Siviglia : SPAGNA

macgreg : europa : spagna : andalusia : siviglia
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio SPAGNA SPAGNA
Siviglia

Siviglia

Alcazar
foto inserita il
15 Sep 2005 14:01
Alcazar
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Siviglia

Località: Siviglia
Regione: Andalusia
Stato: SPAGNA (ES)
0

Data inizio viaggio: mercoledì 3 agosto 2005
Data fine viaggio: lunedì 8 agosto 2005

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

venerdì 5 agosto 2005 .

Terminata la visita della Mezquita ci dirigiamo verso Siviglia, rilasciamo l'auto alla Stazione Santa Justa, e a piedi raggiungiamo il vicino hotel Occidental, moderno 4 stelle che occupa un caratteristico edificio. L'hotel dispone di tutti i comfort, tra cui un'ampia zona piscina che ci viene in soccorso per sfuggire dai calienti pomeriggi dell'agosto andaluso. Il centro storico della città, tra cui la Cattedrale, è comodamente raggiungibile in 10 minuti di bus.

La sera stessa raggiungiamo il lungo viale circondato dalle alte palme che costeggiano il fiume, dove domina la moresca Torre dell'Or; da qui partono le crociere di un'ora lungo il Guadalquivir (14 euro), ma la vista non è granché, eccetto per le tipiche abitazioni del quartiere Triana che danno sul fiume.

Per cena ci dirigiamo verso il quartiere più tipico della città: il Barrio de Santa Cruz, dove la scelta di locali è infinita, tra menù turistici, ristoranti raffinati e bar specializzati in tapas.

Atmosfera irreale nel Barrio, tra piccole e animate piazzette, strade strette dove quasi le abitazioni si toccano senza lasciare spazio al cielo, balconi fioriti e caratteristiche griglie alle finestre.

La mattina seguente siamo tra i primi all'entrata dei Reales Alcazares per visitare l'antica fortezza, poi residenza reale, con più tranquillità (ingresso 5 euro).

All'interno (che ricorda vagamente l'Alhambra), sono visibili i molteplici stili architettonici che hanno caratterizzato la sua storia e le dominazioni di Siviglia, a partire da quella araba fino arrivare ai re cattolici. Come al solito, la parte più spettacolare la dobbiamo al periodo arabo, in particolare al palazzo di Don Pedro, dove stucchi e azulejos decorano finemente le sale che si aprono sui deliziosi patios. Incantevoli anche i giardini all'esterno con fontane, palme e padiglioni.

Terminata la visita ci dirigiamo con il bus fino a Plaza di Espana, una delle più caratteristiche piazze che abbia mai visto, sebbene vada ricordato che la sua costruzione è relativamente recente. Due torri altissime delimitano una enorme costruzione semicerchio, dove ai suoi piedi vengono rappresentati gli eventi storici delle province spagnole.

Il tutto circondato da canali artificiali che dovrebbero esaltarne la bellezza, ma purtroppo al momento è in restauro, e l'acqua resta un miraggio.

Di fronte alla piazza si estende il tranquillo e rilassante parco di Maria Luisa, dove è piacevole fare una passeggiata tra palme e laghetti, fino ad arrivare al tipico edificio che ospita il museo delle Belle Arti.

La serata è dedicata ad un entusiasmante e indimenticabile spettacolo di flamenco alla Casa de la Memoria nel Barrio di Santa Cruz.

La giornata seguente la dedichiamo alla parte restante della città, iniziando dalla Basilica della Macarena, famosa per ospitare al suo interno la Madonna più venerata di Siviglia, che durante la fiere di aprile viene trasportata in processione tra le varie strade della città.

Proseguiamo tra le vie centrali dello shopping, percorrendo l'elegante Calle Sierpes, con una breve sosta alla Capilla S. Josè, un trionfo del barocco, e proseguendo per Plaza Salvador, l'Ayuntinamento (il municipio) e Calle Hernando con i suoi tipici edifici, fino ad arrivare al monumento più spettacolare e importante, la Cattedrale con la Giralda, che visitiamo domenica pomeriggio (quando l'entrata è gratuita, altrimenti 8 euro).

Dalla Plaza Virgen de los Reyes si ha la miglior vista del complesso: in primo piano domina la Giralda, un tempo minareto, ora campanile simbolo di Siviglia sormontato dal Giraldillo, un bronzo girevole che rappresenta la Fede. Purtroppo per un pò di tempo non girerà perché in restauro.

Varcando la porta d'ingresso, si intuisce di essere entrati in una delle cattedrali più grandi d'Europa, tra immense navate e numerose cappelle gotiche, dove impossibile non notare la Capilla Mayor con il Retablo, una cascata d'oro con 44 pannelli che raffigurano scene bibliche. Passando di fronte la Tomba di Colombo, si accede alla rampa che permette di raggiungere la cima della Giralda, dove la vista sull'intera città è magnifica.

Dopo cena ci trasferiamo alla Real Maestranza, la gloriosa arena di Siviglia, una delle più antiche di Spagna. Al di là della corrida (inizio d'estate alle ore 21), vale la pena di visitarla sia esternamente per la tipica facciata barocca, sia internamente per il colpo d'occhio che riserva al visitatore.

La corrida poi....è un'altra storia!



Consigli utili

Sei giorni nel lusso andaluso al prezzo di Rimini.

Spesso viaggiare può costare meno di quanto possa sembrare in apparenza, e uno splendido tour in alcune delle zone più caratteristiche d'Europa può risultare più economico di una settimana di ozio nelle opulenti spiagge italiane (non parlo di Sardegna, parlo di riviera romagnola...), con la possibilità di usufruire tra l'altro di strutture anche più lussuose.

E' sicuramente il caso dell'Andalusia. Come fare? Vi posso dire come ho fatto io.

Ryanair è l'unica compagnia che permette di raggiungere direttamente Siviglia dall'Italia (da Milano-Bergamo Orio al Serio).

Per un breve assaggio dell'Andalusia, ovvero visitare esclusivamente Siviglia, Granada e Cordoba possono bastare 6 giorni (5 notti). Parliamo ovviamente di una visita veloce e superficiale.

E' sufficiente prenotare il volo con 3-4 mesi di anticipo per assicurarsi tariffe convenienti, al massimo 200 euro a coppia per andata e ritorno. Da prevedere un'assicurazione base contro i "limiti e i rischi" delle low-cost (annullamento, ritardi, bagaglio, ecc). L'assicurazione è sottoscrivibile sempre con Ryanair in fase di acquisto biglietto: prezzo € 28 x due persone).

Per raggiungere le altre città, il mezzo più comodo è affittare un'auto (in alternativa esiste un ottimo servizio bus). Prezzo per un'auto di 3 gg, con Avis, € 133 (si può anche risparmiare con le compagnie locali). Ritiro in aeroporto, rilascio in stazione nel centro di Siviglia.

Autostrade gratuite tra Siviglia-Granada e Cordoba-Siviglia. Ottima statale (N432) che attraversa la campagna andalusa con i caratteristici pueblo tra Granada-Cordoba. Benzina senza piombo poco meno di 1 euro al litro.

Pernottamento: ho previsto una notte a Granada, una a Cordoba e tre a Siviglia.

Ryanair atterra a Siviglia la mattina alle 9.30, per cui resta tutta la mattina per il trasferimento a Granada e tutto il pomeriggio/sera e mattina seguente per visitare la città e l'Alhambra.

La giornata seguente è dedicata alla visita di Cordoba, mentre i due giorni successivi sono tutti per Siviglia.

Pernottamento (testati e consigliati): prezzo per camera doppia inclusa colazione in hotel 4 stelle

(si può risparmiare dormendo negli hostals, che non sono ostelli ma pensioncine):

Granada: hotel Carmen Sercotel, centrale, € 75,00 (tariffa più conveniente su bookings.net)

Cordoba: hotel Conquistador, centralissimo, € 77,00 (tariffa più conveniente su bookings.net)

Siviglia: hotel Occidental, 1 km. dal centro, € 64,00 (tariffa più conveniente su hotels Ryanair)

Per due persone: € 200 (volo), € 28 (assicurazione), € 133 (auto), € 344 (hotels)

Totale presto fatto: € 705 (350 a persona), naturalmente esclusi gli extra. (i tour operator per un programma leggermente più completo chiedono circa 1.000 euro a persona!!!)

Cenare è decisamente economico se ci si accontenta: molti ristorantini offrono menù turistici discreti a 9-12 euro, comprendenti una varia scelta di primi (gazpacho, paella, zuppe varie), di secondi (carni, pesce), dolci (gelato, caramel o frutta), vino o acqua.

In alternativa si può prevedere una degustazione di 5 tapas (circa 10 euro), che alla fine diventa un pasto vario e completo. Dicono che a Granada sono gratuiti, evidentemente bisogna conoscere i locali giusti perché io li ho pagati normalmente.

Consigli:

Naturalmente luglio e agosto sono i mesi meno indicati, specie per chi soffre il cald

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Alcazar

Torre dell'Or

Giralda

Giralda

Giralda

Alcazar

Alcazar

Plaza de Toros

Plaza de Espana

Plaza de Espana

Plaza de Espana

Parque Maria Luisa

centro

Santa Cruz

Cattedrale

Plaza de Toros

Vista dalla Giralda
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: macgreg

  • ALBERTO GREGORI
  • Età 16440 giorni (45)
  • CASTIGLIONE D'ADDA

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>