Il Sud africa di Daniele Somenzi 2002

stato: sud africa (za)

Data inizio viaggio: sabato 1 gennaio 2000
Data fine viaggio: sabato 1 gennaio 2000

2002 Sud africa Anita

Partiti da Pisa via Parigi con air france,Siamo atterrati a Johannesburg Il 2 gennaio 2002,Eravamo i primi a portare l'euro un Sud africa, Infatti alla banca dove abbiamo tutti cambiato in Rand,non avevano mai visto l'euro. e a dir la verità anche noi l'avevamo solo da pochi giorni.Dopo un saluto a guido,siamo partiti noi 12 verso Witbank incontrando sull'autostrada una pioggia molto forte, quasi tempesta. L'hotel formula 1 ci aspettava con tutte le camere prenotate già dall'Italia. All'indomani,prosieguo verso il parco Kruger,belli riposati, era il vero inizio della vacanza.La prima notte al kruger la passiamo al campo tendato di Tamboti. Molta adrenalina ci accompagna durante la sera ma sopratutto alla notte,visto che animali di ogni genere vi abitano sebbene il recinto sia lì. Il grande serpente incontrato andando ai gabinetti per esempio, e gli ululati notturni delle iene,hanno fatto si che l'avventura africana entrasse veramente nel vivo.La mattina seguente eravamo tutti a raccontarci a vicenda le nostre impressioni,modello cagasotto.Comunque tutto molto bello.Finalmente il safari a bordo dei nostri mezzi ha inizio,Io guidavo il wolkswagen con a bordo Olga Mà,Alice Ester ed Anita.L'appuntamento era per mezzogiorno a Letaba,per pranzare tutti assieme e raccontarci vicendevolmente tutti i singoli avvistamenti.Safari e poi ancora safari, a sera tutti a Skukuza per prendere possesso delle tende assegnateci. Dall'altura dove si trova Skukuza si possono vedere molti animali che si abbeverano al fiume inclusi cocchi antilopi avvoltoi e tanto altro ancora.

La sera ceniamo al self service molto bello e poi a nanna

Il safari prosegue con avvistamenti vari durante il giorno, il campo dove alloggiamo è Pretoriuskop, molto bello e dotato di una piscina mezza azzurra mezza di roccia. L'anita la conosce bene perchè ci ha fatto un tuffo non previsto tutta vestita. Quella sera safari notturno a bordo di un camion, viste molte genette gufi e anche erefanti.

I facoceri sono al pascolo nei giardini all'interno del campo, una cornice che ci ricorda anche quando siamo al passeggio, che siamo in africa. Con la olga vado fino all'uscita del parco per poter scambiare una valigia di vecchi vestiti scarpe e giocattoli, con i neri che in cambio ci riempiono di elefantini di legno ed altro. Loro preferiscono vestiti e scarpe di solito.

Nel pomeriggio del giorno dopo usciamo dal Parco e guidiamo fino a Pretoria, la capitale legislativa del Sud africa.Qui ci infiliamo nell'hotel formula 1. Facciamo tutti una passeggiata nella grande piazza e ceniamo in un' ristorantino.

Sun city,è la nostra prossima tappa, una specie di piccola Las vegas in mezzo alla natura, 4 gli alberghi stupendi, con tanto di casinò,campi da golf un laghetto con sport acquatici piscina con le onde ed altri divertimenti.

Qui ci stiamo un paio di giorni,Nell'adiacente parco naturale di Pilanesberg, alcuni di noi passa il tempo facendo safari, qui i rinoceronti e gli ippopotami sono facili da vedere.

Dormiamo al sundown ranch a pochi km da Sun city,Qui possiamo fare una visita ai leoni nel recinto e prenderne anche uno in mano, naturalmente un cucciolotto.

Una partita a biliardo e poi via verso Kimberley dove facciamo tappa e visitiamo la miniera ora diventata museo di diamanti. Un laghetto pieno di fenicotteri fa consumare rullini di foto,

All'indomani raggiungiamo passando per Upington. il Parco del Kalagadi e dormiamo a Twee rivieren.Passiamo in questo stupendo psrco molto arido 3 giorni, Siamo anche a dormire in un campo tendato nuovissimo vicino a Mata mata. Mà cucina pastasciutta e bistecche,mentre laggiu nella vallata passeggiano gli struzzi. Il senso di pace è totale.

Le cascate augrabies sono l'ultima tappa, qui il fiume orange che trasporta da millenni, diamanti tra le sue acque, fa da scenario per un'escursione sulle canoe per alcuni di noi.Torniamo a Johannesburg dove alloggiamo l'ultima notte al solito formula 1.

L'ultimo giorno lo passiamo a casa di Edo,un signore che conosciamo. La sua villa al lago è molto bella, il giretto in motoscafo anche. A lui piace fare le grigliate, e cosi ci siamo tutti rimpinzati di salcicce e bistecche di ogni tipo.

Alla sera riconsegnamo i mezzi e volo air france via parigi per l'Italia.







Condividi questo articolo se ti è piaciuto...