la terra della ceramica

località: caltagirone
regione: sicilia
stato: italia (it)

Data inizio viaggio: giovedì 4 agosto 2005
Data fine viaggio: mercoledì 10 agosto 2005

caltagirone, Qal'at al Ghiran, ovvero Rocca dei Vasi, è la città di mia moglie Paola.Terra ricca di argilla, caltagirone è conosciuta nel mondo per la produzione artigianale della ceramica che ancora oggi impegna centinaia di artigiani.
Una miriade di negozietti anima le stradine della città esponendo i prodotti tipici di questa antica arte: mattonelle, candelieri, fischietti, piatti, albarelli, vasi. La produzione di questi ultimi fu particolarmente florida
perché utilizzati per la conservazione del miele, prodotto tipico della zona.
Gli albarelli invece venivano impiegati tradizionalmente dagli speziali per le loro farmacie.
Tradizionalmente l'elemento di maggiore richiamo turistico per la città è la scenografica scalinata: centoquarantadue gradini che collegano la città alta alla città bassa.
La scala fu costruita da Giuseppe Giacalone all'inizio del '600 e nel 1954 le alzate di ogni gradino furono rivestite con mattonelle in maiolica, in un tripudio di motivi geometrici, antropomorfici e fitomorfici.Per la festa di san giacomo, patrono della città, fine luglio la scalinata immuninata prende annualmente forme e colori diversi.
In Sicilia caltagirone è sinonimo di presepe, sin dal XVI secolo infatti in città si costruiscono Natività, pastorelli e Sacre Famiglie: le statuine in terracotta rispecchiano la storia, il costume, i modi di essere e di sentire del tempo in cui sono create.
Questa tradizione è celebrata ogni anno, dal 1° dicembre alla fine di gennaio, nella mostra Natale e Presepi, durante la quale è possibile apprezzare sia le ultime produzioni degli artigiani calatini, sia i pezzi storici, di straordinaria fattura, che sono custoditi normalmente presso il museo della città.Citta dalla cultura culinaria importantissima, ottima la rosticceria come pure i dolci e particolarmente squisita la pizza c/o la pizzeria "mamma dina".
L'ultima domenica di agosto non perdetevi la Sagra dell'uva da tavola.
Oltre al periodo estivo la città è da frequentare specialmente in aprile per assistere ai bellissimi riti della Settimana Santa: vi consigliamo in particolare la festa de La Giunta, (domenica di Pasqua) quando la statua di San Pietro, alta circa tre metri viene portata in processione per le vie cittadine, fino a raggiungere la statua della Madonna per comunicarle simbolicamente la resurrezione di Cristo.


Condividi questo articolo se ti è piaciuto...