KENYA IL VERO PARADISO

località: watamu
stato: kenya (ke)

Data inizio viaggio: lunedì 18 agosto 2008
Data fine viaggio: lunedì 25 agosto 2008

Ciao a tutti, siamo Daniele e Marzia, una coppia di Bologna appena tornata da un meraviglioso viaggio in Kenya, nella magica Africa. Qui di seguito vi racconteremo per sommi capi la nostra settimana di vacanza tanto attesa, sognando per un anno intero,il giorno di partenza.
Siamo partiti da Milano Malpensa con volo Air Italy alle 2 e 30 con un ora di ritardo. L’ aereo era discreto e il personale di bordo molto cordiale. Dopo 9 ore circa abbiamo fatto scalo a Zanzibar per un’ ora circa e dopo circa 45 minuti di volo siamo arrivati a Mombasa. In aeroporto ci attendeva il bus con il nostro assistente Eden viaggi (il nostro tour operator). Da Mombasa dopo circa due ore di bus siamo arrivati a WATAMU.Già durante il percorso abbiamo iniziato a capire quanto diverso sia lo stile di vita dei Kenioti dal nostro… e poi la guida a destra vi assicuriamo che è impressionante!
Arrivati al villaggio Aquarius ci è stato illustrato la suddivisione dello stesso che erea composto da 3 aree. Lili Palm (dove abbiamo alloggiato), Mapango e Aquarius.In quest’ ultimo, situato a cento metri dal resto del villaggio, c’ era il ristorante dove si consumavano colazione, pranzo e cena. La cucina internazionale era abbastanza varia e discreta. Per accedere al ristorante si deve percorrere un tratto di strada al di fuori del villaggio. In quel tratto di strada, a qualsiasi ora, si incontrano i famosissimi Beach Boy (ragazzi di tutte le età che cercano di vendere qualsiasi cosa tra oggettistica ed escursioni varie per visitare il posto).Per collegare il resto del villaggio al ristorante stanno costruendo un ponte con chiusura lavori a data da destinarsi….
Appena arrivati abbiamo contattato subito Zucchero (direi il migliore e più fidato beach Boy del posto che avevamo contattato dall’ Italia tramite il suo sito internet) per metterci d ‘accordo su quando e quali escursioni effettuare. Abbiamo prenotato 3 escursioni tra cui il Safari di due giorni(una notte), l’ escursione al parco Marino e la visita a Malindi. Direi che abbiamo risparmiato un bel po’ rispetto ai prezzi del villaggio e ne è valsa la pena.
Il primo giorno abbiamo fatto una bella passeggiata lungo la costa per giungere alla cosiddetta Isola dell’ amore. Un posto che con la bassa marea emerge una zona di corallo fantastica e si formano delle piscine naturali di acqua cristallina e lingue di sabbia.
La prima escursione è stata una gita in barca con delle guide locali che si è svolta cosi:
la mattina abbiamo costeggiato con la barca tutta la costa di WATAMU fino ad arrivare in un posto dove abbiamo fatto un po’ di immersioni con pinne e maschera per ammirare il fondale di corallo e la fauna marina. E’ spettacolare immergersi ed avere una varietà di pesci ad un cm dal naso…
Poi ci siamo fermati in un altro posto e siamo scesi a fare il bagno: vista la bassa marea si erano formate delle lingue di sabbia che si interponevano nel mare cristallino. A pochi metri da noi è passato poi uno squaletto che vagava vicino alla costa. Siamo ripartiti e ci siamo rifermati su una spiaggia bellissima dove i nostri accompagnatori hanno preparato una grigliata di pesce fantastica (aragoste, gamberi barracuda ecc). Dopo pranzo, dei ragazzi che erano sulla spiaggia, ci hanno proposto un giro in canoa lungo il fiume ad ammirare la folta vegetazione costituita da mangrovie (naturalmente dopo una contrattazione sul prezzo del giro siamo arrivati ad una cifra ridicola visto che ne è valsa la pena). Dopo pranzo siamo ripartiti e siamo ritornati al nostro villaggio. Abbiamo fatto un bel po’di strada a piedi e lungo la spiaggia i soliti Beach Boy che ti accompagnano cercando di convincerti a comprare qualcosa. Bisogna prenderla con filosofia, perché a volte diventa assillante ma, giustamente, è il loro modo di guadagnarsi da vivere e bisogna capire senza alterarsi.
E’ arrivato il giorno del Safari e svegliati prestissimo (alle 5) siamo andati con un pulmino con le nostre guide a fare colazione in un bar di una coppia italiana.
Da qui è iniziato il lungo viaggio di 2 ore e forse più di strada (se cosi si può definire) sterrata per arrivare al parco Tsavo Est. Entrati nel parco abbiamo iniziato a vedere gli animali.
Di tutto, elefanti, Zebre, gazzelle, babbuini e dopo poco il primo leone. Dopo ne abbiamo visti altri 2 tra cui uno con i cuccioli che si leccava i baffi dopo aver mangiato chissà quali animale (oramai era rimasto poco per capire cosa sia). Abbiamo alloggiato per trascorrere la notte in un parco tendato fantastico dove da molto vicino si potevano ammirare gli animali quando andavano a bere nel laghetto.
Tornati dal safari il penultimo giorno abbiamo visitato l’ orfanotrofio di WATAMU
E’ stata una belle esperienza vedere la felicità dei bambini che ci hanno accolto cantandoci una canzone di benvenuto che nulla lasciava trasparire del loro triste destino.Abbiamo lasciato all ‘ orfanotrofio la roba portata dall’ Italia (penne, block notes, vestiti che per noi sono superflui)per cercare di dare un piccolo aiuto per il futuro di quei bambini anche se quello che abbiamo portato sembra sempre poco…
Poi abbiamo visitato la città di Malindi dove nella zona vecchia della città si assapora veramente la povertà vera di questo posto (gente che vive in capanne disastrate, strade che strade non sono, e innumerevoli commercianti (i Kenioti sono tutti commercianti..)
L’ ultimo giorno l’ abbiamo trascorso in relax a prendere il sole dopo un violento acquazzone mattutino che nulla lasciava sperare che ci sarebbe stata una giornata cosi bella.
Purtroppo e arrivato l ‘ultimo giorno e bisogna partire…
All’ aeroporto di Mombasa abbiamo atteso più di tre lunghissime ore dopo l’ imbarco in una sala d’attesa che aveva solo uno pseudo bar, con prezzi e cambio scellino euro da ladri.. non si poteva andare al duty free, si doveva solo rimanere li ad attendere per salire sull’ aereo… immaginate che noia..( l aereo ha ritardato 2 ore)
Concludo che è stata un esperienza bellissima e se ci sarà l’ occasione torneremo in Kenya visto che una settimana, anche se è stata intensa passa in fretta e ti ritrovi a casa immaginando cosa avresti potuto fare se fossi stato ancora li’…
Ringraziamo la nostra guida turistica Zucchero (zuccherowatamu.spaces.live.com) che ci ha saputo regalare emozioni uniche augurandogli tutta la fortuna di questo mondo affinché con la sua attività possa vivere dignitosamente come merita.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...