CORSICA LOW COST

località: saint florent, portovecchio
regione: corsica
stato: francia (fr)

Data inizio viaggio: lunedì 19 luglio 2010
Data fine viaggio: venerdì 23 luglio 2010

Spiagge fantastiche,paesini incantevoli,montagne spettacolari e tanta natura vergine e selvaggia;questo offre questa fantastica isola che abbiamo conosciuto per puro caso.Purtoppo solo 5 giorn a disposizione capaci però di farti rendere conto delle tantissime bellezze che offre questa fantastica isola.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

firenze-livorno-bastia-saint florent-nonza-saint florent

lunedì 19 luglio 2010

Inizio con il dire che l’idea di passare una vacanza in corsica nn mi è mai passata per la testa.in effetti i miei piani x luglio erano fare milano - faro(portogallo) in aereo e poi salire fino a oporto (lunga la costa in treno fermandomi dovunque fosse possibile) per poi tornare a bologna in aereo(in una settimana).
Purtoppo per piccoli imprevisti di mancanza cash al momento della prenotazione ho dovuto rinunciare al portogallo, e grazie alla maniacità che ho per i siti di viaggi ho trovato un biglietto 55 euro andata e ritorno due persone piu macchina da Livorno a Bastia cosi inizio a scoprire sul web cosa ci sia di interessante in corsica..credetemi dopo aver aperto la prima pagina ho capito subito che la corsica è un paradiso terrestre..ne ho parlato con la mia ragazza barbara e sono andato in agenzia a prenotare la nave.
Non sono un grande esperto di campeggio però l’anno prima mi ha proposto l’idea del campeggio la mia ragazza e siamo stati 5 giorni nel nord della sardegna e non posso negare che un po’ mi sono innamorato di questa forma di viaggio auto e tenda. Cosi mi munisco di tutto il necessario o perlomeno quello che mi è mancato l’anno prima e finalmente arriva il 17 di luglio…la makkina e stracarica e si parte per firenze dv ci ospita la mia sorella visto k il mattino seguente ci parte la nave da livorno e volevo evitare i soliti rischi di traffico impazzito sulla bologna firenze.
Svegli alle 6 e alle 7.15 siamo già al porto,il viaggio da livorno dura 4 ore o poco piu,fatto sta che alle 13.00 siamo già a Bastia … francamente essendo estate la voglia era subito d andare al mare cosi scappiamo via dal centro di Bastia e andiamo un po piu a noRd,a SAINT FLORENT dove troviamo subito il camping per 30 euro al giorno 2 persone .Montata la tenda di corsa verso la spiaggia nera di Nonza (naturalmente io avevo già un itinerario preparato prima visto che abbiamo solo 5 giorni scarsi di vacanza) ancora piu a nord di SAINT FLORENT (mezzoretta buona).
Che dire…erano le 17 e la spiaggia completamente nera con acqua limpidissima stava iniziando a sfollarsi fino a quando quel paradiso è diventato tutto nostro e naturalmente c’è lo siamo goduti fino al tramonto.
Arriviamo in campeggio verso le 21..doccia e cena (cucinata da noi) e poi usciamo subito nel centro di SAINT FLORENT che è una piccola cittadina tutta concentrata intorno al porto, ricca di ristoranti e locali tipici del posto e con un bellissimo lungomare pieno di artisti di strada e artigiani che proponevano le più assurde creazioni ricavate da oggetti di ogni genere.Facciamo un giro completo del piccolo centro per poi fermarci in un bar sulla strada principale ad assaggiare vini tipici locali molto buoni e la favolosa birra corsa ‘’Pietra’’ che posso inserire tra le migliori birre che ho mai assaggiato.DA PROVARE ASSOLUTAMENTE.Poco prima delle 2 torniamo in campeggio.

saint florent-lodo-saleccia-saint florent-calvi-saint florent

martedì 20 luglio 2010

Sveglia alle 8.30 perché la mattinata si prospetta molto faticosa visto che dobbiamo raggiungere le bellissime spiagge di Lodo e Saleccia (non vi è una strada per le auto normali da SAINT FLORENT, o si va con navetta jeep spendendo molto oppure si prende il battello da SAINT FLORENT con meno di 10 euro,fino a lodo e poi x saleccia un ora di cammino tra la natura corsa). Prendiamo il battello da SAINT FLORENT alle 9.30 e alle 10.10 siamo a Lodo…naturalmente noi optiamo subito per saleccia visto che sta camminata si doveva fare, pensando che dopo saremmo stati sulla spiaggia di lodo con un po’ piu di relax visto che il battello del ritorno ripartiva sempre da li.
La camminata si prospetta molto faticosa perché fa caldo ma la particolarità della strada la rende leggera…ci attrezziamo di bastoni come due buoni pastori( visto che per strade si possono incontrare mucche e buoi allo stato brado ‘penso’perché nn avevano nessun segno) e camminiamo,camminiamo e camminiamo x più di un ora quando all’improvviso ci sembra di uscire dalla giungla ed essere arrivati su una spiaggia dei caraibi…uno spettacolo…acqua limpidissima,poca gente e persino qualche cucciolo sulla spiaggia (cucciolo??ahah la mucca più bassa era alta 2 metri) ,e qui che ti rendi seriamente conto k questo posto è, e restera proprio ‘’come mamma lo ha fatto’’(infatti i corsi ci tengono molto al fatto di mantenere la loro terra vergine dalla supertecnologia e dal turismo sfrenato come la sardegna dv sn poche le spiagge libere nei posti turistici,qui natura regna).
Un paio d’ore in spiaggia e si ritorna a lodo riaffrontando il lungo cammino molto piu faticoso dell’andata visto che sn le 12.30 perfetto orario di punta.Arrivati a Lodo ci rilassiamo un paio d’ore e alle 15 ci rimettiamo sul battello per SAINT FLORENT.Campeggio doccia e si parte per Calvi (nord ovest a circa 2 ore di macchina..20 km dopo SAINT FLORENT vediamo per strada una ragazza rasta che faceva autostop con una grossa valigia,uno zaino e una chitarra..io in un primo momento sn andato dritto visto che avevo il portabagagli della macchina strapieno e i sedili di dietro tutti incasinati di roba ma subito la mia ragazza ha iniziato ad insistere per dargli uno strappo e naturalmente io nn ciò pensato due volte a fare inversione e caricare quella ragazza.
Piacere sono Mariel,sono di Marsiglia,sono una cantante di musica reggae e vado a calVi che stasera suono in un locale…potevo non dargli un passaggio visto che facevamo la stessa strada, mancavano più di 50 km e sapevo che da li non passavano servizi pubblici…non esiste per me che ho fatto tante volte autostop dovunque..cosi metto un po apposto la macchina e trovo il modo per far entrare Mariel e le sue valige giganti.
Ripartiamo e dopo circa 20 min di strada, dopo aver fatto conoscenza abbastanza bene,ci propone di bere una birra in un posto che conosceva lei e posso dirvi che quando siamo andati via da questo posto gli ho detto mille volte che era il bar piu particolare in cui ero mai stato..il fatto e chè questo bar nn era particolare ma di una semplicità unica considerando che fino a 2 anni prima era un punto di osservazione abbandonato (si trova su un promontorio in una curva sulla strada,e se entri nel bar c’è un terrazzo che mai ti aspetti possa esserci da dove si vede la vallata,il mare e i monti che stavamo attraversando,un panorama assurdo) ristrutturato da Martin (il proprietario con cui ho scambiato due parole per sapere la storia del suo bar visto che mi ha fatto rimanere senza parole) un ragazzo di 25 anni naturalmente molto orgoglioso della sua brillante e spettacolare idea.
Si riparte per Calvi e alle 19.00 siamo in centro,lasciamo Mariel da un amica e iniziamo a visitare questa bellissima cittadina sul mare con vicoletti pieni di negozi tipici e ristoranti ,e con un castello nella parte alta della città che si può visitare e posso assicurarvi che ne vale la pena …ceniamo qui naturalmente e poi guardiamo un po’ dello spettacolo di Mariel (in pieno centro nel bar piu movimentato) visto che sono le 22.30,abbiamo quasi 2 ore di makkina per tornare al camping di SAINT FLORENT e l’indomani bisogna svegliarsi presto. Naturalmente nemmeno il tempo di arrivare nella tenda che già dormivamo.

saint florent-corte-restonica-portovecchio-bonifacio

mercoledì 21 luglio 2010

Se la giornata di ieri è stata molto stressante ma fantastica… quella di oggi lo sarà ancora d piu.Sveglia alle 7,smontiamo la tenda ,carichiamo la macchina sperando di trovare un posto al suo interno per noi e si parte destinazione Corte..(corte e l’ex capitale si trova nel cuore della corsica fra i monti e dista circa un ora o poco piu da saint florant). Per strada attraversiamo tanti piccoli paesini senza mai scendere dall’auto per problemi di tempo e alle 10 siamo a Corte… che dire la cittadina e molto bella,quasi tutta in pendenza e davvero strapiena di negozi di gastronomia..ok Corte l’abbiamo visitate in un ora e mezza ma il bello di qst zona sono i dintorni..e si perché Corte si trova nel parco nazionale della Restonica ,dove naturalmente ci dirigiamo.
Qui siamo proprio in montagna,e pensare che a soli 40 km ci sn spiagge caraibiche, questo è il bello della corsica.Salendo sempre di piu verso la montagna per una strada circondata da un paesaggio incredibile (fantastici boschi e un fiume pieno di piccole cascate e cumuli d’acqua che sembravano tantissime piscine,e naturalmente non mancavano i coraggiosi che facevano il bagno in quelle acque gelide )ad un certo punto iniziamo a capire che tra qualche centinaio di metri questa piccola stradina finirà, in quanto notiamo tanta gente lasciare makkina e proseguire a piedi, ma io da buon testardo continuo a salire fino a quando mi fanno parcheggiare gli addetti quasi nell’ultimo parcheggio piu in alto(fortuna).
Prendiamo un po’ di roba da mangiare(splendide baguette corse farcite self con buonissimi formaggi e salumi corsi)zaino in spalla e inizia la scalata (l’obiettivo è raggiungere solo il lago di Melo che si trova fra le cime dei monti a circa 2 ore di cammino secondo le indicazioni, visto che per la sera dobbiamo essere a Bonifacio al sud a più di 1 ora di macchina da Corte ), i primi dieci minuti di cammino sono su strada asfaltata dove ancora c’è qualche macchina parcheggiata, dopodiché c’è un bar tutto in pietra ( o meglio la residenza di un pastore trasformata in bar vis’to che li sembrava davvero di essere ospite da qualcuno e non in un posto pubblico ) che fa da check point’ e ‘non lascia passare tutto ciò che non sia tipico del posto oltre ai turisti ovviamente (nn esiste nessun tipo di novita, tutto in legno o in pietra e tanti animali tipo pecore,galline e caprette che ti girano intorno BELLISSIMO) … pensate che ho chiesto a quello del bar di poter andare in bagno e lui mi ha fatto capire con un sorrisino tattico che li nn esistono bagni perché sei nel cuore della natura e non posso negare in quel momento ho pensato di aver fatto davvero una domanda molto ingenua.Per arrivare su si possono scegliere piu percorsi,noi arriviamo al lago di melo in quasi 2 ore,la scalata non era difficile e tanto meno pericolosa però degna di essere chiamata scalata, lassù sembrava di essere davvero in paradiso ( è inspiegabile la bellezza di questo posto,immaginate un laghetto tra la cima di un monte tipo tipo la lavanella bocca di un vulcano),qualche scatto,uno spuntino per recuperare energie e si riparte per la valle..Arriviamo alla macchina verso le sei…. ah dimenticavo,per tutta la giornata ho avuto la voglia di fare il bagno nelle piccole piscine naturali e sotto le piccole cascate del fiume che scendeva a valle visto che vedevo tanta gente farlo anche se l’acqua fosse gelida come detto prima,la cosa folle è che ho preso coraggio nell’unico momento della giornata in cui e sparito il sole per dar spazio a qualche brutta goccia d pioggia..semplicemente perché stavamo andando via e quindi ho pensato che fosse d’obbligo,cosi mi sn buttato in acqua e posso descriverlo come un mix di sofferenza e piacere ma davvero una bella esperienza.
Giunti alla macchina una piccola ripristinata,un altro spuntino naturalmente e si parte per il sud della Corsica,arrivo sulla costa est in mezz’ora e poi un’altra oretta scarsa fino a Bonifacio (più che altro per le piccole code che si fanno per attraversare i tanti paesini litoranei,troviamo un campeggio tra porto vecchio e Bonifacio (‘camping U stabiacciu’ a 2 km da Porto Vecchio e 18 km circa da Bonifacio) sempre a 30 euro, ci risistemiamo e ci prepariamo una bella cenetta.
La sera facciamo un giretto tranquillo nel porto di Bonifacio e in quello di PORTOVECCHIO (distano 20 km) e alla mezza a ninna.

portovecchio-bonifacio

giovedì 22 luglio 2010

Sveglia alle 8 ,colazione bella abbondante e rigorosamente salata e via verso le spiagge caraibiche del sud della Corsica.Fino alle undici vediamo prima un paio di spiagge di cui nn ricordo il nome e poi la Baia di Santa Giulia ma purtroppo non possiamo fermarci molto per poter vedere piu cose possibili (quasi 1 ora a spiaggia ).Cosi ci dirigiamo nel centro di bonifacio per fare un giro panoramico in battello e evitare il sole delle ore di punta visto k la giornata era caldissima…
Il battello costeggia le splendide,altissime, particolari e chi + ne ha + ne metta bocche di Bonifacio che sn patrimonio dell’umanità,si inoltra nelle splendide grotte (in una guardando in alto c’è uno spiraglio cn la forma della corsica che rende la grotta assurda e spettacolare) e tramite una guida racconta la storia di tutte le meraviglie che possono ammirare i nostri occhi.
Verso le 14.00 scendiamo dal battello (ma purtoppo nn abbiamo evitato di diventare due gamberi perché la giornata e calda in modo esagerat) e per un paio d’ore giriamo per l’incantevole Bonifacio partendo dal porto e salendo fino alla parte antica della citta che sembra essere tipo costruita su una grossa scogliera a ‘picco sul mare’ INDESCRIVIBILE .Visitata per bene Bonifacio ci dirigiamo verso porto vecchio (il camping a 1 km da porto vecchio ) passando per le due spiagge piu belle del sud (palombaggia e rondinara) che ci siamo goduti fino al tramonto..Questa è l’ultima sera,domani si parte cosi finalmente ci diamo agli stravizi,ceniamo in un ristorante nel centro storico di porto vecchio (la pergola…molto buono), mangiamo a base di pesce con vino bianco (nn so cosa abbiamo bevuto ma so solo che quando ci siamo alzati dal tavolo dopo aver bevuto 1 bottiglia da 0.75 eravamo no ubriachi ma sconvolti ), facciamo un giro a bere un paio di cockteil in due dei tantissimi bar della piazza di porto vecchio (porto vecchio e la città più chic e cara della Corsica) e poi via verso la discoteca Via Notte della quale si dice essere tra le più grande d’europa come sale esterne.La discoteca è davvero molto molto bella e c’è anche bella gente ma il bar per le nostre tasche è davvero inaccessibile ,tutto superiore ai 10 euro per capirci. Restiamo fino alle 3.00 a ballare ma poi la stanchezza ci spinge verso il campeggio,che per fortuna è a un solo km di distanza e voglio tornare in Italia l’indomani con tutti i punti della patente (la legge qui è meno severa rispetto che da noi).

portovecchio - bastia-livorno

venerdì 23 luglio 2010

La partenza per Livorno è prevista per le 14.00 dal porto di Bastia,da PORTOVECCHIO a Bastia ci vogliono un paio d’ore quindi tra smontare la tenda e prepararci psicologicamente per lasciare questo posto stupendo lasciamo il campeggio verso 10.oo,saremo in largo anticipo visto k la nave parte alle 14.00 ma naturalmente code impazzite ci fanno impiegare piu di quattro ore ,però tutto sommato è andata bene uguale visto che a Bastia siamo entrati anche una mezzora in un grosso centro commerciale in modo molto rapido ad acquistare regalini e prodotti tipici della Corsica, e direi davvero in modo molto economico rispetto ai prezzi di tutti i negozietti che ci sono nelle varie cittadine turistiche che abbiamo visitato.
Arriviamo a Livorno verso le 18.30 per ripartire al subito verso casa e finisce qui la nostra breve ma bellissima e affascinante vacanza tra le spiagge caraibiche e le splendide montagne di quest’isola per fortuna ancora selvaggia al punto giusto.