Dolomiti 2007

località: dolomiti
regione: carnia, cadore, alto adige, tirolo
stato: austria (at)

Data inizio viaggio: lunedì 16 luglio 2007
Data fine viaggio: venerdì 27 luglio 2007

In città fa caldo, perchè non cercare il fresco in montagna ?
Detto, fatto, si carica il camper e si parte.
Prima tappa: Forni di Sopra, al campeggio "Tornerai", simpatico luogo, pulito e ben condotto da una coppia giovane con due magnifici bambini al prezzo, molto contenuto, di € 16.80 al giorno, riposo assoluto per quattro gg.
Nelle vicinanze, siamo andati a piedi, c'è un ristorante, tanto decantato, dove abbiamo preso una fregatura, siamo stati al sabato per vederlo e preso nota del menu ci siamo prenotati per l'indomani domenica, risultato: alla festa fanno solo il primo e di secondo solo grigliata di carne e niente verdure, le tagliatelle erano crude, il sugo di lepre secco, la grigliata non male, ma un camperista di solito se la fa lui senza andare in un ristorante, i dolci ottimi, almeno quelli, mezzo litro di vino sfuso, una bottiglia di acqua minerale, totale € 45.10, al cameriere ho dato 50€ e la padrona mi ha reso € 4.90 (non 5).
Seconda tappa: Auronzo, c'era anche il Papa, area di sosta in riva al fiume, bello il posto con una cattiva compagnia: dei nomadi con camper nuovissimi, la macchinetta per pagare il posteggio era rotta, chissà chi è stato ??, poi sono arrivati i vigili con un tecnico che ha prontamente riparato il guasto ed hanno allontanato i vicini indesiderati, giro in paese e visita al lago, formato da una diga e una lunga passeggiata lungo il fiume.
Terza tappa: Cortina, dopo tanto girare un cartello ci porta sulla strada per Misurina e prima dell'area di sosta c'è il camping Olympia (€ 18.00 al gg) quasi al completo, per la maggior parte è occupato da roulutte stanziali, siamo stati fortunati, abbiamo trovato posto lungo il fiume davanti ad una spiaggetta con ombrelloni e sdraio ed un gioco delle bocce, al mattino con il bus, i biglietti si ritirano alla reception al prezzo di 1 € a persona per sola andata, visita al bel centro della cittadina, molto affollata di turisti; al pomeriggio un temporale ha fatto parecchi danni ad un gazebo ed agli ombrelloni, lasciati aperti, sulla spiaggetta, la notte è stata abbasatanza fredda, tanto da farci accendere la stufa.
Quarta tappa Lienz, non prima, passando, di visitare il lago di Misurina ed una sosta a Dobbiago con visita a due belle chiese, una barocca nel centro e l'altra, molto caratteristica, su una collina nelle vicinanze.
A Lienz prima di andare al campeggio abbiamo visitato lo Schloss Bruck: un castello con all'interno un'interessante museo che ripercorre la storia della zona. Cercavamo il campeggio nella zona limitrofa alla città, ma, sbagliando siamo finiti al Camping Seewies, più distante ed abbastanza costoso (€ 31.60 al gg) molto bello, ma molto piccolo, pochi posti per i camper e molto ristretti, dove finiva la veranda di uno, cominciava il camper dell'altro, a fatica mi sono introfulato tra l'uno e l'altro e dopo una visita al laghetto, dove molti abitanti del luogo facevano il bagno, abbiamo cenato, durante la notte abbiamo ancora acceso la stufa. Al mattino successivo, lasciato il campeggio, visita al Waaerschaupfad: una gola in montagna con una cascata, per arrivare in cima, ci sono due strade: un sentiero con gradini ed un caminamento in legno a sbalzo nel vuoto, oppure una ferrata lungo lo strapiombo, naturalmente abbiamo scelto il sentiero, caratteristica della visita è che ti forniscono di un casco da minatore onde evitare che si picchi la testa lungo la roccia e ci si possa far male, molto interessante e bella da vedere, ritornati verso la città per visitare il centro ed il mercato del venerdì, non trovando parcheggio ci decidiamo per il rientro in Italia.
Sosta lungo la strada per il pranzo, piccolo riposo, ripartenza ed arrivo a casa.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...