Il Giappone di Maura & Leonardo

stato: giappone (jp)

Data inizio viaggio: mercoledì 4 novembre 2009
Data fine viaggio: sabato 21 novembre 2009

C'e una stagione - oltre alla primavera - in cui i giapponesi impazziscono e si riversano nei templi e nei santuari. Si tratta della stagione "momiji", che è tecnicamente l'autunno ma che praticamente corrisponde a quelle settimane tra novembre e dicembre in cui gli aceri si tingono di rosso. Ebbene questa è la stagione che abbiamo scelto per il nostro primo viaggio in Giappone.
Questo racconto non vuole essere una guida per nessuno, ma solo un ricordo per noi e un piccolo aiuto per i TPC. Crediamo fortemente nel pensiero di Pessoa: il viaggiatore è il viaggio. Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma quello che siamo.

Il nostro intinerario:
(VOLO) FIRENZE-PARIGI PARIGI-NARITA
TOKIO 5 NOTTI (visita a Kamakura e Nikko)
(Shinkansen) TOKIO-KYOTO
KYOTO 4 NOTTI (visita a Nara)
(Shinkansen) KYOTO-HIMEJI
(Shinkansen) HIMEJI-HIROSHIMA
HIROSHIMA 2 NOTTI
BEPPU 2 NOTTI
YUFUIN 1 NOTTE
NARITA 1 NOTTE


Se viaggiate in autunno, tranne la tratta Tokyo-Kyoto, non è necessaria la prenotazione dei treni, troverete tranquillamente posto anche nelle carrozze non fumatori. Normalmente le carrozze senza prenotazione sono in coda. Comunque troverete scritto nei tabelloni della piattaforma, dove sono dislocate e se sono vietate ai fumatori.
Non è vero che i dolci giapponesi sono tutti con il ripieno di crema di fagioli. In verità c’è una gran varietà di dolci purtroppo buonissimi. Sono molto attenti alla qualità del prodotto, normalmente il cioccolato utilizzato è belga. La qualità degli ingredienti non è solo prerogativa dei dolci, ma è alla base di tutto il settore l’alimentare. Non rinunciate ad assaggiare, la varietà è ampia e sicuramente troverete cose che vi piacciono. Il sushi non ha niente a che fare con quello che si trova in Italia, come prima esperienza fare colazione a base di sushi al mercato del pesce di Tokyo è forse stata un po’ azzardata e non mi ha entusiasmato ma nei ristoranti in cui i piattini di sushi scorrono sui nastri ho trovato tante cose che mi sono piaciute. La frutta e i succhi freschi sono buonissimi. Nei negozi aperti 24 ore potrete assaggiare a prezzi economici piccole porzioni di quello che vi incuriosisce. Anche il cibo è cultura.
Se potete attivare il JR pass, utilizzando la JR-EAST Railway Lines che è la linea di superficie potete visitare tutta Tokyo senza problemi se no il biglietto giornaliero per la metro costa 1000 Yen è molto conveniente e in questo caso potete visitare Tokyo senza problemi utilizzando la subway.
Il JR Pass è uno spasso per tutto il periodo di validità, basta mostrarlo anche da lontano e tutte le porte del trasporto su rotaia (JR) si aprono, sembra di essere un ministeriale italiano.
I giapponesi confermo in tutto per tutto quello scritto da altri TPC sono persone “speciali” e impazziscono letteralmente per l’Italia e la Francia.
L’organizzazione, la sicurezza, la pulizia, l’educazione sono cose che purtroppo ci hanno colpito perché purtroppo per noi non sono scontate.
Concedetevi almeno una notte in una ryokan che sia di tipo economico o di lusso né vale la pena per entrare nell’atmosfera giapponese. Nelle ryokan di lusso la qualità del servizio è molto alta.
Il Giappone è un viaggio per tutti e in questi tempi non è più costoso, ci sentiamo di consigliarlo soprattutto a chi è scettico verso il modo orientale è un buon punto di partenza per incominciare ad apprezzare questa parte di mondo tanto diversa dalla nostra, ma di grande fascino; fidatevi.
Tanti viaggi per tutti!
Leonardo & Maura

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...