Due giorni tra le spiagge più belle di Evia

località: eubea - evia
stato: grecia (gr)

Data inizio viaggio: venerdì 29 maggio 2009
Data fine viaggio: lunedì 1 giugno 2009

Come ogni anno calendario alla mano e decidiamo quale “ponte” lavorativo possa essere buono per poter partire e farci qualche giorno di relax.
Quest’anno la scelta e’ stata l’isola di Evia ed Atene. Avevamo in mente molte isole greche, Santorini, Serifos, Zante ecc…ma alla fine abbiamo optato per Evia, la piu’ grande delle isole ma sicuramente la meno “famosa”.

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...

venerdì 29 maggio 2009

In mattinata l’appuntamento e’ all’aeroporto di Malpensa, volo Easy Jet, destinazione Atene.
Allacciate le cinture si parte!
Il volo scorre liscio come l’olio, arrivati ad Atene ci accorgiamo subito dell’impronta delle Olimpiadi del 2004. Aeroporto nuovissimo e molto ma molto ben mantenuto. Usciti fuori dall’aeroporto saliamo su un bus che fa proprio la spola tra l’aeroporto ed il porto di Rafina da dove ci saremmo imbarcati per l’isola. Arrivati al porto si respira gia’ l’aria di mare e di pesce grazie soprattutto ai mini mercati di pesce fresco all’aria aperta, polipi, scampi, aragoste…un acquolina!!!.
Ci impossessiamo dei biglietti e saliamo a bordo. Il viaggio e’ cmq molto breve, gia’ dalla banchina si intravede in lontanza l’isola. Arriviamo al porto di Marmary e dopo qualche problema con il noleggio di un auto facciamo ingresso presso l’hotel Marmary che avevamo già prenotato dall’Italia. L’isola e’ praticamente come piace a noi, poco turismo, al massimo ci saranno 3 hotel e 6/7 ristorantini molto casarecci e caratteristici che sono tutti situati sul “lungomare”.
Il nostro hotel e’ molto semplice e dalla finestra si puo’ godere di un tramonto mozzafiato vista porto. Con la lingua non abbiamo avuto problemi in quanto i titolari sono italo-greci, lui greco e la moglie originaria del Trentino ma ormai da tanti anni trasferitasi a Marmary.
La cena ovviamente non poteva che essere in uno di questi ristorantini…favoloso, pesce buonissimo ma soprattutto molto abbondante! Il prezzo non essendo in Italia e’ molto basso…con una ventina di euro in 2 persone mangi tanto! Ah fate molta attenzione perche’ per alcune pietanze dovete addirittura aspettare qualche minuto, giusto il tempo di pescare il pesce e cucinarlo ... quando si dice…il pesce fresco! :))

Evia

sabato 30 maggio 2009

Comincia ufficialmente la nostra avventura. Come prima cosa facciamo spesa in modo da portarci in giro acqua e qualcosa da mettere sotto i denti. Ripeto che ristoranti e qualche misero chiosco sono presenti solo nella zona del porto, nelle spiagge, nelle calette è difficile trovare qualcosa da mangiare e bere, quindi meglio partire con la scorta....
Prima tappa nella cittadina di KARISTOS situata a circa 30 minuti da Marmary diciamo essere la seconda cittadina del Sud di Evia anche lei porto di attracco di molte navi provenienti dalla terraferma specie da Rafina. Proseguiamo per Bouros fino a Kalamos Beach. Qui l’attrazione dei colori dell’acqua e’ molto forte infatti dopo pochi minuti siamo gia’ in aqua a fare snorkeling.
Dopo un po’ di relax stile lucertole al sole facciamo ritorno verso Marmary e ci fermiamo a Cressi Beach. Una lingua di sabbia bianchissima circondata da un mare color turchese!...le strade principali sono tutte asfaltate, quelle meno trafficate di conseguenza sono completamente di ghiaia ecco perche’ il volante della macchina era duro e “ballava” in continuazione. Salendo verso nord rispetto a Marmary troviamo la spiaggia di Gold Beach e tantissime vasche di allevamento pesci. La sera facciamo ritorno in hotel al calar del sole e dopo aver cenato ovviamente a base di pesce rientriamo in Hotel.

domenica 31 maggio 2009

Ricaricate le pile si parte per nuove avventure. Ovviamente prima cosa da fare e’ la spesa!...si parte e saliamo sopra la cittadina di Marmary tanto che l’aria e’ gia’ molto piu’ fresca…proseguiamo verso nord e dopo alcune peripezie stradali – le insegne stradali nei pressi delle cittadine piu’ importanti sono discrete ma come esci un po’ fuori cominciano ad essere carenti e non poco – arriviamo in una sorta di strapiombo, fantastico se non fosse che in questa conca sotto i nostri piedi non ci fosse solo acqua ma anche una piccola spiaggia Aghios Dimitrios. Bellissima! Peccato che la strada per arrivarci e’ veramente tortuosa e piena di sassi, ci limitiamo a qualche foto indimenticabile sicuramente. Sulla strada del ritorno alla base deviamo ancora verso nord ed arriviamo nella cittadina portuale di Stira Nea, anch’essa punto di attracco di navi provenienti da Atene. Molto carina e caratteristica e la spiaggia di Lafia Beach. Praticamente la puoi ammirare da molto in alto, sulla strada principale di collegamento tra le cittadine. Talmente bella che siamo scesi con la macchina alla ricerca. Trovata la zona pero’ anche qui la strada era molto tortuosa e piena di sassi, ma non potevamo perderci anche questa, quindi abbiamo parcheggiato la macchina e siamo scesi a piedi…un paradiso, in tutta la spiaggia eravamo in 4 una coppia ed io e Selene…che pace, mare piatto, snorkeling e sole…difficile chiedere di piu’. Dopo un po’ sono anche arrivate 2 piccoli yatch come a voler dire che il modo migliore per raggiungere certe spiagge e’ sicuramente via mare. Sulla strada del ritorno in albergo abbiamo assistito ad un tramonto bellissimo gustandoci un buon gelato sul piccolo lungomare dell’isola. Come ultima sera di soggiorno sull’isola ci siamo spostati e siamo andati nella citta’ di Karistos, indubbiamente molto piu’ movimentata di Marmary, lo testimoniano i numerosi ristoranti all’aperto che si possono trovare nella zona del porto.

lunedì 1 giugno 2009

Di mattina la sveglia suona di buon ora e siamo subito nella meravigliosa spiaggia di Zestani situata non molto distante dalla cittadina.
I colori del mare in questa zona frastagliata sono particolarmente stupendi, un ultimo bagno e verso l’ora di pranzo dopo aver ripreso le valige in albergo ci dirigiamo al porto, riconsegnamo la macchina e saliamo in barca…

si torna ad Atene!