Budapest è veramente la perla del Danubio : UNGHERIA

aldo : europa : ungheria : budapest
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio UNGHERIA UNGHERIA
Budapest è veramente la perla del Danubio

BUDAPEST

Bastioni dei Pescatori
foto inserita il
25 Mar 2011 10:06
Bastioni dei Pescatori
Pagine 1 2 3
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Budapest è veramente la perla del Danubio

Località: BUDAPEST
Stato: UNGHERIA (HU)
3

Data inizio viaggio: sabato 19 marzo 2011
Data fine viaggio: martedì 22 marzo 2011

Volo Wizz air Forli-BUDAPEST a 30 E., su internet fermo un appartamento per 2-3 persone in pieno centro (a 100 m. dal salotto di BUDAPEST) al prezzo di E.120 per 3 notti! All’aeroporto di Forli potrete parcheggiare nel P2 al costo di euro 8 al gg. Arrivo sabato ore 21 19 marzo in orario perfetto, appena arrivati troverete in aeroporto diversi uffici cambio ma NON UTILIZZATELI, sono dei veri ladri, mentre il cambio ufficiale era 1 Euro=273 Fiorini, loro vi fanno 1 Euro=225 Fiorini! Usate il bancomat se dovete prelevare e poi se avete degli euro in contanti con voi potete tranquillamente cambiarli nel centro di BUDAPEST dove ti fanno un cambio che può variare al massimo da 265 a 270 Fiorini x 1 Euro.
All’aeroporto potete invece acquistare un carnet di 10 Biglietti (Costo 2800 Fiorini=11 Euro) che vi consente di prendere per 10 volte il metrò o filobus o bus, e per 3 gg è più che sufficiente visto che BUDAPEST si gira bene a piedi essendo tutto abbastanza concentrato. Con uno di questi biglietti all’uscita dell’aeroporto a sx prendete il BUS n.200 che vi porta alla prima fermata della linea n.3 (BLU) della metropolitana Kobanya-Kispest, qui con un altro biglietto potrete andare verso la zona di BUDAPEST dove alloggerete (idem x per il ritorno).
Il nostro appartamento era proprio all’inizio di Kiraly Utca in pieno centro, con due supermarket aperti tutto il giorno e 2 uffici cambio a 20 metri, con locali e ristoranti a pochi passi.
Alle 22,30 davanti all’appartamento ci attende Luca un italiano che vive a BUDAPEST da 10 anni e che gestisce alcuni appartamenti, ci consegna le chiavi e ci illustra le cose da vedere in città e poi si congeda, noi andiamo al supermarket sotto casa e acquistiamo il cibo per la cena e per la colazione della mattina (i costi sono irrisori).
La mattina della domenica il tempo è nuvoloso ma fortunatamente non piove, iniziamo quindi la visita della città partendo dalla bellissima Basilica di Santo Stefano dove per entrare si deve dare un contributo di 200 fiorini, al suo interno è custodita la cappella con la reliquia della mano di Santo Stefano. Proseguiamo poi verso il Palazzo del Parlamento Ungherese, bellissimo e maestoso si staglia lungo la riva destra del Danubio (visite in Italiano alle ore 11,30 e 16), proseguiamo poi lungo il bel Danubio e attraverso il ponte delle Catene (il più antico di BUDAPEST del 1849) arriviamo ai piedi della funicolare che per 850 Fiorini porta sulla parte alta della fortezza dove illinterno c’e’ il Palazzo Reale e parte della città di Buda, ma potete tranquillamente andare a piedi percorrendo le scalinate che costeggiano la funicolare. Una volta arrivati in cima potrete godere il bellissimo panorama di BUDAPEST e suoi monumenti dall’alto (60 m sopra il livello del Danubio) Ci godiamo mezza giornata nella fortezza lunga 1500 m. e larga 500 col Palazzo Reale (dove risiedette Mattia Corvino e la sua corte umanistica rinascimentale), la piazza della trinità, il Templum (chiesa) dedicato a Mattia Corvino, i maestosi Bastioni dei Pescatori e tra le viuzze ricche di palazzi gotico-barocchi. Nel pomeriggio scendiamo sul lungodanubio e ci dirigiamo sino alla zona pedonale in piazza Vorosmarty dove c’e’ il caffè-pasticceria più antico e famoso, il Gerbeaud (1858). Da qui percorriamo tutta Vaci Utca, isola pedonale e tradizionale luogo di passeggio dei budapestini, poi dopo aver sperimentato i dolci ungheresi un una vecchia pasticceria proseguiamo verso Feriencek Ter (la piazza della liberazione di fronte al ponte Elisabetta) e poi verso Karolyi Mihali Utca coi suoi palazzi neorinascimentali e l’Egyetemi Templom (la chiesa dell’università in stile barocco). La visita della giornata termina con un passaggio veloce davanti alla Sinagoga più grande d’Europa in stile bizantino-moresco della metà dell’800, poi sfiniti torniamo in appartamento per una bella doccia e poi fuori a mangiare in un ristorante (Fatal) che si trova alla fine di Vaci Utca in una laterale sulla destra, veramente eccellente, prezzi modici e porzioni gigantesche.
Il lunedì mattina dopo colazione usciamo a ci accoglie una giornata soleggiata con 12°, una vera manna. Decidiamo di percorrere a piedi tutto il viale Andrassy (patrimonio dell’unesco) lungo 2,5 km e che conduce alla Hosok ter (la piazza degli eroi). Sotto di esso corre la linea 1 (Gialla) della metropolitana, la prima in Europa del 1896! Durante la camminata possiamo ammirare il palazzo dell’Opera Nazionale, il teatro nuovo in Art Nouveau, la Liszt Ferenc Ter, la Oktagon Ter (piazza ottagonale), il Kodaly Korond un edificio in stile rinascimentale, la Terror Haza che ricostruisce il clima creato dai regimi dittatoriali in Ungheria, per finire con la celebre Piazza degli Eroi e la tomba al milite ignoto (1896) a sinistra della quale vi è il Museo delle belle arti e destra la Galleria d’Arte. Alle spalle del museo c’è il parco civico all’interno del quale ci sono bagni termali, il giardino botanico, lo zoo, e soprattutto il castello Vajdahunyad della fine ‘800 in vari stili (gotico-barocco-rinascimentale) che ospita il museo del’agricoltura e la statua bellissima dell’”anonimo” di Ligeti (1903). Terminata la visita da qui prendiamo il metrò e andiamo direttamente a Calvin Ter la piazza che conduce passando davanti alla chiesa Calvinista verso il mercato generale coperto, un edificio liberty del 1896 dentro il quale si trova di tutto; dai banchi della famosa paprika, alla frutta, alla verdura, la carne, il pesce, e artigianato vario. Vista la temperatura mite usciti dal mercato ci siamo fermati a mangiare nella piazza antistante, la Fovam Ter, era piena di giovani intenti a bere qualcosa nei caffè o seduti sulle panchine, si respirava una vera aria Bohemien. Rifocillati abbiamo attraversato il bellissimo ponte della Libertà (1896 di 331 m.) sino al rinomato albergo Gellert in stile liberty dove ci sono le famose terme, da qui a piedi abbiamo affrontato i numerosi scalini che faticosamente ci hanno condotto sino alla cittadella dove svetta il monumento della liberazione alto 29m. con la statua della Vittoria con la palma della pace in mano, lo spettacolo da questa altezza è bellissimo, si può vedere chiaramente tutta BUDAPEST! Sazi di questo bellissimo panorama giunge l’ora di discendere e di percorrere tutto il lungodanubio (patrimonio unesco) sul lato destro passando in ordine il Belvarosi Templom ora in ristrutturazione, la Petofi Ter, la Vigado Ter e la Roosvelt Ter con il palazzo dell’accademia e il Gresham-palota, poi al tramonto abbiamo attraversato il ponte delle catene per costeggiare il Danubio su lato sinistro passando davanti prima alla bellissima Chiesa Calvinista e poi alla Chiesa di Sant’Anna in Batthyany Ter, qui riusciamo a fotografare il palazzo del parlamento ungherese coi colori del tramonto, uno spettacolo bellissimo. Non ancora soddisfatti prendiamo il metro’ e ci rechiamo davanti alla sinagoga al tramonto dove i colori sono risaltati al massimo e ne approfittiamo anche per girare nel quartiere ebraico alle sue spalle con le sue tipiche case, i negozietti. Sfiniti ce ne torniamo in appartamento dove dopo una bella doccia decidiamo di uscire ad andare a mangiare in un bel ristorante in Vaci utca di nome Central Cellar. La mattina del martedi ci son ben 15° che ci allietano la giornata, decidiamo di andare ancora una volta alla fortezza e goderci da qui BUDAPEST col sole e con tutti i suoi colori risaltati al massimo, discendendo poi lentamente le stradine della vecchia Obuda sino al Danubio e approfittandone anche per acquistare gli ultimi regalini. Alle ore 17,00 parte puntuale il volo della Wizz air che ci riporta a casa. Arrivederci bella e romantica BUDAPEST, una città sospesa nel ricca di storia e cultura ma nel contempo proiettata al futuro. Una città adatta a giovani, coppie e famiglie! Non perdetevela.

Translate this travel in english, by Google uk

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Bastioni dei Pescatori

Filobus

Il Parlamento

Ponte libertà by night

Via Vaci

Il Danubio e Il Parlamento

La prima metrò d'Europa 1896

Roosevelt Ter

Cibo ungherese

Basilica Santo stefano

Basilica Santo Stefano

Via Vaci di notte

Vigadò

Kalvinista Templom

Deak Ter

Dentro la fortezza Fortuna Utca

Chiesa Santa Maria Magdalena

Il Parlamento

Bastioni dei pescatori

Mattia Corvino Templom

Statua Mattia Corvino

Palazzo reale

Palazzo Reale

Panorama Budapest

La funicolare

Panorama riva sinistra Danubio

Riva Sinistra danubio

Palazzo reale e fortezza

Basilica Santo Stefano by night

Birra Dreher

la Sinagoga piu' grande d'Europa

La sinagoga

sulla riva del danubio

Il parlamento by night

Il parlamento

Il Ponte delle catene

veduta dal ponte delle catene

lungodanubio

Hotel Four Season

lungodanubio

Statua della vittoria nella cittadella

veduta dalla cittadella

veduta dalla cittadella

Ponte della Libertà

Ponte Elisabetta

Ponte della libertà

Ponte della libertà

Mercato coperto

Mercato coperto 1896

Fovam Ter

Budapestini

Galleria Arte

Castello Vajdahunyad

Statua dell'anonimo

Piazza degli eroi

Museo delle belle arti

Piazza degli eroi

Operà Nazionale

Kodaly Korond

Jokay Ter

Viale Andrassy

Budapest by night

Ponte Elisabetta by night

noi

Mercato coperto by night

Budapest by night

Chiesa dell'università

Feriencek Ter

Via vaci by night

noi

Antica pasticceria del 1858

Parlamento

Palazzo Reale

veduta dalla fortezza

Vigadò Ter

Il Parlamento
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: aldo

  • ALDO GIOVANNINI
  • Età 18270 giorni (50)
  • VIA COSTA, 17 - 42023 CADELBOSCO SOPRA (RE)
  • "L'AMICIZIA E' UNA STRADA CHE SCOMPARE NELLA SABBIA SE NON LA SI RIFA' SENZA SOSTA". Proverbio Africano

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>