Francia parte 3°

regione: castelli della loira
stato: francia (fr)

Data inizio viaggio: venerdì 20 agosto 1999
Data fine viaggio: lunedì 23 agosto 1999

E dopo la Normandia e la Bretagna sulla srada del ritorno andiamo a visitare qualche castello in Loira.
ANGERS città d'arte, citta di storia.... Il castello, perfettamente conservato, è un imponente fortezza eretta nel 1228-38 sotto il regno di Luigi IX: circondato da un fossato largo 30 mt e profondo 11, la cerchia delle mura, rinforzata da 17 possenti torioni cilindrici, è lunga 950 mt.
TOURS è la più affascinante delle città della Loira, grazie a un piano di restauri, dovuto a una ricca borghesia, e a una vivace opolazione universitaria. E' costrita sul sito di un insediamento romano e nel IV secolo, sotto il vescono St. Martin, divenne un importante centro della cristianità. Nel 1461 Luigi XI la dichiarò capitale della Francia e la città prosperò con industrie di armi e tessuti.
CHATEAU DE CHENONCEAU il romantico castello di Chenonceau fu realizzato per gradi, dal Rinascimento in poi, da una serie di nobildonne. Un magnifico viale costeggiato da platani conduce agli armoniosi giardini e a quella serea veduta che Flaubert definì "sospesa su aria e acqua", Le chateau, infatti, è proteso sul fiume Cher con una galleria di 60 mt., sostenuta da una serie di archi e si riflette languidamente nell'acqua. Questo splendido spettacolo prosegue anche all'interno, con sale elegantemente arredate, ariose camere da letto, pregiati dipinti e arazzi.
CHATEAU DE AMBOISE pochi edifici rivestono l'importanza storica del castello di Amboise. Luigi XI visse qui; Carlo VIII vi nacque e morì; Francesco I e Caterina de Medici vi si recavano in visita regolarmente. LA Tour del Minimes, l'ingresso originale del castello, è famosa per la rampa elicoidale lungo la quale si poteva salire anche a cavallo per portare le provviste. Arroccata sui bastioni è la Chappelle de St. Hubert, dove si ritiene sia sepolto Leonardo Da Vinci.
CHATEAU DE CHEVERNY l'incantesimo del paesaggio sottolinea la bellezza dell'altera e magnifica dimora....La storia di questo castello appartiene all'ultimo periodo signorile del Val di Loira, quando le potenti famiglie dell'aristocrazia prolungarono il tempo del mecenatismo reale, facendosi edificare castelli la cui apiezza ed il suo lusso contrastavano con le modeste residenze di campagna di una nobiltà provinciale generalmente assai povera.
CHATEAU DE CHAMBORD Henry James affermò che "Chambord è regae; regae nelle sue dimensioni, nell'aspetto e nella suprema indifferenza alle cosiderazioni umane". Il nucleo originario del più vasto palazzo della Loira, dovuto alla stravaganza di Francesco I, era un casino da caccia della Foret de Boulogne. Nel 1519 il casino fu abbattuto e iniziò la costruzione di Chambord su disegno probabilmente di Leonardo.
CHATEAU DE BLOIS Blois è dominata dal suo magnifico castello costruito su un dirupo, che domina i tetti azzurrini delle case. Distesa sulla riva destra della Loira, la città fu, nel XVI secolo, la residenza preferita dei re di Francia. Il castello di Boils è particolarmente interessante perchè rappresenta un compendio dell'architettura francese. Iniziato nel XIII secolo venne ampliato nel quattrocento, quindi da Francesco I, nel 1700, che chiamò a lavorare artisti italiani. Il capolavoro del castello è la celeberrima scala a spirale chiusa in una torre poligonale a balconi riccamente scolpita.
E dopo ben 6800 km la nostra avventura a zonzo per la Francia si può definire terminata e si ritorna verso casa.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...