Cataratas de Iguazu

località: iguasu, foz de iguazu
regione: argentina-brasile
stato: brasile (br)

Data inizio viaggio: domenica 8 ottobre 2006
Data fine viaggio: lunedì 9 ottobre 2006

Un percorso splendido attraverso uno dei parchi piu affascinanti al mondo, le "cataratas de Iguazu", al confine tra Argentina e Brasile. Per poter visitare questo parco sono necessari almeno 2 giorni.
Il sistema di cascate consiste di circa 300 cascate, con altezze fino a 70 metri, lungo 2.7 kilometri del fiume Iguazù. La "Garganta del Diablo" (Gola del diavolo), una gola a forma di U profonda 150 metri e lunga 700 metri, è la più imponente, segna il confine tra Argentina e Brasile. La maggioranza delle cascate sono nel territorio Argentino, ma dal lato Brasiliano (600 metri) si ottiene una visione più panoramica,una vetrina incredibile.

Le cascate sono condivise dal Iguazú National Park (Argentina) ed il Iguaçu National Park (Brasile). Questi parchi sono stati designati dall'UNESCO patrimonio dell'umanità nel 1984 e 1986 rispettivamente.

Il nome Iguazù viene dalle parole Guaranì y (acque) e guasu (grandi).

Il primo giorno sono entrato nel parco dal versante argentino, il piu vasto da visitare, in quanto esistono vari percorsi da fare. Ho cominciato prendendo un trenino interno al parco e sono sceso alla prima fermata, la "Garganta del diablo", a piedi lungo una passerella montata sull' acqua e avanti per circa 2 km, in questo tratto si possono notare vari animali, ben disposti alle macchine fotografiche per poi arrivare alla maestosa "garganta", un esempio di potenza naturale.

Il percorso superiore alle cascate porta fino a vedere un altro salto d' acqua, il "Bosetti", entusiasmante.

La giornata si conclude con il passaggio inferiore, sempre molto caratteristico.





Condividi questo articolo se ti è piaciuto...