BULGARIA - prima parte

località: sofia, rila, bansko, velingrad, plovdiv, veliko tarnovo, varna, balchik, sveti costantin, golden sands, nessebar
stato: bulgaria (bg)

Data inizio viaggio: lunedì 23 agosto 2010
Data fine viaggio: giovedì 9 settembre 2010

Giro il bel paese in auto prenotata in aereoporto. 2100 km dalla capitale, ai bei monti, le città termali, le città storiche e la bella costa del Mar Nero prima di fermarmi nuovamente a Koprivishtitsa, un piccolo gioiello a 100 km dalla capitale.
Bulgaria paese dolce e molto economico
Arrivato all'aereoporto di Sofia c'era un simpatico trentenne bulgaro, JACK che ha vissuto a Londra e che mi ha consegnato l'auto, una Renault Clio BLU per 320 euro per 17 giorni, inclusa l'assicurazione kasko con l'Agenzia Sikongroup.com.Stasera dopo aver trovato facilmente il mio simpatico alberghetto hippy sono andato alla scoperta di Sofia, la capitale bulgara. Per il momento la giudico da 8.Molto verde, rilassante, piena di boulevard alberati stile Corso Sempione a Milano. Ho visto il centro storico di notte illuminato splendidamente con le facciate classiche di vari palazzi importanti e la bella cattedrale Alexander Nevski che è il masterpiece cittadino.Ci sono in giro ragazze molto belle e sexy.Ci sono molti casinò e case di gioco anche piccolissime.Ho tenuto l' auto ferma in un parking perchè il centro è off limits dalle 8.30 alle 18.30.Il centro è piccolo e si vede facilmente a piedi anche se a quest'ora sono piuttosto stanco perche cmq ho camminato parecchio. Sono a Plovdiv, seconda citta'bulgara e fa un caldo pazzesco.Pare che sia il giorno piu'caldo dell'estate qui proprio in una citta'che e'solita essere un forno.E'l'antica FILIPPOPOLI, fondata da FILIPPO II il MACEDONE, citta' piu'antica di ROMA.
Ma solo pochi decenni orsono sono venuti alla luce il grande teatro romano, lo stadio ed il foro romano che sono fra le principali attrattive della citta'.
Ci sono tre colline storiche e la piu'vasta racchiude la cittadella col teatro romano, chiese antiche, vari musei, palazzi storici e case originali dalla strana architettura che da qualche tempo stanno restaurando, fornendo uno spettacolo unico.C'e'un grande parco cittadino dove la gente va a prendere il fresco e parecchie vie pedonali dove i cittadini fanno shopping, bevono bibite nei bar all'aperto e passeggiano.Nei giorni precedenti sono stato a spassarmela in montagna per tre giorni in 4 diverse localita'.Prima il famoso monastero di Rila nel mezzo dei monti omonimi.E' in assoluto il piu'bel monastero da me visto nonostante i tanti visitati in ROMANIA.Il contesto e'splendido, in mezzo al verde ed ai monti e poi e'una cittadella bianca fortificata con palazzi a tre piani decorati da ricche balconate a giardini. In mezzo la chiesa vera e propria con ricchi affreschi interni ed esterni.
Poi mi sono trasferito nel parco nazionale dei monti PIRIN che sono intorno ai 3.000 metri, nella citta'di Bansko che e'praticamente la Cortina locale, ai piedi dei monti Pirin, con la citta'vecchia composta da case basse in pietra bianca e travi di legno a vista. Ricca di negozi, boutique e mexane, cioe'le taverne locali dove si mangiano le grigliate di carne e le ricche insalate bulgare, ascoltando musica folclorica.
In alto la parte moderna con albergoni a 5 piani, stile tirolese e moltissimi palazzi in costruzione per la gioia degli investitori dato che si riescono a comprare appartamenti a 350 euro al metro quadro.Ho salito in auto per 15 km i tornanti che portano al rifugio VIHREN a 2.000 metri e poi a piedi sono salito in vetta al monte omonimo che arriva a poco meno di 3.000 metri. La difficolta'non e'stato il dislivello dei 1.000 metri ma il fatto che ho percorso il tragitto coi sandali, dato che non sono riuscito a procurarmi gli scarponcini. Ero convinto di non farcela e di massacrarmi i piedi, invece e'andato tutto bene.Nel pomeriggio per rilassarmi sono andato alla piscina termale di DOBRINISHTE un paese a 6 km da Bansko.Ho passato un bellissimo pomeriggio, facendo un sacco di amicizie, prima con un paio di trentenni locali maschi vicini di ombrellone e poi con due matte in tanga. Il giorno dopo sono passato a Velingrad, la capitale termale della Bulgaria.
Una bella cittadina con tante colline, pinete e alberghi di ogni tipo con piscine termali. Questa volta ho preso una camera privata enorme in una casa in centro, a due passi dal fiume e dalla grande piscina termale pubblica dove ho trascorso l'intera giornata, prendendo il sole (all'ombra) e nuotando nella piscina olimpionica di acqua minerale e passando ogni tanto in quella caldissima a 30 gradi a fianco.Stamattina sono partito presto alle 7 da Plovdiv e mi sono diretto verso Veliko Tarnovo dove sono arrivato alle 10 dopo tre ore di ottima strada, gran parte un'autostrada praticamente deserta e monotona.
Dopo Nova Zagora invece la strada ed il paesaggio diventano molto piu' interessanti con colline verdi, un fiume importante che si allarga notevolmente e forma laghi enormi lungo le cui verdi coste ci sono un sacco di pescatori e perfino gente accampata in tenda.
Sono in un bel ostello a Veliko Tarnovo che da quanto intravisto sembra proprio mantenere la promessa di essere la piu' bella citta'bulgara in mezzo a colline e mura antiche.Eh si! Veliko Tarnovo e'proprio la piu'bella citta'bulgara.Ci sono colline dappertutto, due strade che si percorrono ad anello, una con case vecchie nella parte bassa e l'altra la via dei negozi nella parte alta con tanti negozietti, boutiques, ristorantini. L'attrazione n.1 e'la fortezza Taravets con mura lunghissime, circa 3km, la chiesa nella sommita' e varie torri, sentieri e rovine di edifici antichi.Fra il 1.200 ed il 1.400 fu capitale e principale centro storico, culturale e religioso poi divenne capitale anche nell'800 quando il paese espulse i turchi dopo la secolare occupazione e prima che Sofia diventasse la nuova capitale.La sera c'e'un impressionante spettacolo di luci e suoni con luci colorate, raggi laser per tutto il lunghissimo fronte della collina.
Poi due bellissime chiese.Ho percorso i 5 km a piedi che conducono al villaggio monastero di Arbanassi, con case fortezza e ricchi giardini, molte trasformate in hotel e ristoranti.Qui vivono parecchi ricconi bulgari nelle loro bellissime ville, grazie al clima fresco ed alla spettacolarita'del paesaggio e del panorama, dato che la cittadina si trova sopra un altopiano che domina la vicina Veliko Tarnovo.Ora sono da 4 giorni sulla costa del Mar Nero, un mare proprio bello come acqua, spiagge, colori, clima ma purtroppo hanno costruito tantissimo come a Rimini, anzi in certi punti sembra Las Vegas!Io mi fermo nei posti piu'umani e normali, saltando gli altri posti terribilmenti turisticizzati.Per fortuna sono rimaste ancora alcune localita' piacevoli come quella dome mi trovo oggi al sud: si chiama Primorsko ed e'una piacevole cittadina con solo qualche albergone e per il resto piccoli alberghetti e tanta pace oltre alla bella spiaggia lunghissima e colline verdi tutto intorno.Ho visitato anche Varna, una delle citta' piu'belle e grande porto bulgaro. Ha tantissime spiagge, parchi e strade pedonali.
Varna possiede anche una bella cattedrale e soprattutto il più prestigioso museo archeologico del paese che non mi sono perso. Vi si trovano vestigia della civiltà dei Traci, dei greci, romani, bizantini che si sono succeduti nel paese prima dell'arrivo dei bulgari provienti dalle coste del Mar Caspio e che sono arrivati nel paese intorno al sesto secolo D.C.Poi due gioielli: Nessebar praticamente una piccola Venezia, l'antica Apollonia dentro una penisola cui si accede tramite un breve istmo.Nel suo spazio ristretto per una lunghezza di 1 km ed una larghezza di 300 metri si incontrano casette tipiche con la base in pietra ed il primo piano in legno. Ci sono piazzette caratteristiche e tanti ruderi di antiche chiese e poi negozi e ristoranti dappertutto.
Somigliante a Nessebar e la non lontana Sozopol: addirittura composta da tre penisole messe in fila come la Calcidica in Grecia; la prima e'la parte antica e molto particolare, abbastanza simile a Nessebar, mentre le altre sono di più recente insediamento e meno c

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...