Lantau e il Buddha seduto

località: mui wo, lantau
stato: hong kong (hk)

Data inizio viaggio: lunedì 3 dicembre 2007
Data fine viaggio: martedì 4 dicembre 2007


Neppure un’ora di viaggio sullo Star Ferry mi portano a Mui Wo, un villaggio conosciuto anche con il nome di Silvermine Bay, per le numerose miniere d’argento che un tempo erano presenti qui vicino, nell’isola di Lantau, la maggiore delle isole di Hong kong.

Lantau oggi è un’isola moderna e sviluppata, ma conserva un’atmosfera agreste e rilassata, è grande il doppio di Hong kong, ma è abitata da sole 45.000 persone.

Da Mui Wo prendo il bus n.2 per Ngong Ping, un altopiano che si trova nella parte occidentale dell’isola e che custodisce lo splendore del Monastero di Po Lin, o Loto Prezioso. (Foto 1)

Il monastero un tempo era un eremo tranquillo, privo di folle di turisti curiosi e orde di pellegrini, alla fine degli anni ’80 fu costruita proprio qui la statua del Buddha seduto più grande del mondo, e questa da allora è stata un forte richiamo per stranieri e pellegrini.

Inizialmente il numero dei turisti so che era limitato dalle difficoltà che si incontravano per percorrere le strade strette che conducevano alla montagna, poi anche questo ostacolo fu sorpassato. Oggi ogni mezz’ora sale un autobus da Mui Wo per il monastero.

Anche io sono stata mossa dalla curiosità di vedere l’enorme Buddha, e non me ne sono pentita.

Già per la strada, sul bus, si può scorgere l’enorme statua che domina la collina, una figura impressionante in mezzo al verde paesaggio.

Appena arrivo scendo, un po’ infastidita dalla calca delle persone e dall’aria che tira, sembra di essere ad un parco dei divertimenti, ma rimango subito impressionata dal luogo. (Foto 2)

Sulla collina che domina il monastero, in cima ad una scalinata di 260 gradini, governa incontrastata la figura del Buddha seduto, alto 26 metri, accomodato su una piattaforma, si rimane incantati ad osservare la sua espressione dolce, la sua solennità. (Foto 3)

Intorno al Buddha sei statue in bronzo offrono doni, anch’esse hanno espressioni che regalano dolcezza e pace, sono figure bellissime. (Foto 4)

Mi volto ad osservare il paesaggio, ed è quanto più di suggestivo si possa immaginare; nonostante la folla di persone, domina il silenzio.

Poco distante dai gradini che conducono al Buddha c’è il Monastero di Po Lin, con i suoi edifici riccamente decorati, gli ornamenti in legno scolpito, le immagini che coprono porte e finestre. (Foto 5)

Anche qui l’atmosfera è rilassata e silenziosa.

A sinistra del Monastero ci sono numerose e vaste sale da pranzo, decido di consumare il pasto qui, naturalmente servono solo cibo vegetariano (e sinceramente non è un granché); trascorro il resto del pomeriggio in questo giardino, leggo un libro e scatto delle foto, aspettando che la giornata trascorra, che la luce si affievolisca e che il Buddha mi si presenti in una veste diversa, bellissimo sulla sera.

La grandiosità della statua, la bellezza del monastero e la quiete del paesaggio renderà questa visita una tra le più belle fatte ad Hong kong.

Simona Salini

NOTIZIE INTERESSANTI:

* L’ingresso al Monastero è libero ed è dalle 9 di mattina fino alle 18;
* I buoni pasto per pranzare al ristorante vicino al monastero si possono prendere al negozietto ai piedi della scalinata che porta al Buddha

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...