Roma & Lago Bracciano

località: roma, bracciano
regione: lazio
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: giovedì 2 giugno 2005
Data fine viaggio: domenica 5 giugno 2005

Giugno 2005: Per questa festa della Repubblica ho colto l’occasione per prendere “2 piccioni con una fava”. Sono andato a trovare una mia cara amica umbra che vive a Roma ed ho passato una giornata in compagnia del mio amico Paolo che da 3 anni trascorre il periodo estivo sul lago di Bracciano dove fa l’istruttore di barca a vela e gestisce un piccolo chiosco.
Sono partito la mattina del 2 giugno con la mia Polo alla volta di Roma. Con Ombretta mi sono trovato intorno alle 15.00 davanti al Colosseo. Abbiamo passato una splendida giornata che ho concluso dormendo sulla mia automobile in un Autogrill del “Grande raccordo anulare”. A Roma ci sarò stato 20 volte e penso che quasi tutti la conoscano per cui è superfluo scrivere e raccontare di questa gloriosa e storica città.
La mattina di Venerdì 3 giugno, dato che Ombretta lavorava, appena sveglio mi sono diretto verso il vicino lago di Bracciano per incontrare Paolo. Arrivato a Trevignano Romano dopo essermi sistemato al campeggio internazionale non ho faticato troppo per trovare il Centro Velico 3V, Paolo è conosciuto in paese anche perché suona nella banda. ho trascorso una giornata rilassante.
Il lago di Bracciano è proprio un bel lago. È pure pulito dato che i natanti a motore non possono navigarci ed il comune di Roma pesca da questo lago l’acqua che sgorga dai rubinetti della città. Sia per pranzo che per cena a chi capita da queste parti nel periodo estivo consiglio il chiosco del centro velico 3V gestito da Paolo. Lui è un ottimo cuoco!! Fidatevi!!
Invitato telefonicamente da Ombretta sabato sono partito alla volta del suo paesino Umbro: Castel Giorgio.
Salutati gli amici del centro velico per raggiungere questa località umbra ho percorso delle strade secondarie passando per Sutri,Viterbo,Montefiascone e Bolsena.
Trascorsi 2 giorni da “re” a Castel Giorgio, domenica sera dopo aver accompagnato Ombretta alla stazione della “mia” Orvieto, sono rincasato.. Che traffico che c’era!!!

Condividi questo articolo se ti è piaciuto...