CON IL CAMPER IN UNGHERIA : UNGHERIA

antebi : europa : ungheria : ungheria : budapest,pecs,tokay
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login

Diario di viaggio UNGHERIA UNGHERIA
CON IL CAMPER IN UNGHERIA

Budapest,Pecs,Tokay

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

CON IL CAMPER IN UNGHERIA

Località: Budapest, Pecs, Tokay
Regione: Ungheria
Stato: UNGHERIA (HU)
0

Data inizio viaggio: lunedì 29 settembre 2008
Data fine viaggio: venerdì 24 ottobre 2008

29 settembre
Partiamo di buona ora e per tutta la giornata il sole ci accompagna durante il nostro viaggio verso l’Ungheria. Superiamo Venezia, ci dirigiamo verso l’Austria trovando un panorama particolare, piccoli paesini con case basse a tetti spioventi e con finestre colorate e piene di fiori. Ogni piccolo paese ci accoglie con la sua insegna che ricorda il luogo dove ci troviamo e da tutte le parti tanti e tanti fiori.
Anche le fermate degli autobus sembrano giardini fioriti, e quando arriviamo alla nostra meta, scorgiamo fiori anche nei piccoli ponticelli utilizzati per attraversare minuscoli torrenti.
Sono le diciassette quando arriviamo al campeggio dove trascorreremo la serata. Ci sistemiamo nel campeggio di Klagenfurt, sulle sponde del suo lago, in un bel prato. Prima di cena facciamo una lunghissima passeggiata lungo lago aspettando il tramonto del sole.

30 settembre
La mattina prima di partire ci vengono a salutare alcuni leprotti che fotografiamo, poi partiamo per l’Ungheria. Lungo la strada, prima di superare il confine, facciamo una sosta per il caffè. Che errore – non lo ripeteremo più-: due caffè lunghissimi con pochissimo latte e alcuni biscotti del posto ma tanto duri che ci son sembrati sassi. …e il prezzo ? 4 euro!
Quasi non ci accorgiamo di oltrepassare il confine tanto il panorama è simile, solo che le case, sempre piccole e con tetti spioventi, sono più modeste, senza fiori e quasi tutte hanno piccoli annessi agricoli.

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

martedì 30 settembre 2008 .

Al primo distributore facciamo il cambio così da poter pagare- da ora in poi- con i fiorini ungheresi anziché con euro.
E’ ancora giorno alto, quindi abbiamo tutto il tempo che vogliamo per visitare, prima di andare a cercare il campeggio, il castello di Keszthely. Parcheggiamo proprio davanti al castello e siamo anche vicinissimi al centro, entriamo nei giardini ben curati infine andiamo a visitare dentro la famosa biblioteca che comprende oltre 100.000 volumi.
Si tratta di un grandissimo salone completamente rivestito da librerie di legno finemente intarsiato. Una custode del castello capisce che siamo Italiani e, sapendo qualche parola, ci spiega l’importanza della biblioteca accompagnandoci poi anche in altre stanze che altrimenti non avremmo potuto vedere.
Sono le diciotto, andiamo a passare la notte nel bellissimo campeggio proprio in riva al famosissimo lago termale di Hèviz.
Davanti a noi, nel campeggio, c’è un piccolo fiume di acqua radioattiva a trentotto gradi, completamente ricoperto da ninfee coloratissime, attraversato in più parti da piccoli ponti.

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Opera

paese

Pecs
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: antebi

  • Età 27052 giorni (74)

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>