Sosta alle Faroe

località: torshavn, gjogv, kirkjubøur
stato: isole faroe (fo)

Data inizio viaggio: sabato 1 gennaio 2005
Data fine viaggio: sabato 1 gennaio 2005

Durante la navigazione da Hanstolm in Danimarca a Sejdisfjordur in Islanda sostai per un paio di giorni nell'arcipelago delle Isole faroe, possedimento danese che gode di larga autonomia. Alloggiai in un affittacamere situata su una collina fuori dal centro della Capitale Torshavn. Le isole sono molto belle con montagne che si tuffano nel mare. Scarsa la vegetazione quasi priva di alberi. La Capitale è pittoresca e presenta caratteristiche case multicolori affacciate sul porto alcune delle quali con tetto di erba. Le strade dell'isola principale, percorse con la mia Fiat Tipo, sono tutte un sali e scendi. I paesi hanno case di pietra e alcuni ruderi di vecchie costruzioni crollate e mai ricostruite. Tra queste la Chiesa più vecchia dell'arcipelago, a Kirkjubøur, poco a sud della Capitale ma già in una zona ampiamente selvaggia su un alto promontorio a picco sul mare. A Gjogv i pescatori scendono le loro barche in mare da una angusta scalinata che scende in uno strettissimo fiordo..Ho trovato le Faroe molto interessanti anche se, al di là del centro storico che si sviluppa intorno al porto, la Capitale è troppo moderna. E' bello navigare tra queste alte isole prive di alberi ma molto verdi. A volte poco più che pinnacoli che innalzano dal mare scoscese pareti. Lasciato l'arcipelago per l'Islanda la nave del ritorno vi ha nuovamente ormeggiato per uno scalo tecnico. Ho così potuto rivedere dal ponte il porto di Torshavn

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...