La Montagne aux Marmottes

località: le sauze du lac
regione: alte alpi
stato: francia (fr)

Data inizio viaggio: sabato 5 luglio 2008
Data fine viaggio: sabato 5 luglio 2008

Sono gia' andata in diversi parchi con animali, in lungo e in largo, alcuni con grandi gabbie spaziose o addirittura con animali liberi...altri con piccole gabbie dove gli animali non hanno spazio..... questo "zoo" fa parte della seconda categoria purtroppo!!!!
Ci si arriva seguendo le indicazioni da Sauze du Lac, su per la collina..... all'arrivo un grande parcheggio e un'entrata con tanto di negozio di souvenir enorme, 13 euro per entrare (a testa) e pubblicità ovunque...quindi ti aspetti davvero tanto da questo posto..... All'entrata c'è una sorta di rappresentazione fatta con animali veri imbalsamati, ricostruzioni di scene di vita degli animali, marmotte, un orso, volpi, lupi, ....non lo trovate anche voi poco carino? Insomma quegli animali una volta erano vivi.... macabro per un posto dove gli animali dovrebbero essere ben voluti e ben visti. Un giro lungo questo piccolo percorso al chiuso e poi via nel parco che fin dall'inizio si disloca lungo le pendici della montagna, un sali scendi di scalinate e percorsi, gabbie in pendenza.... usciamo all'aperto e ad un tavolino vicino al bar due enormi peluche di marmotte sono sedute sorridenti su sedie di metallo, idea simpatica...... Le gabbie delle marmotte sono abbastanza ampie con reticolato basso e loro giocano e litigano all'interno di un perimetro che non è nulla in confronto al loro habitat naturale..... Le marmotte sono carinissime, stese sotto l'ombra o intente a rosicchiare qualcosa, simpatiche e grassottelle, giocherellone e sembrano non avere troppa paura dei visitatori. Il bar alla destra delle marmotte ha il dehor e vende per lo piu' gelati e bibite.
Proseguo lasciano a malincuore la gabbia delle marmotte.
Arriviamo tramite una stradina lastricata alle gabbie dei volatili rapaci notturni..... ragazzi avete mai visto civette e gufi da vicino? sono ipnotiche con i loro occhi fluorescenti ed enormi......bellissimi esemplari! Peccato avessero gabbie piccole e tristi! Diverse specie di gufi, piccoli, bianchi, grigi, marroni, civette gracchianti che in pieno giorno vengono disturbate dai visitatori.....
Proseguo tra gabbie e voliere di diversi uccelli tra i quali un pavone dalla coda aperta, porcellini d'india, volpi inesistenti e altri animali che nelle gabbie non ci sono.
Due asinelli stanchi e tristissimi sono rinchiusi da uno steccato cadente e nella gabbia dei lupi è appena terminato uno spettacolo con lupi spaventati che si nascondono in una finta grotta. Un grande anfiteatro è luogo di spettacoli a cui non abbiamo voglia di partecipare. Proseguiamo tra i rapaci giungendo alla grotta dei minerali, una grotta finta con incisioni rupestri finte e stallagmiti finte, minerali incastonati nella pietra che luccicano di mille colori.....
All'uscita mi rapisce una bella visuale sul lago di Serre Poncon, dall'alto si ha un bel panorama tra gli alberi, il sole è ancora alto e caldissimo.
Prima di uscire trovo una riproduzione delle Demoiselles Coiffees, conformazioni rocciose molto simili ai Ciciu di Villar (vedere opinione) e entro in una sorta di insettiario....
Alle pareti quadri che racchiudono insetti di ogni tipo, dimensione e colore, alcuni bellissimi e affascinanti, in bella mostra, alcuni chiaramente provenienti da paesi lontani, farfalle multicolori, minerali luccicanti. (schifosi ragni enormi!)
Passando dal negozio prendo al volo la mia solita calamita ed esco un po' delusa e un po' triste di sapere quegli animali rinchiusi ed imprigionati, tristi, in bella mostra in condizioni estreme.
E cosi' vado via....... verso il lago e verso le Demoiselles Coiffees.
Credo la tristezza degli animali sia trapelata dai loro movimenti e le loro espressioni, lo stato dello zoo è mediocre, il prezzo è alto per quello che cè da vedere.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...