet (E 370,00 2 triple per 3 notti), le camere sono molto grandi ma arredate in modo molto semplice, letti vecchi e piccolo armadio a muro; inoltre presenta un piccolo angolo cottura che abbiamo usato solo per la colazione la mattina (abbiamo noi dovuto comprare spugnetta e detersivo).
Sistemate le valigie, iniziamo a girare la città: fa molto freddo ma nonostante questo le strade sono piene di gente, in Puerta de Sol sentiamo cantare inni da stadio dai tifosi turchi che stasera giocano contro la Spagna al Bernabeu.
Ceniamo in un ristorante della catena Fres.Co (9,95 euro a persona, i bimbi la metà e la piccola di 3 anni gratis): puoi mangiare quanto vuoi scegliendo tra una vastità di verdure e insalate freschissime, alcuni piatti caldi, pizza, frutta, dolce, gelato e caffè.
Dopocena rientriamo in albergo stanchi: stiamo in piedi dalle 5.00.

Domenica 29 marzo

Complice anche il passaggio all’ora legale, ci svegliamo tardi e dopo una veloce colazione, iniziamo la nostra giornata in giro per la città. Il tempo è incerto e la temperatura oscilla tra i 7°-8°.
Decidiamo di visitare la città usando in bus turistico Madrid VISION (21 euro per 2 gg, i minori di 7 anni gratis)che con le sue 2 linee fa tappa nei luoghi più importanti da visitare; i bus sono molto frequenti (mai atteso più di 10 minuti), hanno l’audioguida anche in italiano e inoltre ti consegnano un blocchetto di buoni sconto per altre attrazioni, musei locali ecc. La prima tappa è Plaza Mayor: bellissima, a forma rettangolare, ornata da splendidi palazzi, è piena di scolaresche e di artisti da strada che fanno la gioia delle bimbe. Nella piazza c’è l’ufficio del turismo da cui è possibile collegarsi ad internet free per 15 minuti e dove c’è un servizio computerizzato che, dopo aver esaminato una serie di informazioni inserite, ti elabora un piano personalizzato di come organizzare le tue giornate di vacanza, tenendo presente gli orari di apertura ed eventuali chiusure settimanali dei luoghi da vedere.
Ripreso il Madrid VISION ci siamo diretti al SANTIAGO BERNABEU, lo stadio del REAL Madrid.
La visita (15 euro – 10 le bimbe), che dura almeno 2 ore, parte dalle alte gradinate dello stadio, prosegue per il museo storico, la sala dei trofei, le panchine, gli spogliatoi e la sala stampa. Per gli appassionati del calcio la ritengo una tappa d’obbligo, ma vi assicuro che è coinvolgente anche per chi non ha mai visto una partita. All’interno si può anche pranzare con vista direttamente sul campo: ci siamo prenotati per la prossima partita che il Napoli verrà a giocare qui.
Rientriamo in centro, pranzo veloce con panini e ci dirigiamo alla zona musei: sono le 16.00 e decidiamo di farci un giro aspettando le 17.00 perché al museo El Prado la domenica si entra gratis; al ritorno però troviamo una lunga fila e pensiamo che avremmo fatto meglio ad aspettare lì. Facciamo una visita molto veloce a causa della piccola che ben presto si stanca e anche perchè i custodi all’interno sono giustamente molto severi e non permettono di far girare la piccola se non tenuta per mano o legata nel passeggino.
Rientriamo in centro sulla GRAN VIA, facciamo compere nel centro commerciale Es Cortes Englais dove con i suoi 10 piani trovi di tutto: abbiamo comprato souvenir che però poi nei negozietti del centro abbiamo trovati a prezzi molto minori. Cena al ristorante Fres.Co, in una traversa di piazza Callao, dove però riceviamo un pessimo servizio: il buffet era molto povero e il cibo non era fresco, i piatti e le posate unte e mancavano addirittura i tovaglioli di carta; anche lo scorso anno a Barcellona abbiamo sempre ricevuto un ottimo servizio, forse è sconsigliabile la domenica.
Rientriamo in albergo e tutti a nanna.

Lunedì 30 marzo

Giovanna compie 30 anni e Carla ci sorprende con una piccola torta compresa di candelina: facciamo colazione e siamo pronti per una nuova giornata. Fa ancora freddo e pioviggina, ci dirigiamo alla teleferica che ci porta nel cuore del “PARCO DE CAMPO” ; il parco è immenso, pieno di aree pic-nic e favolosa vista sulla città, all’interno vi è anche lo Zoo e il Parco Attraciones (chiusi il lunedì). La temperatura cala e rientriamo presto in centro.
Raggiungiamo il vicino PALACIO REAL dove però un evento ufficiale non ci permette di visitarlo, ci rifugiamo dalla pioggia mista a neve nella vicina Cattedrale dell’ALMULEDA. Ritorniamo in centro e pranziamo al MUSEO DELLO JAMON di PUERTA DEL SOL: in 6 abbiamo mangiato piatti abbondanti compreso Paella e Sangria e speso solo € 45,00 in tutto. Nel pomeriggio il tempo migliora e continuiamo a girare la città con il Madrid VISION ; raggiungiamo il museo REINA SOFIA (€ 6,00 l’ingresso), l’unico aperto di lunedì, e la vicina stazione Atocha con il suo bellissimo giardino esotico a memoria dell’attentato terroristico del 2004.
Terminiamo la serata con un giro in centro e alla Cioccolateria in Paradiso de S. Gines assaporiamo una squisitissima cioccolata. Non c’è modo migliore per terminare una fredda giornata.

Martedì 31 marzo

Finalmente il cielo è sereno, decidiamo di trascorrere l’ultima mezza giornata di Madrid facendo un lungo giro a piedi: GRAN VIA, CALLAO, PUERTA DE SOL, PLAZA MAYOR, PALACIO REAL; acquistiamo gli ultimi regalini, rientriamo in albergo a prendere le valigie e la metro ci riporta all’aeroporto.
Il volo, via Milano, puntualissimo ci riporta a Napoli.
Hasta la vista!!!!!

Gennaro

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Palazzo reale

Reina Sophia

Panchina Bernabeu

Paella
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: martinailaria

  • gennaro di paola
  • Età 17105 giorni (47)
  • pompei

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>