Phuket, Phi Phi, Raya island

località: phuket
regione: isole andamane
stato: tailandia (th)

Data inizio viaggio: venerdì 11 marzo 2011
Data fine viaggio: venerdì 18 marzo 2011

Soggiorno presso l’hotel the Sea Patong, hotel nuovo, semplice, adatto a chi cerca un luogo nel centro di Patong senza essere disturbato da rumori notturni. L’hotel ha delle camere molto grandi, letti king size, una stanzetta che funge da doccia, una da wc e il lavandino è in camera separato dalla zona notte con un piccolo muretto. La camera offre bollitore, tv satellitare, connessione wifi gratuita.
Patong offre numerosi divertimenti, in giro se ne vedono di tutti i colori, soprattutto in Bangla Road… Nei vari mercatini è possibile acquistare capi “griffati” con facilità e la parola d’ordine è contrattare!!! Per quanto riguarda il cibo è possibile cenare con poco nei vari sea food situati nella via parallela al lungomare. Di solito un piatto riso costa sui 50 Bath( circa un Euro e un pò) e un pesce simile al branzino va sui 250 bath. In generale i Thailandesi sono un popolo simpatico socievole e cordiale quindi non abbiate timore ad esplorare!
A Phuket il turista si muove con facilità, basta sapersi organizzare, ci sono bus tuk tuk e per chi si azzarda a guidare a sinistra anche il noleggio scooter.
Phuket è un isola molto bella piena di verde, di fiori coloratissimi ci tornerei volentieri.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

sabato 12 marzo 2011

Il primo giorno di vacanza, poiché il tempo non prometteva molto bene , abbiamo pensato di andare ad esplorare Phuket town. Da Patong sul lungomare si possono prendere autobus locali che con 25 bath e circa 40 minuti di tragitto ti portano dall’altra parte dell’isola. La strada per uscire da Patong è molto ripida, il bus avrà circa 50 anni e va avanti a passo d’uomo per certe pendenze… Arrivati a Phuket decidiamo di vedere la zona vecchia, e il templio buddista. Ci perdiamo tra le stradine e ne approfittiamo per mangiare una crepes in uno dei tanti localini gestiti da thailandesi. Torniamo quindi a Patong e la sera andiamo proprio dietro il nostro hotel dove vi è il Patong Food market, zona in cui la sera ci sono numerosi ristoranti all’aperto che offrono piatti thai a base di pesce a prezzi super competitivi. Questi ristoranti en plein air saranno per tutta la settimana i luoghi dove faremo la cena. Due in particolare ci sono piaciuti, il Kusuma che è orientato verso la Malesia, infatti i proprietari sono thai malesi e l’ultimo nelle vicinanze dell’Andaman sea condominium. In questi posti un piatto di riso thai con uova e scampi costa 50 bath ( 41 bath = 1 euro), è possibile mangiare un buon branzino con 250 bath. I piatti sono delle vera e proprie opere d ‘arte decorati con fiori e molto belli da vedere, oltre che da gustare.

domenica 13 marzo 2011

Prendiamo un tuk tuk e con 300 bath ci facciamo portare alla spiaggia di Surin , a nord di Patong. La spiaggia è circondata dal verde, all’estremità della baia ci sono rocce e colline piene di palme

Phi phi

lunedì 14 marzo 2011

Gita in motoscafo veloce alle Phi Phi Island. Abbiam fatto una sosta di un ora circa a Bamboo Island , isola disabitata con mare cristallino, sabbia bianca e panorami sui faraglioni mozzafiato. In seguito siamo andati a fare snorkeling, poi siamo andati a phi phi Island a pranzare. Dopo il pranzo siamo andati a vedere la laguna e poi per le 16 siamo arrivati alla splendida Maya Bay. A Maya Bay è possibile fare un piccolo percorso all’interno e giungere in un punto in cui ci si può tuffare . Molto suggestivo camminare in mezzo alle piante con i piedi nudi! Capisco perché The beac sia stato girato in quel fantastico luogo che, purtroppo ora i turisti stanno rovinando…. Ci sono centinaia di persone su quella baia… penso che sia una delle maggiori attrazioni di tutta Phuket

kata beach

martedì 15 marzo 2011

Prendiamo un tuk tutk e ci facciamo portare a Karon, la spiaggia musicale. Appena arrivate in spiaggia io e mamma ci guardiamo non molto convinte… la spiaggia è lunghissima ma alle spalle ha hotel e zero palme… quindi io azzardo che forse è meglio andare un po’ più a sud e raggiungiamo Kata. Prendiamo un ombrellone sotto le palme con due lettini per tutta la giornata al prezzo di 200 bath e ci godiamo questa fantastica spiaggia dall’acqua trasparente e la visione dell’isoletta del granchio davanti. Per il ritorno in hotel il tuk tuk ci chiederà 400 bath

Raya island

mercoledì 16 marzo 2011

Escursione a Raya Island. Per arrivare ci si impiega circa 40 minuti di motoscafo veloce, qui il mare a volte è mosso e a noi è capitato di fare dei bei salti……Raya ha una spiaggia bianchissima e un mare molto bello, se non fosse che ci sono numerosi scogli sommersi sotto la sabbia e bisogna avere un occhio per non scivolare… comunque la giornata è stata molto rilassante, all’insegna del mare, della visione dal promontorio panoramico e dell’osservazione di numerosi varani che circolano liberamente vicino al ristorante dove abbiamo pranzato che è quello del Raya resort.

Wat chalong e cascatelle

giovedì 17 marzo 2011

Vista la situazione alquanto abbrustolita della nostra pelle, decidiamo di andare a visitare i templi di Wat Chalong, il principale santuario buddista dell’isola. Prendiamo quindi il bus fino a Phuket town poi il bus tuk tuk. Visitiamo i templi in un oretta e poi ritorniamo a Phuket town , da qui riprendiamo il tutk tuk per le cascate…. Pessima idea, le cascate non valgono la pena della visita, la cascata più altà sarà di 5 metri e per entrare abbiamo pagato la bellezza di 200 bath a persona solo perché parco nazionale, senza contare i soldi spesi per il tuk tuk di andata e ritorno da Phuket Town( 800 bath).

venerdì 18 marzo 2011

La vacanza è ormai giunta al termine quindi ci rilassiamo sulla fantastica spiaggia di Patong che si sarà abbastanza affollata (ma nemmeno tanto) ma offre tutto e di più in una fantastica baia circondata da verdi colline.