Bruxelles: arte, birra e tanti waffle!

località: bruxelles e bruges
stato: belgio (be)

Data inizio viaggio: giovedì 11 agosto 2011
Data fine viaggio: martedì 16 agosto 2011

A causa dei miei esami universitari e dei problemi di lavoro dei miei compagni d'avventura, l'unico periodo per riuscire a farci un viaggio era a cavallo di ferragosto e così, guardando il sito Ryanair abbiamo scelto il volo più economico: Bruxelles. Partenza da Bergamo l'11 agosto (ore 7.50) e ritorno il 16 (ore 18) a 68€ (senza valigia, abbiamo fatto stare tutto nel bagaglio a mano).
Abbiamo soggiornato all'Atlas Hotel, distante 5min a piedi dalla Grand Place e comunque molto vicino ad una fermata della metro (Ste Catherine). L'hotel era bello e forniva un'abbondante colazione. Il prezzo era molto buono: due camere doppie, 375€ l'una.
Ci siamo spostati quasi sempre a piedi perché la città è piccola; a proposito, posso confermare quanto si legge in altri diari di viaggio e su molti siti internet, cioè che Bruxelles si può girare tranquillamente in un paio di giorni; però, per chi come noi volesse fare un soggiorno più lungo, la città ha molto da offrire (numerosi sono i musei) e di certo non ci si annoierebbe.
Per quanto riguarda il clima, lo abbiamo trovato simile a quello inglese: in un batter d'occhio una giornata soleggiata poteva trasformarsi in piovosa; solo un giorno però abbiamo trovato pioggia forte, perlopiù si trattava di precipitazioni brevi e poco intense. La temperatura era invece fantastica: di giorno si poteva girare tranquillamente in maglietta a maniche corte mentre la sera faceva fresco ed era necessaria una felpa.
In conclusione devo ammettere che Bruxelles mi è piaciuta molto: è una città pulita, che sii può girare a piedi senza problemi, con diversi musei ed edifici in stile art nouveau davvero belli. Vale sicuramente la pena visitarla!!

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

L'arrivo

giovedì 11 agosto 2011

Abitando a Mantova ci siamo fatti una levataccia per raggiungere Bergamo 2 ore prima della partenza del volo (7e50).
Atterrati a Charleroi abbiamo cercato l'autobus per raggiungere Bruxelles. A dir la verità non ci abbiamo messo molto, l'aeroporto è piccolo; molto più lunga è stata l'attesa per poter comprare il biglietto! Casse automatiche solo per possessori di carte di credito (ahimè noi ne eravamo sprovvisti) e quindi una coda di un'ora alle biglietterie "classiche". Ottenuto il biglietto (11€ andata e ritorno) siamo saliti sul bus, direzione Bruxelles-Gare du Midi (si raggiunge in 40min circa) e poi via spediti all'hotel per il check-in.
Dopo aver preso possesso delle stanze e fatto un pranzo nel vicino Mc Donald, abbiamo esplorato il centro città: Grand Place, Manneken Pis, Galeries Royale, Palazzo reale (dall'esterno) e il parco prospiciente ed infine visita alla Cattedrale di San Michele e Gudula (entrate, è veramente molto bella).
Abbiamo concluso la giornata con una pizza mangiata vicino all'hotel e un veloce giro in centro, per assaporare Bruxelles "in notturna"

Bruxelles Art Nouveau

venerdì 12 agosto 2011

Abbiamo deciso di passare la mattinata alla ricerca delle case in stile art nouveau; ci siamo perciò diretti nei quartieri St-Gilles e Ixelles, dove sapevamo essere numerose. Veramente bella (soprattutto l'interno) la Maison Victor Horta e se vi piace lo stile non potete perdervi Maison Ciamberlani.
Pranzo al sacco e poi, causa pioggia molto forte, ci siamo rintanati un un bar, provando le rinomate birre locali.
Avendo quasi smesso di piovere ci siam rimessi in cammino, abbiamo raggiunto il Palazzo di Giustizia (che non abbiamo potuto apprezzare appieno essendo interamente ricoperto da ponteggi) e da lì abbiamo raggiunto la vicina chiesa di Notre Dame de la Chapelle. Qui ho insistito per entrare (comunque l'ingresso nelle chiese a Bruxelles è ovunque gratuito) perché all'interno si trova la tomba del pittore fiammingo Pieter Bruegel, e da studente di beni culturali quale sono non potevo perdermela!
Dopo cena abbiamo camminato un po' per la città per vedere un po' di monumenti illuminati e, per concludere degnamente la giornata, siamo andati al "Delirium café", pub con una variegata scelta di birre. Vi consiglio vivamente di provarlo!

Bruges

sabato 13 agosto 2011

Dato che le previsioni metereologiche prevedevano sole splendente (naturalmente non azzeccandoci, è piovuto per gran parte della giornata) abbiamo deciso di lasciare Bruxelles per dirigerci a Bruges.
Dopo una lunga coda in biglietteria riusciamo finalmente a prendere il treno (purtroppo non ricordo il prezzo del biglietto).Il viaggio è veloce e prima dell'ora di pranzo raggiungiamo questa magnifica città.
Vi dico solamente una cosa: visitatela. Davvero bella, sembra di tornare indietro nel tempo e passeggiare per una città medievale. Vale la pena di perdersi per le sue viuzze ed ammirare gli incredibili scorci che offre, anche in una giornata cupa come quella che abbiamo incontrato!
Noi abbiamo visitato la chiesa di Notre Dame (con una scultura di Michelangelo!), il Markt con l'imponente Belfort e la cattedrale. La Basilica del Sacro Sangue, dove è conservata una reliquia che si dice essere il Sangue di Gesù Cristo, non potevamo saltarla, dato che anche noi a Mantova abbiamo la stessa reliquia! Inoltre abbiamo trovato il tempo per gustarci un'enorme porzione di patatine fritte (a Bruges si vantano infatti di farle buonissime...non posso che confermare!)
Tornati a Bruxelles, dopo cena abbiamo deciso di comprarci un waffle (dolce tipico locale) ricoperto di cioccolata calda e panna montata e di gustarcelo seduti sul ciottolato della Grand Place, ammirando ancora una volta il Municipio e la sua splendida illuminazione.

La ricerca dei murales

domenica 14 agosto 2011

Domenica: dedichiamo la mattinata alla ricerca di alcuni murales (scelti precedentemente, perché sono moltissimi) mentre nel pomeriggio visitiamo il Museo Reale di Belle Arti, con dipinti datati dal 1200 fino al secolo scorso. Sicuramente una bella raccolta, dove accanto a celebri capolavori, abbondano i dipinti di pittori originari della regione.
Data l'insistenza di un mio amico decidiamo di cenare a "la Mort subite", café-ristorante che ci dice avere buone recensioni su molte guide. Purtroppo noi non siamo rimasti soddisfatti: prezzi abbastanza alti e cibo non eccellente (un esempio: un croque monsieur, che in realtà era un toast poiché mancava il formaggio grattugiato sopra, 8€)

Ferragosto

lunedì 15 agosto 2011

In mattinata ci rechiamo all'Atomium. Dopo aver scattato molte foto, visto lo stadio Heysel e passeggiato per il bellissimo Parc de Laeken, nel pomeriggio torniamo in centro e ci dirigiamo dapprima verso il Parc du Cinquantenaire e la vicina Maison Cauchie (anche questa un'abitazione in stile Art Nouveau) e poi raggiungiamo la zona del Parlamento Europeo. La zona del parlamento è completamente diversa dalle precedenti, abbondano infatti i palazzi e le costruzioni in ferro e vetro, ma non per questo meno bella di altri quartieri.

In birreria!

martedì 16 agosto 2011

Purtroppo è arrivato l'ultimo giorno.
Decidiamo di andare a visitare la "brewery Cantillon"; attraverso una serie di stanze ci viene illustrato come si produce la birra in questa birreria artigianale e poi, a fine tour, si ha la possibilità di assaggiare la birra qui prodotta: davvero una delizia.
Usciti, ci resta giusto il tempo per un ultimo waffle e per comprare tutta una serie di gadget per i nostri amici rimasti a casa (e naturalmente una bella scatola di cioccolatini!) prima di passare a ritirare i bagagli e prendere la via dell'aeroporto.