namibia by www.born2travel.it

località: etosha, epupa falls, sesriem, seeheim
stato: namibia (na)

Data inizio viaggio: martedì 1 novembre 2016
Data fine viaggio: venerdì 1 dicembre 2017

se vuoi saperne di più o vedere tutte le foto visita: www.born2travel.it

27 novembre Halali (Namibia)

[Stefy]: “Dopo aver rimpinguato la cambusa, ci dirigiamo verso l’etosha National Park… Trascorriamo diverse ore a girovagare all’interno del parco in cerca di animali… vediamo branchi di zebre, impala, gnu, orici, giraffe, gazzelle, sciacalli e addirittura tre rinoceronti… “

Prima che tramonta il sole abbiamo già montato le nostre tende e l’intero campo… c’è chi prepara la cena, chi monta le sedie, chi scrive il diario, chi accende il fuoco, chi riempie le bottiglie d’acqua, chi coordina con i drivers l’itinerario del giorno seguente… c’è grande armonia e si sente nell’aria!

28 novembre Onankali (Namibia)

[Stefy]: “Trascorriamo tutta la mattina a zonzo nell’etosha NP a bordo dei nostri due trucks; arriviamo fino all'etosha Pan, una depressione salina di 5000 kmq creatosi 12 milioni di anni fa; mi ricorda molto i Salares boliviani. La temperatura sfiora i 44° ed il caldo è davvero torrido… vediamo pochi animali, con queste temperature cercano riparo come possono…”

Nel tardo pomeriggio cominciamo la lunga traversata che ci porterà all’epupa falls… Sta quasi tramontando il sole quando ci fermiamo ad Onankali, un paesino nel mezzo del nulla, scorgiamo un vecchio cartello con la scritta “lodge” ma di strutture nemmeno l’ombra, solo un piccolo cortile con 4 capanne dalle mura di fango…

Concordiamo il prezzo con Mrs Pauline e montiamo le nostre tende… la signora però ci tiene a specificare che possiamo usare solo un bagno all'interno delle capanne... dopo averlo visto decidiamo di farla all’aria aperta!

29 novembre epupa falls (Namibia)

“Ora che l’uomo ha superato la soglia del 2000 e conquistato nuove mete spaziali, il sogno di visitare nuovi mondi non è più così remoto. Ma fino a quando una vacanza su Marte non diventerà una realtà, è confortante sapere che sulla Terra esistono luoghi che offrono le stesse emozioni delle esplorazioni spaziali. Avventuratevi nell’ignoto: visitate la Namibia”!

Che grande slogan usa la Lonely Planet per pubblicizzare questo luogo!

Ha proprio ragione, a volte ti ritrovi a percorrere centinaia di km nel nulla ed, oggigiorno, sembra quasi impossibile che ci siano nel mondo posti del genere.

[ continua su: www.born2travel.it ]

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...