indonesia

regione: bali, sulawesi, borneo e iran jaya
stato: indonesia (id)

Data inizio viaggio: venerdì 30 luglio 1999
Data fine viaggio: sabato 30 agosto 2008

Ciao ,tutta l'Indonesia mi ha emozionato se no non ci tornavo così spesso!!


quest'anno ci torno per l'ottava volta e non credo che mi stancherò ancora per molto tempo.


Da dove comincio.. Bali splendida meta dove ristorarsi e ritornare a contatto con la civiltà dopo un mese di solitudine e spiagge deserte ; Bali l'ami dopo che hai imparato a conoscerla ,quando scendendo dall'aereo sei sopraffatta dal profumo di sigarette ai chiodi di garofano ,poi dalla confusione di Kuta ,dalla religiosità che incontri anche nei megastore più moderni dove non manca mai l'altarino votivo e il profumo d'incenso ... tutto mi piace di Bali ,ma sono soprattutto i balinesi che apprezzo ! A Bali trovi tutto , a Bali non ti manca nulla c'è anche il traffico quello vero! Ma è difficile vedere qualcuno che si arrabbia perchè è rimasto bloccato .


Poi vediamo ...Sulawesi a mio parere una delle isole più varia e con fondali meravigliosi ( ci farò una capatina anche quest'anno!) a Makasar abbiamo fatto un'amicizia , Robert , lavora per un piccolo tour operator ( wira tour ) ,la sua disponibilità è stata molte volte preziosissima. Sulawesi l'ho visitata per la prima volta nel 1999 la zona più conosciuta è sicuramente la regione di Rantepao dei Tona Toraja con le sue tradizioni animiste e facilmente visitabili da tutti i turisti ,poi il mare eccezionali sono le Togian , l'arcipelago di Wakatobi poi Bunaken ,Siladen sono tutti luoghi incantevoli dove però il turismo sta aumentando troppo per i miei gusti ,quando le ho visitate la prima volta non c'era ne luce ne acqua , la doccia si faceva con il mandi cioè con un secchio e ti assicuro che non c'è niente di meglio dopo una giornata di snorkelling! Il mangiare è povero solo riso pesce e un po' di frutta ,ma le cene al lume di una lampada a petrolio ,il silenzio con solo il sussurrio del mare ,i tramonti mozzafiato non ti fanno desiderare nient'altro!


Come puoi capire i miei viaggi non prevedono grandi alberghi e valigie pesanti solo due magliette e due costumi se ti manca qualcosa lo compri in qualche warung .


Poi... il Borneo sia malese che indonesiano è stratosferico , in Malesia mangi dei granchi e dei gamberi eccezionali li il viaggio è anche culinario!


Gli oranghi , le nasiche , i buceri le foreste con gli Iban , i Dayak la risalita del Mahakam River e anche lì i tramonti rosso rubino dove anche il fiume si infiamma e intorno a te esiste solo quel colore e sempre il silenzio rotto solo dagli strilli degli uccelli che tornano al nido quando la notte sta per inghiottire tutto ,esperienze veramente uniche che non si possono perdere!!


E sempre in Borneo tutte le sue isole iniziando con Sipadan tripudio di coralli, pesci ,tartarughe e ogni specie di fauna marina ,poi Kakaban con il suo lago interno pieno brulicante di meduse assolutamente innocue


che ti solleticano nuotando con loro, poi Sangalaki dove fai snorkelling con le mante , tante e grandi, Derawan con le sue tartarughe anche queste enormi che incontri ogni volta che vai in acqua.


Poi le Molucche del sud con Bandaneira ,le isole di Pisang , di Run le isole delle spezie delle noci moscate, dei chiodi di garofano ,dei manghi.


Anche qui fondali meravigliosi e gente bellissima anche se non molto tempo fa le Molucche sono stato teatro di violenti scontri che hanno fatto passare come se fossero di origine religiosa , mi hanno raccontato che nella maggioranza dei casi la religione è stata solo la scusa per arrivare a creare momenti destabilizzanti.


Proseguendo e tralasciando Lombok, Flores , Ringia e Comodo , c'è Papua ,l'ex Irian Jaya terra incredibile con la valle del Baliem le popolazioni dei Lani e i Dani famosi per il loro astuccio penico ,le loro tradizioni che come al solito castigano soprattutto le donne che ad ogni lutto in famiglia si devono amputare una falange ,tanto che un "regalo" di nozze indispensabile è il "tagliadito" ; le più vecchie e "sfigate " arrivano a non avere nappure un moncone di dito ,ma dato che sono donne devono svolgere i lavori più pesanti e da giovani quando hanno molto latte ne devono riservare anche un po' per allattare i maialini ( fondamentale fonte di sopravvivenza principalmente però destinati agli uomini per le donne solo le ossa e le patate dolci!!).


Ma in Papua ci sono anche isole stupende con fondali eccezionali anche per lo snorkelling come Biak e le Padaido, non facili da raggiungere , ma proprio per questo bellissime .


Beh! Mi sembra di averti detto non certo tutto ,ma ti ho dato una buona panoramica , il mio consiglio è che se hai un po' di senso di adattamento non puoi non buttarti in questa avventura ..provare per credere , sarà la tua droga ,io quando faccio passare più di un anno sto male e quest'anno fortunatamente con 40 giorni spero di fare un po' di scorta , non vedo l'ora di partire ,ma una cosa bellissima è anche pianificare a grandi linee il viaggio cercando informazioni a destra e a manca ,tanto poi quando sei là trovi sempre qualcosa che ti entusiasma e che caso mai non riesci a fare come vorresti così puoi dire "il prossimo anno farò.....".


Condividi questo articolo se ti è piaciuto...