RUSSIA 2006 - BIELORUSSIA

località: brest, minks, mir
stato: bielorussia (by)

Data inizio viaggio: mercoledì 28 giugno 2006
Data fine viaggio: giovedì 27 luglio 2006

La Russia……… un paese che ci ha sempre affascinato, che però non potevamo e non volevamo visitare da soli, questa nazione, purtroppo non è ancora pronta per i viaggi “fai da tè” , non ci sono aree di sosta attrezzate per camper e tantomeno campeggi, c’è ancora troppa burocrazia ai confini, si perdono ore ed ore, la segnaletica è in cirillico poche volte abbiamo visto scritte in inglese, la polizia ti può fermare per niente e se non paghi la tangente, alle volte basta solo una bottiglia di vino, ti fa molto tribolare con notevole perdita di tempo, pochissime persone parlano l’inglese, a loro, per ora, il turismo non interessa.
Per questo viaggio c’eravamo gia iscritti quattro anni fa al CC La Granda, che è stato uno dei primi club di camperisti ad organizzare viaggi per questa meta, purtroppo mi sono accorto all’ultimo che il mio passaporto era in scadenza e non avevo il tempo per rinnovarlo.
Quest’anno dopo tanti rinvii, ci siamo decisi: ci siamo rivolti all’agenzia con la quale siamo stati in Libya, la Girocamper, la spesa era abbastanza elevata di € 3.460, partenza ed arrivo Tarvisio, durata 30gg.
Dopo aver inviato l’acconto e poi in giugno il saldo, 15 gg prima della partenza l’agenzia ci avverte che non avendo raggiunto il numero minimo di partecipanti il tour non si farà, ma ci dirotta presso il corrispondente russo (sanpietroburgo.it) che, raccolto tutti i vari spezzoni di altri club o agenzie, riesce a completare il numero necessario per effettuare il viaggio.
Anziché Tarvisio, la partenza sarà a Terespol al confine Polacco/Bielorusso e la fine sarà Narva al confine Russo/Estone, solo in questo tratto saremo seguiti ed assistiti da guide: un italiano parlante russo ed una bielorussa parlante italiano e russo, il tutto al prezzo di € 1.750, praticamente la metà, abbiamo subito accettato, l’itinerario prima e dopo la Russia lo faremo da soli visitando egualmente i luoghi indicati nel programma del Girocamper.

Questo viaggio l’ho suddiviso per nazioni, la Slovacchia, la Polonia parte in andata e Cestocova al ritorno, la Bielorussia, la Russia divisa in Mosca con l’Anello d’Oro e Sanpietroburgo con le Residenze ed infine l’Estonia

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

10/1659 - Brest - Parcheggio Hotel Intourist

martedì 4 luglio 2006

CONTINUA DA "POLONIA"

Partenza prima delle 8 in dogana alle 8.30 entrata in Bielorussia alle 14.30, tutto il tempo sotto un sole cocente, ho acceso il generatore per il condizionatore per avere un pò di refrigerio più che tutto per i gatti che con le loro pellicce non era il massimo, a pranzo scatolette in quanto si doveva partire da un momento all’altro.
Per la dogana Hugo ci ha chiesto tutte le fotocopie dei documenti, alcuni non le avevano e lui prontamente è riuscito a farle.
CONSIGLIO: fate almeno 5 copie di tutti i documenti, passaporto, libretto di circolazione, patente internazionale e normale ed eventualmente documenti sanitari degli animali.
Dopo il confine abbiamo fatto conoscenza con Alessia ragazza bielorussa che aiuterà Hugo nell’accompagnarci in questo giro.
5 km ed il primo rifornimento di gasolio, paga tutto Hugo per ci farà la nota spese
A Brest dopo aver parcheggiato, presso l’hotel Intourist, una bella signora ed un cameriere ci hanno offerto del pane, sale ed un bicchierino di vokda, il parcheggio è fornito di carico/scarico, acqua e corrente, Hugo poi ci ha dato della valuta in Rubli Bielorussi, 130.000 equivalenti a 50 €. Al confine gli renderemo l’avanzo e ci addebiterà solo quanto abbiamo speso.
A piedi abbiamo visitato la fortezza, luogo molto interessante ed importante per questa nazione, simbolo di resistenza contro l’invasione nazista del 41.
Questa sera cena in albergo, molto semplice ma buona.
Ora sono tutti a vedere la partita Italia-Germania, io preferisco andare a letto.

382/2041 - Minks - Parcheggio chiesa

mercoledì 5 luglio 2006

Di notte abbiamo sentito le urla di gioia per il 2 a 0, meritato mi hanno detto poi.
Partenza all’ora prefissata alle 8.30, tutta autostrada si paga due volte, ci pensa Hugo, io sono ancora in testa, molti per strada mi dicevano di rallentare, Hugo che doveva rispettare degli orari mi diceva di correre, domani sarò felice di passare in coda e lasciare il comando al n° 2.
Sosta pranzo presso il castello di Mir, a spese dell’Unesco sarà ristrutturato, ma, purtroppo i bielorussi lo stanno facendo senza rispettare i particolari originali, rovinando ulteriormente una bellissima costruzione.
All’arrivo a Minks rifornimento alla stazione concordata, Ukoil.
Attraversamento della città, molto bella e moderna, in tempo di guerra è stata rasa al suolo, parcheggio presso l’unica chiesa cattolica della città, il parroco si presenta gridando W l’Italia, è un tipo simpatico si offre di farci una messa in italiano, nessuno ha risposto ed accettato……. Siamo poco religiosi, abbiamo a disposizione solo il rifornimento d’acqua, è già tardi, ma, si decide di fare un giro in città, niente di speciale, nulla di caratteristico, non riusciamo a telefonare neanche all’ufficio postale, riproveremo

338/2379 - Smolensk - Parcheggio Intourist - sole

giovedì 6 luglio 2006

Partenza ore 8.30 si esce da Minsk sul grande viale e si prende l’autostrada E30 per Mosca, a pagamento, asfaltata con i soliti solchi dei mezzi pesanti, bisogna rallentare a 70 orari nei centri abitati, in queste autostrade ci sono passaggi pedonali, tutti possono percorrerla anche in bici.
Si arriva al confine BY/Russia alle 12.30, mentre Ugo ed Alessia si occupano dei documenti noi pranziamo, alle 14.30, in anticipo sul previsto si riparte, non prima di aver lasciato, come mancia perché sono stati veloci, una bottiglia di vino da ogni equipaggio.
All’arrivo in Russia si porta un’altra ora in avanti l’orologio (2 + dell’Italia)
A Smolenks ci si ferma per la notte in un parcheggio di un Motel della Intourist, molto squallido a fianco di parecchi autotreni, alla sera con altri equipaggi si cena (11 € a testa) nel ristorante, stile anni 50 con tendaggi rossi e separè, poi sul terrazzo si scolano un paio di bottiglie di vokda, quattro risate e poi tutti a nanna, domani ci aspetta un duro trasferimento, non tanto per l’autostrada, ma, l’entrata in Mosca in un traffico caotico, come ci preannuncia Ugo.

CONTINUA IN "MOSCA e Anello d'Oro"

513 / 6298 – ITALIA – Majano – CASA

giovedì 27 luglio 2006

Dopo il primo tratto ancora in costruzione a Vienna riprendiamo l’autostrada che ci porterà a casa velocemente, l’interruzzione trovata all’andata non c’era piu.
Il viaggio da e per la Russia è finito, è stata una bella esperienza, abbiamo visitato paesi e luoghi interessanti, della Russia, una nazione così grande e vasta ne abbiamo visto solo una parte, mi auguro che in futuro si possa visitarla agevolmente in lungo ed in largo senza tanta burocrazia e vincoli vari.




COSTO TOTALE del VIAGGIO

Agenzia “sanpietroburgo.it” € 1.750
Controllo mecc. Olio, filtri 138
Gasolio 755
Gas 88
Gomme (2 ant) 70
Alimentari 747
Ristorante 124
Cartine, guide 68
Giornali 24
Autostrada 20
Souvenir 160
Entrate musei ecc. 80
Parcheggi 48

TOTALE € 4.072