Francia Parte 1°

regione: normandia
stato: francia (fr)

Data inizio viaggio: domenica 8 agosto 1999
Data fine viaggio: domenica 15 agosto 1999

La Normandia è da sempre terra di combattenti: da qui Guglielmo il conquistatore invase l'Inghilterra da qui partirono gli uomini che colonizzroo parte dell'America del Nord, qui gli alleati sbarcarono nel 1944 per dare inizio alla liberazione dell'Europa. Napoleone doveva avere ragione quando diceva che il soldato è ciò che mangia, visto che proprio tra queste terre protese verso l'Atrantico si possono gustare i formaggi più saporiti di Francia, consumare il pesce e la carne migliore. Storia vigorosa, ottima cunina, grandi spazi: la regione che va dalla penisola del Cotentin a le Treport, oltre Dieppe, è perfetta per chi ama sapori e sensazioni forti.
LIONE la città consta di tre sezioni distinte: l'ancienne ville, fondata dai romani e sviluppatasi nel Medioevo sulla destra della Saona; la ville centrale sorta tra i XVI e il XIX secolo sulla penisola di confluenza formata dal Rodano e dalla Saona; la nouvelle ville sulla sinistra del Rodano, formata dai quartieri universitari e da quelli residenziali più moderni.
ROUEN costruita laddove la Senna poteva essere attraversata da un ponte, Rouen ha prosperato con il commercio marittimo e le industrie, diventando una città ricca e colta. Nonostante i danni inferti dall'ultima quegga la città vanta ancora una serie di attrattive storiche.
LE HAVRE in posizione strategica all'estuario della Senna, fu creata da Francesco I nel 1957. I bombardamento alleati della Seconda Guerra Mondiale l'hanno praticamente rasa al suolo, ma, nonostante la presenza di raffinerie e industrie conserva tuttora un certo fascino.
COTE D'ALBATRE la costa d'alabastro prende il nome dalle acque color latte e dalle rocce biancastre che caratterizzano la costa normanna nel tratto tra Le Havre e Le Treport. E' conosciuta per la Falaise d'Aval a ovet di Etretan, un erosione naturare a forma di arco.
LO SBARCO DEL D - DAYnelle prime ore dei 6 giugno 1944 le forze alleate iniziarono lo sbaro sulle coste della Normandia, primo passo dell'invasione della Francia occupata dai tedeschi, nota come Operazione Overland. PAracadutisti vennero lanciati su Ste Mre Eglise e sul Pegasus Bridge, mentre truppe da sbarco presero terra su varie spiagge dai nomi in codice: gli americani su Omaha e Utah a ovest, mentre canadesi e inglesi, con un commando di Francia Libera, su Gold, Juno e Sword; dopo 50 anni queste spiagge sono ancora conosciute con i loro nomi in codice. Pegasus Bridge, dove vene liberata la prima casa francese, è il punto di partenza per escursioni in vari luoghi che ricordano questi avvenimenti. Verso ovest, ad Arromanches les Bans, si possono vedere ancora i resti del ponte artificiale portato dalla Grande Bretagna. Cimiteri di guerra americani, inglesi e tedeschi sono a LA Cambe, Ranville e St. Laurent sur Mer.
BAVEAUX fu la prima città a essere liberata dalle truppe alleate nel 1944, uscendone indenne dai danni della guerra. In questa cittadina così vicina ai luoghi in cui si svolse, non poteva mancare un museo dedicato agli avvenimenti della grande battagia che, tra il 6 giugno e il 22 agosto 1944 decise le sorti del secondo conflitto mondiale.
AMERICAN BATTLE MONUMENTS COMMISSION la missione dell'American Battle Monuments Commission è quella di conservare la memoria deisacrifici e degli eroismi delle Forze Armate Americane nei luoghi dove hanno combattuto. Questo cimitero esteso su 70 ettari, è uno dei 14 cimiteri americani della II Guerra Mondiale esistenti fuori dagli USA.
CAEN alla metà dell' XI secolo Caen divenne la residenza preferita di Guglielmo il conquistatore e di sua moglie la regina MAtilde. Nonostante la distruzione dell'ultima guerra, sopravvinono molte delle costruzioni della loro epoca. La più recente costruzione di Caen è un museo unico: il Memorial, uno spazio progettuale per l'affermazione della pace, della libertà, dei diritti dell'uomo nel mondo.
LA GRANDE BAIA DI MONT. ST. MICHEL sorvegliata, come fosse una sentinella, dalla roccaforte di Granville, un passato di pescatori e corsari, e maree infinite. Proprio in faccia alle Isole Chausey, quasi una cinquantina di briciole di terraferma, la costa ci accoglie con il volto festoso di una bellissima località di mare, e ci regale qualche curiosità, come la casa di Christian Dior, ma il regalo più bello la straordinaria Abbazia - Fortezza di Mont Saint Michel, "Meraviglia dell'occidente". Un complesso di edifici che è un gioiello architettonico, in un posizione spettacolare in cima a una roccia della baia. LA tradizione vuole che sia stato fondato a tre sogni che Saint Aubert, vescono d'Avranches, fece nel 708. Il Mont St. Michel fin dalle sue origini fu un grande centro di pellegrinaggi. Prima dell'anno mille fu innalzata la chiesa preromanica. Nell'XI secolo, la chiea abbaziale romanica fu costruita su un insieme di cripte, a livello della punta della scogliera, ed i primi edifici conventuali furono affiancati al suo muro situato verso nord. Nel XII secolo, gli edifici conventuali romanici furono ampliati nelle parti ovest e sud. Nel XIII secolo, una dominazione del Re di Francia Filippo Augusto, in seguoti alla conquista della Normandia, permise d'iniziare l'insieme gotico della "Meraviglia": due edifici di tre piani, coronati dal chiostro e dal refettorio. Nel XIV secolo, la Guerra dei Cento Anni, rese necessaria la protezione dell'abbazia mediante un insieme di costruzioni militari che le permisero di resistere ad un assedio di 30 anni. Nel XV secolo, il coro gotico fiammeggiante sostituì il coro rmanico nella chiesa abbaziale. Infine, fino al XVIII secolo è proseguita la costruzione degli alloggi abbaziali che costituiscono la facciata sud dell'abbazia. Trsformata in prigione della Rivoluzione durante il Secondo Impero, l'abbazia del 1874 è stata affidata al servizio dei Monumenti Storici.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...