Un week end nella Val di Chiana

località: trequanda
regione: toscana
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: giovedì 13 aprile 2006
Data fine viaggio: lunedì 17 aprile 2006

Passare un week end nella Val di Chiana significa cercare un relax mentale e fisico senza precedenti. I paesaggi che questa parte della Toscana può offrire ai nostri occhi sono tali da essere un tranquillante per la nostra mente. Se siete stanchi e depressi dalla vita cittadina, il mio consiglio è quello di spendere qualche giorno in questa splendida zona, ricca storia e di qualità della vita.

In particolare vi voglio segnalare un Borgo Medievale, il piccolo villaggio di Trequanda, in provincia di Siena. Per raggiungere questo Borgo, si prende l’Autosole uscita Val di Chiana. Poi si deve andare verso Sinalunga (circa una decina di chilometri dal casello) e successivamente seguire le indicazioni per Trequanda (circa 7 Km da Sinalunga).

Il Borgo si presenta subito in tutto il suo fascino. Arroccato su una collina a 460 metri sul livello del mare, il Paese ha origini antiche: la Torre del Castello risale al 1300 circa. All’interno del Borgo tutto sembra essersi fermato a 500 anni fa: tutto è perfettamente integrato, le case all’interno delle mura sono perfettamente mantenute, anche se all’epoca della nostra visita le strade interne erano dissestate per via di lavori alle tubature dell’acqua.

Sulla piazza principale, oltre all’immancabile bar, all’edicola e all’ufficio postale c’è l’immancabile filiale del Monte dei Paschi. Ma la cosa che colpisce è lo stato di mantenimento dell’antica chiesa di San Pietro e Andrea dove al suo interno ci sono le spoglie della Beata Bonizzella. Il Borgo festeggia a Maggio di ogni anno la sua beata, con una processione per le vie del paese, per l’occasione ricoperte da petali di fiori di maggio e di rose.

Nel Borgo c’è un unico posto per mangiare, il ristorante Conte Matto. Offre piatti di cucina toscana assai ricercati, con una cantina molto ampia e differenziata. Potrete degustare cibi locali e vini locali, non dimenticatevi che siamo nella zona del Chianti DOCG. I prezzi non sono da “locanda” ma la qualità del cibo offerto è eccezionale.

Appena fuori del Borgo, vicino alla caserma dei Carabinieri, c’è un negozio dove poter acquistare tutti i prodotti tipici del Chianti, dal vino all’olio, dalle marmellate biologiche alla carne Chianina. Dimenticavo di dirvi che Trequanda è bandiera arancione per l’olio di oliva, fiore all’occhiello di questa zona, oltre all’ottimo vino.

Per acquistare questi prodotti, oltre al citato negozio, vi segnalo il Consorzio della Cariplo (proprietaria di buona parte della zona di produzione di olio e vino). Prima di arrivare al Borgo circa 200 metri prima dell’incrocio per Asciano, girate a sinistra e trovate il Consorzio. E’ aperto al pubblico per la vendita di tutti i prodotti. Troverete veramente l’imbarazzo della scelta…e se ci capitate nel periodo della manifestazione “Cantine Aperte”…allora cercatevi anche un buon agriturismo perché non sarete in condizioni di guidare terminato il giro di degustazioni!
Per dormire avete tante possibilità di agriturismo. Sono molto accoglienti, con piscina e tanti comfort ma assai costosi. Dipende dalla stagione ma non troverte facilmente camere a meno di 150€ per arrivare anche a 500€ a notte! Se non avete queste disponibilità (come la maggior parte delle persone!) allora vi dovete accontentare di camere in affitto nel Borgo, che partono da prezzi di 50€ a notte. Bagno e biancheria pulita…che chiedere di più da una camera?

Se ci passate d’estate c’è anche una piscina comunale (ingresso 6€) e un campo da tennis. Molti turisti stranieri affollano queste zone proprio nel periodo estivo: ci vegono tedeschi, inglesi e olandesi che amano questa terra e i suoi sapori.

Intorno a Trequanda potrete fare delle bellissime passeggiate: arrivare nella zona “in” del Borgo, verso il vecchio “Molino a Vento” dove ci sono villette immerse nel verde, oppure decidere di fare un giro a piedi lungo i tantissimi sentieri che si inerpicano nei boschi intorno.
Molti sono i casolari che sono stati adibiti ad agriturismo, acquistati da turisti o imprenditori che hanno deciso di lasciare le loro grigie città per trasferisri in questo angolo di paradiso.

Se avete la possibilità, intorno a Trequanda ci sono tante cose da fare e da vedere: un giro a Montalcino, a Bagni Vignoni, all’Abbazia di Monte Uliveto oppure andare a Siena (circa 50 Km). Altre gite interessanti sono dalla parte est della zona ovvero il lago Trasimeno oppure Arezzo. Eh si, perché la posizione di Trequanda è piuttosto strategica: si trova vicino a tanti posti ed è possibile visitare facilmente tanti posti caratteristici anche nella vicina Umbria.

Il Borgo è attrezzato con un sito internet http://www.comune.Trequanda.si.it/ dove potrete trovare tante indicazioni utili.
Inoltre, l’ospitalità dei Trequandini è tale da non farvi mai sentire fuori posto. C’è anche un ufficio della Pro Loco con tante informazioni sulle sagre e feste nei paesi vicino e con gli itinerari del Treno Natura.

Noi ci siamo trovati benissimo. E ci torneremo sicuramente per gustare ancora appieno l’ospitalità e ammirare la bellezza di queste terre. Se volete altre info, scrivetemi pure!
Ciao e buona gita

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...