Viva Mexico 2° parte

località: cancun, isla mujeres
stato: messico (mx)

Data inizio viaggio: sabato 30 dicembre 2006
Data fine viaggio: lunedì 1 gennaio 2007


Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

L'arrivo a Cancun

sabato 30 dicembre 2006

A bordo di un collettivo e con le valige al seguito ci spostiamo da Tulum a Playa del Carmen e da qui saliti a bordo di un altro collettivo ci dirigiamo verso Cancun. Purtroppo non c’e’ un collettivo diretto che da Tulum ti porta fino a Cancun, si deve per forza di cose cambiare a Playa. Arriviamo nella parte vecchia della citta’ di Cancun, qui prendiamo un taxi che ci accompagna al nostro hotel. Percorrendo Cancun vecchia, si nota una citta’ molto operaia ma allo stesso tempo si possono notare molti barboni sugli angoli delle strade, case non proprio il massimo della vita, tutto d’un tratto e’ come se ci fosse un muro invisibile e comincia la zona hotelera, comincia di colpo il lusso piu’ sfrenato. La zona hotelera non e’ nient’altro che 24 km di strada in cui troverete solo ed esclusivamente lusso: alberghi, resort, spa a 4/5 stelle, palme, verde, fontane, centri commerciali con le marche dell’alta moda, ristoranti, discoteche all’aperto…sembra veramente di essere a Miami o Los Angeles. Qui ci si muove oltre che con i carissimi taxi, con i bus come precedentemente vi raccontavo. I messicani si lamentano molto di questa “zona hotelera” in quanto molto lussuosa, molto “americanizzata” in tutto di vero Messico, di civilta’ Maya c’e’ ben poco per non dire niente;
C'è da dire che il governo messicano ha stabilito che nelle strutture alberghiere puo’ essere assunto solamente personale messicano, cosi’ facendo molti di loro possono tranquillamente trovare un’ occupazione e quindi un guadagno. Il nostro hotel e’ riconoscibile a distanza, infatti a ridosso dell’entrata e’ stato eretto tempo fa un enorme palo che sorregge un’altrettanta enorme bandiera messica, una sensazione assurda alzare il naso all’insu’ e vedere e sentir sventolare questa bandiera. Da subito ammiriamo la bellezza del nostro hotel IMPERIAL CASA MAYA e subito mi complimento con il mio tour operator personale (SeleneJJJ) per la scelta. Dopo le classiche procedure d’ingresso alla reception saliamo al 7mo piano stanza 1722. Le forze che avevo non erano tante, avevo sicuramente la febbre, ma quando ho aperto la porta della stanza ci sono rimasto; ampia sala con divani, televisione, balconcino, cucina predisposta di tutto, frigo, lavastoviglie, microonde, tavolino da 4 molto comodo, bagno super e poi il tocco finale e’ stata senza dubbio la camera, non tanto per la bellezza, quanto per la veduta che avevamo. Aperte le tende sotto di noi spiaggia e mar dei caraibi ed in lontananza si vedeva anche Isla Mujeres…cosa chiedere di piu’! Purtroppo per me la felicita’ dura poco in quanto non riuscivo neanche a stare in piedi e mi sdraio subito sul letto. Selene da sola era in forte disagio, voleva tanto scendere in spiaggia ma e’ rimasta tutto il tempo li’ con me ad “accudirmi”. Praticamente dormo dalle 17 fino alle 7 della mattina successiva!!!

Isla Mujeres

domenica 31 dicembre 2006

Fortunatamente la mattina seguente le cose sembrano andare un po’ meglio, un po’ debole ma non di certo come il giorno precedente. Passata la paura quindi, subito colazione e subito usciamo dall’albergo direzione Porto Juarez. Da qui infatti partono gli aliscafi per Isla Mujeres meta stabilita per questa giornata. La traversata dura circa 20 minuti. Tutti ci avevano parlato bene di questa isola, effettivamente e’ molto bella e particolare, sinceramente pero’ ci aspettavamo di piu’. Appena scesi dalla barca accettiamo subito di fare un tour con una piccola lancia che ti permetteva con 20$ a persona di fare snorkeling, pranzo a base di pesce in un ristorante dell’isola e di vedere seppur da lontano i delfini ed un temibilissimo “tiburon”…per dirla in italiano…uno squalo. Accettiamo e siamo di nuovo in mare. Il tour e’ molto bello, i fondali popolati di numerosi pesci di qualsiasi colore e dimensione infine ammirati anche i delfini e lo squalo, ci fermiamo come da programma in una baita per fare pranzo. Fatte le dovute foto di rito e visto un mini acquario di tartarughe con i vari processi di crescita, facciamo ritorno al porto, dove noleggiamo una macchinina a motore 2 posti, come quelle che si usano nei campi da golf. Cominciamo a girare l’isola ed arriviamo fino al Garrafon, dove dovete pero’ fare attenzione ad un particolare; il Garrafon e’ un parco naturale dove si possono fare immersioni e vedere un infinita’ di pesci, la differenza e’ che l’ingresso al parco costa circa 50$. Poco prima troverete una spiaggia privata che alla modica di cifra di 4$ vi permettera’ di vedere le stesse cose del parco; infatti non vi dico cosa c’era sott’acqua, un mondo di pesci, tutto cio’ andava a nostro vantaggio, con la macchina digitale subacquea infatti era un piacere rimanere in acqua a fotografare uno spettacolo del genere tanto che Selene aveva quasi paura perche’ praticamente si ritrovava circondata come se fosse in una piccola vasca con 100 pesci, molto emozionante. Ritornati al porto ci gustiamo un tramonto molto romantico e pieno di colori. Facciamo ritorno a Cancun. Ci si deve preparare per il brindisi di capodanno, il nostro molto semplice, cena in un ristorante a base di pesce, molto vicino a Plaza Forum, il luogo forse piu’ movimentato di Cancun. In questa zona infatti potete trovare l’Hard Rock Cafe’, il Coco Bongo, 6/7 discoteche / locali all’ aperto, praticamente una attaccata all’altra, le quali a mezzanotte in punto si son date a gara a chi praticamente aveva la coreografia piu’ bella per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Musica, coriandoli, fischietti, tric e trac, trombette…di tutto e di piu’ sembrava di essere al Carnevale di Rio de Janeiro.

TANTIAUGURI DI BUON ANNO ... OGGI SOLO RELAXx..

lunedì 1 gennaio 2007

Primo giorno dell’anno all’insegna del relax piu’ totale. In questo giorno di festa infatti, molte attrazioni sono chiuse e muoversi per strada e’ praticamente impossibile visto il via vai di persone, decidiamo quindi di rimanere in albergo sotto il nostro ombrellone personale fatto stile capanna a cercar di prendere un po’ di colore per poi far morire d’invidia tutti i nostri amici al nostro rientro in Italia. La sera decidiamo di andare a fare un giro a Cancun al centro commerciale La Isla. Piu’ che un centro commerciale sinceramente sembra un piccolo paese super chic, con ponti, torrenti e tanti negozi alla moda, tutte le marche piu’ famose e prestigiose le puoi trovare qui, Nike, Lacoste, Cartier, Rolex ecc… Dopo aver fatto shopping decidiamo di tornare in albergo accompagnati pero’ dall’immancabile temporale di 10 minuti, utile almeno per rinfrescare un po’ l’ambiente.