Bahamas fai da te

località: exuma, long island
stato: bahamas (bs)

Data inizio viaggio: venerdì 6 febbraio 2009
Data fine viaggio: venerdì 20 febbraio 2009

Viaggiatori: Eliana Cerasa e Massimo Marzani

Dopo mesi di attese e speranze si parte alla volta delle Bahamas il 7 febbraio, non è chiaro da quale cappello di Massimo sia uscita questa destinazione, nel mentre si parlava di Gambia, Sharm el Sheikh, Giamaica, Zanzibar, Formule Roulette e chi ne ha più ne metta, ma non è importante quando si viaggia!
Nel giro di pochissimi giorni, dopo aver trascorso ore intere a navigare, acquistiamo a mezzo Opodo due pacchetti aerei, il primo A/R Milano Malpensa – Miami ( scalo ad Atlanta ) compagnia Delta Airlines per € 392,77 ed un secondo pacchetto che prevede un primo volo Miami-Nassau ( Providence Island ), un secondo Nassau-George Town (Exuma Island), un terzo a distanza di una settimana circa da George Town-Deadmans Cay ( long Island ), e l’ultimo da Deadmans Cay-Nassau, tutti con la compagnia di bandiera Bahamas Air per € 321,00.
Dei complimenti speciali vanno subito alla Bahamas Air; il loro regolamento non prevede nessuna sanzione per gli spostamenti dei voli all’interno dell’arcipelago bahamense; noi addirittura siamo riusciti a perdere un volo, la compagnia ci ha messo in stand by su quello successivo che risultava pieno, e quando ci ha fatto salire senza chiederci un dollaro, ha fatto di noi due persone strafelici !
MONETA: La moneta ufficiale è il Dollaro Bahamense, che ha la stessa quotazione del dollaro americano; si può quindi pagare e ricevere tranquillamente entrambi le valute. Gli esercenti sono molto disponibili ad effettuarvi il cambio, ovvero a darvi dei dollari americani in sostituzione dei bahamensi prima di tornare negli USA.
Di istituti bancari ne esistono solo due, la Royal Bank of Canada e la Scotiabank Bahamas Limited, ove è possibile effettuare prelievi di contanti anche agli sportelli automatici, ma attenzione la prima non fa cambi da euro a dollaro, mentre la seconda si ma vi danno solo dollari bahamensi. Le carte di credito non vengono ben accettate, esclusi i resort ovviamente.
TELEFONO: Nelle isole ci sono delle cabine telefoniche della Balteco, ma quelle che funzionano si contano sulle punta di due dita. Fate attenzione alle schede da utilizzare, le uniche da utilizzare nelle cabine pubbliche sono solo appunto quelle della Balteco e sono acquistabili nelle BTC ovvero The Bahamas Telecommunications Company Ltd.
PREZZI: Le isole Bahamas sono costose per tutto, tanto per darvi un’idea un pomodoro da insalata lo abbiamo pagato 2$, gli spaghetti 2,40$, pomodori pelati 1,95$, acqua da 1,5l 1,60$. La carta igienica può costare da un minimo di 5$ ad un massimo di 16$, una mezz’ora di collegamento in internet a Great Exuma costa 18$.
MAPPE: Visitare le isole non è difficile; troverete delle mappe molto ben dettagliate con l’indicazione delle spiagge e dei luoghi dove effettuare snorkeling, rifornimenti carburante, guest house ecc. ( ovviamente troverete gli esercizi che pagano lo spazio pubblicitario sulla mappa ). Inoltre periodicamente vengono pubblicate delle “ Visitors Guide “, in anteprima potete vedere qualcosa sul sito www.longislandvisitorsguide.com oppure www.exumavisitorsguide.com.
TRASPORTI: per girare le isole è assolutamente indispensabile noleggiare un’auto; esistono diverse agenzie, ad Exuma noi abbiamo speso 60$ al giorno in quella vicino all’aeroporto, la “ Don’s Rent a Car “ Telefono (242) 345-0112 Fax (242) 345-0113 email donsrentacar@hotmail.com, ma anche “ Thompson Rental co. Ltd “ indicata sotto nel capitolo degli alloggi noleggia auto, vale la pena verificare i prezzi.
A long Island invece abbiamo speso 50$ al giorno da “ Mr.T Car Rental “, un simpatico signore che ci ha colpito per due motivi: il primo è il tipo di inglese da lui parlato ( praticamente incomprensibile ), ed il secondo è il luogo dove abita; infatti per raggiungerlo dobbiamo attraversare la pista di atterraggio degli aerei, per cui bisogna guardare anche in aria oltre che a destra e sinistra. I suoi recapiti sono Telefono (242) 337-1054 – (242) 332-2773.
ALLOGGI: il nostro spirito di viaggiare ci ha sempre spinti ad acquistare solo i voli aerei ed una buona guida, anche se questa volta la Lonely Planet non è stata utile avendone predisposta una sola per tutte le isole dei caraibi, pertanto è risultata scarsa di informazioni.
Sul posto abbiamo voluto “ indagare “ per fornire più informazioni ai viaggiatori che amano girare come noi.
ALLOGGI Exuma ISLAND: In tutti i diari letti si parlava del Coral Gardens, struttura gestita da una coppia inglese, sito internet www.coralgardensbahamas.com, localizzato a circa 150 m dalla strada principale. Per andare in spiaggia dovete percorrere circa 300 m. a piedi, il prezzo era il più economico che abbiam trovato in internet, ovvero 99$ .
Noi abbiamo alloggiato al Breezy Hill trovato su Trip Advisor dove abbiam pagato 125$ a notte. Avevamo una stanza molto spaziosa nella Main House dotata di queens bed, frigorifero, TV satellitare per la gioia di Massimo, condizionatore, ventilatore a soffitto e bagno privato. La cortesissima proprietaria si chiama Esther Taylor e vive con suo marito Larry ed il cane Baddy da circa 12 anni, ci mette a disposizione tutta la sua cucina che come tutte le cose americane ha un megafrigorifero, 2 mega congelatori, tutti fornitissimi di ogni cosa che si possa immaginare.
A fianco della Main House c’è la Guest House , una casa singola dotata di cucina soggiorno, due camere da letto e bagno privato, prevista per due coppie ma con possibile estensione anche a tre se ci si accomoda nel divanoletto in soggiorno. Il costo giornaliero è di 250 $ al giorno anche se i prezzi ci spiega Esther possono oscillare a seconda la stagione.
La loro email è la seguente: larryetta3632@hotmail.com, i loro telefoni 1-330-313-1667 (U.S.) or 1-242-telefoni 1-330-313-1667 (U.S.) or 1-242-358-4080 (Exuma).
Ad Exuma esistono molte agenzie immobiliari; i numeri di telefono sono reperibili in quantità lungo la strada perché troverete una miriade di cartelli “ For rent “. Poco fuori George Town c’è la “ Thompson Rental co. Ltd “ che affitta dei graziosi villini vicini al mare e che costano 120 $ a notte per un appartamento con una stanza da letto, mentre con due stanze da stanze da letto ne costa 150 $. Il telefono è (242) 336-2442/6 Fax (242) 336-2445 email: thompsonrental@hotmail.com.
In tutti gli store ci sono bacheche dove vengono esposti vari annunci di case in affitto; noi ci siamo fermati a “ Candys Aptarment “ che si trova a Farmer Hill e presso una casa privata vicino il Coral gardens; in entrambe i casi sono gestite da gente del posto e l’affitto era di 1000 $ al mese.
ALLOGGI long Island: a long Island troviamo a circa 20 minuti dall’aeroporto di Deadman’s Cay, esattamente a Salt Pond “ Seaview Lodge “ segnalato anche dalla Lonely Planet che sono dei villini in riva al mare proprio di fronte al porticciolo dove attraggono le mailboats e le navi che trasportano le merci. Nel villino si spende 100 $ a notte, non ci piace da subito; ci muoviamo subito come nel ns. spirito in cerca di un nuovo alloggio. Il giorno dopo si parte e dopo un paio di posti arriviamo Petty’s, dove di sfuggita leggiamo “ Rooms to Rent “; i locali sono nuovissimi, le stanze sono grandi, la cucina è perfetta, il prezzo è perfetto 75$ a notte con cucina e 65$ a notte senza cucina. Il posto si chiama “ Neo Klima Villa “ Telefono 242-337-0217 oppure 242-337-6050 email glamour_sr@yahoo.com.
Il discorso delle bacheche vale anche per long Island, noi all’interno di un’agenzia della Fedex Express dove eravamo andati per internet ad Hamilton’s, abbiamo trovato un volantino dove veniva pubblicizzato “ The Blue Cottage “ ( che abbiamo poi visto e verificato ) sono degli appartamenti con due stanze da letto, 1 bagno, cucina, il tutto a 600 $ al mese. Per contatti Fedex al n° (242))-337-6786 oppure visitate il sito www.sunquestservicecom

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...