Meteore e penisola del Pèlion

stato: grecia (gr)

Data inizio viaggio: sabato 9 luglio 2011
Data fine viaggio: martedì 12 luglio 2011

Ennesimo breve ma intenso intermezzo grazie a Ryan Air.
Il nome della città di Volos all'inizio non mi dice nulla, ma dopo aver un po' cercato su internet, scopro che dita solo 150 km scarsi dai famosi monasteri ortodossi noti come Meteore ed organizzo il viaggio.Noi abbiamo preso in affitto una macchina per sfruttare il tempo al meglio e per poter anche unirea visita, la possibilità di fare un po' di mare nell'area attorno a Volos,ma ci sono autobus di linea che portano dall'aeroporto a Volos e da qui a Trikala e poi a Kalambaka e Kastraki, i 2 paesi che sorgono ai piedi delle possenti rocce delle meteore. Quindi, volendo, si può evitare di prendere la macchina, ma io lo sconsiglio vivamente, perchè poi, anche se i 6 monasteri visitabili,sono vicini tra loro, si estendono pur sempre su un'area di una decina di km di strade comunque più o meno di montagna, per cui, ci vogliono taxi o autobus per andare da uno all'altro.
Noi abbiamo dormito all'Hotel Meteoritis di Kastraki,prenotato tramite booking.com ,molto carino, con un ottimo rapporto qualità-prezzo e ottima base di partenza per i monasteri.Kastraki è più piccola di Kalambaka,ma secondo me più carina, i locali in cui mangiare sono fin troppi ed è difficile scegliere. I monasteri sono 6, hanno orari diversi di chiusura ,ma fondamentalmente il fine settimana sono tutti aperti: se contattate,anche via email, l'ufficio del turismo greco di Roma, vi daranno tutti gli orari.
Noi li abbiamo visitati tutti in un giorno,ma va detto che non è da tutti,perchè quasi sempre c'è da sudarsi il raggiungimento della vetta e a volte,invece di salire, bisogna prima scendere e...viceversa al ritorno.
Le guide consigliano in particolare almeno la visita dei 2 monasteri più grandi:Il Monastero della Metamorfosi o Megalo Meteoro e Varlaam. E' vero, soprattutto il primo è molto vasto,per cui offre anche un piccolo museo e altri locali da visitare oltre alle "solite" 2 stanze che costituiscono la Chiesa Bizantina, ma qui sembrava di essere in un circo,perchè c'era troppa gente e chiasso.No, secondo noi vale la pena di visitarle tutte,ognuna ha qualcosa di particolare,da tutte è diversa la prospettiva sul paesaggio ed ognuna è una conquista ! Ma ,se proprio ne dovessi indicare una più bella delle altre, per noi è stata quella della Santissima Trinità,Agia Triada, mentre la meno bella, anche per la posizione e la facilità di "conquistarla",è stata quella di Santo Stefano.Le altre due,le più piccole, si chiamano Agios Nikolaos Anapafsà e Russanou.
Questi Monasteri sono qualcosa di incredibile per la loro posizione,arroccati su dei monoliti granitici giganteschi e per il modo in cui, nei secoli,sono stati praticamente sagomati a completare, quasi naturalmente, queste rocce.I panorami sono incredibili e sempre diversi, a volte sembrava di osservare uno scenario disegnato di un film, talmente erano grandiosi e bellissimi.Le rocce sono anche inframezzate e inglobate in una vegetazione rigogliosa e potente, che permette di affrontare le salite anche nel mese di luglio, perchè, quando c'è, offre un immediato refrigerio rispetto al caldo greco. Le cappelle bizantine sono un altro splendore, non tanto, per me, per la ricchezza di oggetti presenti al loro interno,candelabri,poltrone preziose ed altro, quanto perchè sono tutte COMPLETAMENTE affrescate e, a voler studiarne tutti i dipinti, ci si dovrebbero trascorrere giorni.L'ingresso ai monasteri costa 2 € a persona e le donne devono avere una gonna lunga:per chi non ce l'ha, ci sono cesti colmi di gonne tipo pareo,dalle fantasie più improbabili, che si indossano e poi si restituiscono all'uscita. Insomma, questi monasteri, patrimonio dell'UNESCO e raggiungibili tramite scale costruite solamente dagli anni 20 del '900 (prima,i monaci venivano issati e calati all'interno di ceste e di montacarichi), sono incredibili e bellissime.
Riguardo il mare voglio solo dire che le spiagge (è un eufemismo, hanno tutte sassolini) che abbiamo visto, hanno tutte un mare trasparentissimo, ma quella bellissima e che consiglio, se si ha il tempo di attraversare il montuoso Pèlion, è quella di Milopotamos. Per cui, se andate in estate, 3 giorni sono sufficienti anche per farsi un po' di bagni al mare, altrimenti, in altre stagioni, 2 giorni sono anche troppo.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...