Antalya, tra shopping e storia : TURCHIA

macgreg : medio oriente : turchia : antalya
viaggiatore non registrato . iscriviti e fai parte della più grande community di viaggiatori . sei registrato? effettua il login
love

Diario di viaggio TURCHIA TURCHIA
Antalya, tra shopping e storia

Antalya

Il porto romano
foto inserita il
12 Jul 2005 14:04
Il porto romano
Pagine 1
caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

Antalya, tra shopping e storia

Località: Antalya
Stato: TURCHIA (TR)
0

Data inizio viaggio: venerdì 10 giugno 2005
Data fine viaggio: venerdì 24 giugno 2005

Translate this travel in english, by Google uk

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

domenica 12 giugno 2005 .

Antalya è la principale località costiera turca che si affaccia sul Meditarreneo. Fondata nel III secolo a.C., si è sviluppata disordinatamente fino a raggiungere quasi 1 milione di abitanti, in una periferia formata da alti e anonimi palazzi disseminati ovunque nella vallata circondati dai selvaggi monti Bey.

Visto il poco tempo a disposizione ci siamo limitati a visitare il suo nucleo antico, che circonda la zona del porto e prende il nome di Kaleici. Sicuramente la zona più storica e caratteristica della città, ma anche la più grande trappola per turisti, con bellissimi negozietti in attesa di euro e dollari che si aprono sui vicoli come un grande mercato.
Proprio così, durante la giornata Kaleici viene invasa da centinaia di turisti, diventando paradiso dello shopping, ma senz'altro a prezzi meno vantaggiosi di quanto possa offrire il vicino centro moderno animato dalla gente del luogo, che evita sapientemente Kaleici per non dilapidare il proprio portafoglio. Difficilmente troverete un turco passeggiare e fermarsi in locali e negozi del centro antico. Ciò non toglie che anche qui si possa fare qualche buon affare.

Ma questa corsa sfrenata all'acquisto non permette quasi al turista di apprezzare la storia del luogo. Per questo sarebbe preferibile visitare la città di prima mattina, quando i bus dei tour operator non sono ancora arrivati.

La visita inizia dalla piazza Cumhuriyet Meydani, che offre uno splendido colpo d'occhio su Kaleici, il porto e la Torre dell'Orologio. Qui si innalza maestoso il simbolo di Antalya, l'Yvli Minare, il Minareto Scanalato costruito con mattoni rossi e decorazioni in maiolica azzurra.
Ai suoi piedi la Moschea Alaeddin Camii; si può visitare se vestiti in modo rispettoso e togliendo le scarpe. Ad ogni modo non aspettatevi di entrare nella sfarzosa Moschea Blu.
Percorriamo uno dei tanti bei vicoli che in discesa conducono al porto, tra case ottomane restaurate, piccole piazzette e bei localini che offrono splendide vedute, accompagnati dai costanti e interessati saluti di benvenuto dei venditori dei moltissimi negozi d'artigianato, alcuni dei quali davvero favolosi.
Ci incuriosisce uno splendido negozio di tappeti, dove il gentile proprietario ci spiega l'arte della lavorazione turca, che consiste nel tessere il tappeto con il doppio nodo, rendendo la lavorazione più lunga e il prodotto più resistente.
Molto vario l'artigianato, in pochi metri si passa da ceramiche lavorate a tende e tovaglie in cotone tessuto a mano e ancora alle più eleganti gioiellerie. Ma il più particolare resta un originale bazar di piatti e oggetti in vetro finemente decorati, ricoperto da un telo azzurro che dona al luogo una strana atmosfera.

Ma ciò che attrae più i turisti è l'abbigliamento: Jeans di marca, Levi's o Diesel (€ 15), felpe Adidas (€ 8) e T-shirt (€ 5). Copie? Originali? Chissà, di certo è che se li acquistate in Italia troverete spesso sull'etichetta la scritta:"made in Turkish".

Non mancano i prodotti alimentari: primi tra tutti i "lokum", delizia turca, sono biscotti con varie farciture, dal cocco, alla mandorla, ai pistacchi. Ottime e convenienti anche le marmellate, tra cui quella al bergamotto. Da non dimenticare un pacchetto del famoso caffè turco e il tipico raki, paragonabile alla nostra grappa.
Ma c'è un oggetto che si trova ovunque e si dice porti fortuna: si tratta dei nazarlik, gli occhi di Allah in vetro blu. Spesso lo si trova inserito anche in collane, braccialetti o altri souvenir.

Passeggiando si giunge così al porto romano, dove i marinai vi inviteranno ad una gita di un'ora in goletta lungo la costa (€ 5) fino a raggiungere una cascatella che si getta in mare (Cascata di Duden inferiore, in estate un filo d'acqua.) Se avete poco tempo evitatela, nulla di particolare, ad ogni modo permette di ammirare la falesia che separa la città dal mare. Dal porto si ammira anche parte della mura che difendevano la città.

Risaliamo un altro vicolo che riporta al punto di partenza, e superiamo la Porta di Adriano, costruita nel 130 d.c. per celebrare la visita dell'imperatore.
Si avvicina l'ora di pranzo e la città antica viene invasa dai mille profumi delle sue trattorie. I menu invitano ad assaggiare le specialità a pochi euro: doner kebap (carni arrostite sugli spiedi), il tandir kebap (montone stufato nel forno di argilla) o ancora il kavurma (vitello con pomodori e peperoni).

Troviamo altri negozietti deliziosi, la maggior parte vendono splendidi narghilè e tavole per il backgammon.
Naturalmente tutti i prezzi vanno contrattati.
E se avete intenzione di acquistare qualcosa di valore, non resta altro che armarsi di pazienza, sedersi al tavolino all'aperto con il venditore, e iniziare a trattare il prezzo parlando del più e del meno accompagnati da una tazza di te o caffè che vi sarà sicuramente offerta insieme all'immancabile narghilè.

Ad Antalya la giornata è lunga e il tempo non ha molto valore!

Tutela e copyright dei viaggiatori: ogni riproduzione non autorizzata dall'autore del seguente materiale testuale e fotografico è vietata per scopi diversi da quelli personali


Il porto romano

La costa e il mare vicino al centro

Kaleici visto dal mare

Negozio di oggetti in vetro

Kaleici e il porto

I vicoli di Kaleici con il souk

Spiaggetta vicino al porto
Loading...
Per inserire una tua domanda o commento su questo viaggio devi essere registrato.
Puoi farlo in questa pagina.
Se sei già registato, effettua il login

Come giudichi la qualità dei contenuti di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

Come giudichi la qualità delle foto di questo viaggio?


Scarsa       Ottima

ricerca viaggi america america centrale america del sud africa europa medio oriente asia oceania
registra

il profilo di: macgreg

  • ALBERTO GREGORI
  • Età 16440 giorni (45)
  • CASTIGLIONE D'ADDA

Contatti

La mappa dei miei viaggi

Il feed RSS dei miei viaggi

>