l'Est e l'Ovest di Creta (1)

località: creta
regione: isola di creta
stato: grecia (gr)

Data inizio viaggio: sabato 9 agosto 2003
Data fine viaggio: sabato 23 agosto 2003

Era già da un po' che pensavamo di andare a Creta e poiché quest'anno, sia nostro figlio che la bimba dei nostri amici hanno compiuto sei anni, erano per noi sufficientemente grandi per prendere ben 6 aerei in 15 giorni, per essere sballottati in giro dalla mattina alla sera e per far saltare ogni orario di pranzo e cena. In realtà questi piccoli esploratori del mondo, si adattano molto meglio di noi ad ogni situazione, l'importante è farli divertire e trovare il modo di renderli partecipi e interessati a ciò che si sta per visitare.
Abbiamo programmato il viaggio a Creta con molto anticipo, prenotando voli di linea già da Marzo; in questo modo abbiamo ottenuto un prezzo migliore di qualsiasi volo charter per le due settimane di centrali di Agosto. L'unico problema? Da Bologna non partono voli di linea diretti, per cui....con Alitalia... Bologna - Roma / Roma - Athene / Athene - Heraklion e lo stesso al ritorno. Praticamente un giorno di viaggio, ma che ci ha reso possibile soggiornare dove avevano programmato: 8 giorni nella zona Ovest e 6 nella zona Est, prenotando in anticipo un appartamento per ogni zona ed effettuando escursioni giornaliere non troppo lunghe, in modo da ritornare ogni volta alla base. A parte il volo, per il resto (appartamenti e auto) ci siamo affidati tramite internet ad una agenzia cretese che lavora prevalentemente con italiani, con personale che parla italiano ma soprattutto molto disponibili: RETHYMNO TOURS sof. Venizelou n.64 - 74100 RETHYMNO - Grecia. Il sig. Spyros è molto gentile - tel. 0030-2831022480.
All'arrivo alle 15.00 all'aeroporto di Heraklion ci attendeva la nostra auto, una Multipla che ci avrebbe poi accompagnato fedelmente fino alla fine della vacanza. Da qui è iniziato il viaggio verso la costa Ovest, con una sosta all'agenzia del sig. Spyros il quale ci ha fornito indicazioni molto utili e gli indirizzi e le piantine per raggiungere gli appartamenti prenotati. Alle ore 19.00 abbiamo finalmente scaricato le valige nei nostri studios di Villa Eleana a Stavros a circa 14 km. da Chania.
Il primo giorno, poichè siamo ancora stanchi, ci prendiamo la giornata per conoscere gli immediati dintorni. La spiaggia di Stavros è a solo 1 km. da dove soggiorniamo ed è famosa perché qui hanno girato la scena finale del film "Zorba il greco". E' una spiaggia raggiungibile anche con l'autobus da Chania per cui nel weekend può essere un po' affollata, anche se bisogna sottolineare che nella zona Ovest di Creta la folla sulle spiagge non è mai eccessiva. La spiaggia degrada dolcemente e c'è un piccolo molo da dove i bimbi si sono tuffati per tutta la mattina. In serata abbiamo visitato per la prima volta Chania. E' delizioso perdersi tra i negozietti che vendono oggetti di ogni tipo; In questa zona gli artigiani producono oggetti in pelle, per cui qui i prezzi sono i più bassi di tutta Creta. Ci siamo poi inoltrati nei vicoletti dall'atmosfera ancora veneziana con edifici antichi sei/settecenteschi oggi trasformati in ristoranti molto carini nei quali si può entrare anche solo per visitarli o per fotografare.
Il nostro primo tour giornaliero decidiamo di effettuarlo a FALASARNA. Non essendo ancora pratici delle strade, non siamo riusciti ad entrare nella superstrada per evitare di attraversare la città di Chania e purtroppo per fare 15 km. ci abbiamo impiegato un'ora. Lungo la strada abbiamo attraversato Tavronitis che non ci ha per niente convinti per cui abbiamo proseguito per il Monastero " Moni Gonia" che ci ha fornito i parei per la visita della chiesa e del monastero stesso e i limoni per fare passare il tempo in auto ai bimbi che hanno inventato "Lemonful" ossia una sorta di Beautiful vegetale. Abbiamo poi proseguito per Kastelli Kissamous dove abbiamo fatto un bagno ristoratore nella spiaggetta del paese e, dopo il pranzo in una delle varie taverne sulla spiaggia per circa 7 euro a testa, abbiamo prenotato tramite un'agenzia la crociera per il giorno dopo a Gramvousa e Balos. Proseguendo verso Ovest abbiamo finalmente raggiunto Falasarna. Arrivando dall'alto si scorge una spiaggia bellissima, rosata ma abbastanza frequentata e noi abbiamo scelto di fermarci in una caletta sul lato destro della spiaggia, molto più tranquilla e con piccole piscinette di acqua limpidissima e bassa perfetta per i bimbi. Dopo aver fatto i "tonni spiaggiati", decisi a goderci il pomeriggio fino in fondo siamo rimasti fino al tramonto che, con i suoi colori, ci ha ispirati a tentare di imitare Roberta nel fare un esercizio yoga chiamato "il saluto al sole" e ci ha reso ancora più difficile abbandonare un luogo così bello. Sono le otto di sera!! Abbiamo 2 ore di viaggio!! Tappiamo la fame dei bimbi con un gelato e poi.....verso casa ...cena...doccia....letto!!!! Domattina alle 9 parte la crociera per Balos e abbiamo un'ora di viaggio (se troviamo la superstrada) da Stavros a Kastelli Kissamous.
Al risveglio, dopo la colazione e dopo quelle 7 o 8 inversioni a U lungo varie strade dove i cartelli sono dopo il bivio e non prima..., siamo giunti all'imbarco. Prima si va all'isola di Gramvousa, antica fortezza veneziana e qui scatta il consiglio. Se siete amanti delle camminate o per meglio dire delle arrampicate, allora quando il traghetto vi scarica (verso le 11,30 - 12,00 circa) avviatevi pure verso la fortezza che si trova in cima alla montagna ma: NON SALITE SE AVETE LE CIABATTE INFRADITO e chiedete il perché a Roberta che per il resto della giornata ha dovuto indossare "ciabatte in stile pedalino". La vista della laguna di Balos da lassù è stupenda, però tenete ben stretti i bambini perché è pieno di buchi e feritoie per niente segnalati. Se invece non siete amanti delle scalate in stile capretta Cri-Cri, allora mentre tutti si avviano alla conquista del forte fatevi un tuffo ristoratore nella spiaggetta davanti a voi in una splendida acqua trasparente, prima di tornare a pranzare sulla barca. Il cibo era buono ma eravamo convinti che il pranzo fosse compreso nel prezzo e invece....!!! Comunque è statovmeglio non abbuffarsi perche alle 14,00 ci hanno scaricato alla laguna di Balos. Gioia per occhi, orecchie, per tutti i sensi...La laguna è raggiungibile anche in auto dall'alto della montagna e con una camminata di 40 minuti ma molto faticosa; io lo sconsiglio. Ogni giorno scaricano due barche di turisti ed il posto è talmente grande che non ci si sente per niente in un luogo affollato. Puoi sederti o sdraiarti in una vastissima zona di acqua alta circa 10 cm e naturalmente calda, oppure puoi tuffarti in un mare azzurro e trasparente con l'acqua altezza pancia per centinaia di metri o lanciarti nel vuoto in mare aperto. Oltre due ore di bagni e sole con unico inconveniente (a volte però necessario) il vento, che è stato un nostro compagno di vacanza talvolta un po' troppo invadente. Conclusione: Pomeriggio Caraibico!!!
Dopo una giornata come quella di Balos la mattinata successiva è stata di relax in una spiaggetta non lontano da Stavros, chiamata Hora Fakion nella Baia di Kalatha. E' molto carina e visto che siamo arrivati abbastanza presto ci siamo accapparrati dei bellissimi posti all'ombra di uno dei due alberi della spiaggia. La cena a Chania, un giro per negozi e poi........il momento più divertente della serata e cioè noi in auto, con la cartina in mano che tentavamo di orientarci mandando Fabiano a leggere da vicino i nomi delle vie durante le soste ai semafori rossi..." DOMO S F A A T I K A A T I R O V".... è come dire "VIA I N D I I P E E N N D E E N Z A A ".
Il giorno dopo siamo partiti verso la costa Sud Ovest attraversando le montagne bianche. Il percorso è molto bello ma veramente lungo; ci siamo fermati a Vrisses, abbiamo preso un nescafè frappè l

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...